Khin Nyunt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Khin Nyunt

Khin Nyunt (in lingua birmana Khinnyunt.png) (Kyauktan, 11 ottobre 1939) è un politico e generale birmano, nonché ex membro della giunta militare al potere.

Proveniente da una famiglia di etnia cinese, ha fatto carriera nell'Esercito Birmano fino a diventare membro dell'CSPC, capo dei servizi di sicurezza e (dal 25 agosto 2003) primo ministro del Myanmar.

La sua ascesa tuttavia è stata bruscamente interrotta il 18 ottobre 2004, quando - su iniziativa del rivale generale Maung Aye - venne sollevato da tutte le cariche politiche e, subito dopo, arrestato per corruzione[1].

Secondo i siti dei dissidenti birmani all'estero, la politica di Khin Nyunt era considerata troppo aperta ai negoziati con l'opposizione di Aung San Suu Kyi.

Condannato il 21 luglio 2005 a 44 anni di carcere, si trova ora agli arresti domiciliari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In un comunicato di una sola frase, il generale Than Shwe annunciò che Khin Nyunt era stato "autorizzato a ritirarsi per ragioni di salute" http://news.bbc.co.uk/2/hi/asia-pacific/3755052.stm.
Predecessore Primi ministri della Birmania Successore
Than Shwe 2003–2004 Soe Win