Ten Thousand Fists

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo singolo dei Disturbed, vedi Ten Thousand Fists (singolo).
Ten Thousand Fists
Artista Disturbed
Tipo album Studio
Pubblicazione 20 settembre 2005
Durata 56 min : 05 s
Tracce 14
Genere Alternative metal[1]
Heavy metal[1]
Etichetta Reprise Records/Intoxication Records
Produttore Johnny K e Disturbed
Registrazione aprile - agosto 2005 nei Groovemaster Studios di Chicago, Illinois
Formati CD
Certificazioni
Dischi di platino 1
Disturbed - cronologia
Album precedente
(2002)
Album successivo
(2008)
(EN)
« People can no longer cover their eyes
If this disturbs you then walk away
You will remember the night you were struck by the sight of
Ten thousand fists in the air »
(IT)
« La gente non può più coprirsi gli occhi
Se ciò ti disturba allora allontanati
Tu ricorderai la notte in cui sei stato colpito dalla vista di
Diecimila pugni in aria »
(Disturbed - Ten Thousand Fists)

Ten Thousand Fists è il terzo album in studio dei Disturbed, gruppo musicale alternative metal statunitense. Registrato ai Groovemaster Studios di Chicago, in Illinois, venne pubblicato il 20 settembre 2005, per la prima volta senza l'etichetta Parental Advisory indicante i contenuti espliciti. Divenne il secondo album consecutivo ad aver debuttato alla prima posizione della Billboard 200, avendo venduto circa 239.000 copie la settimana del rilascio negli Stati Uniti[2]. Successivamente, la RIAA certificò che il disco aveva venduto 1.000.000 di copie, diventando così disco di platino. In Nuova Zelanda esso fu il secondo album del gruppo a debuttare alla numero uno in classifica[3][4].

Ten Thousand Fists fu il primo album della band con il nuovo bassista John Moyer, che rimpiazzò Steve Kmak dopo il suo licenziamento nel 2003. Tuttavia, egli venne considerato un turnista durante le fasi di registrazione, per poi diventare un membro fisso nel corso del tour in supporto all'album[5]. Fu inoltre l'ultimo lavoro con il produttore Johnny K, il quale collaborò anche in The Sickness (2000) e Believe (2002). Inoltre, per la prima volta, compare sulla copertina The Guy, la mascotte dei Disturbed, che appare anche nel videoclip del singolo Land of Confusion.

Ten Thousand Fists, avendo venduto circa 1.900.000 copie negli Stati Uniti, è il secondo album maggiormente venduto del gruppo, dietro solamente a The Sickness, il disco di debutto, che ha venduto quasi 4.200.000 copie[6]. L'album fu dedicato a Dimebag Darrell, che morì l'anno precedente[7].

Promozione[modifica | modifica sorgente]

Il titolo dell'album fu reso noto tramite il loro sito web ufficiale il 16 giugno 2005[8]. Più tardi, lo stesso mese, venne svelata anche la lista tracce[9]. La canzone Guarded fu trasmessa dalle stazioni radio nel tardo giugno come anteprima per promuovere l'album, come detto dal cantante David Draiman. Disse[10]:

(EN)
« [The song] was put out there to just wet everybody's appetite. It's one of the more aggressive tracks on the record, just to remind everybody where we came from and who we are. »
(IT)
« [La canzone] è stata fatta uscire solo per stuzzicare l'appetito di tutti. È una delle tracce più aggressive dell'album, solo per ricordare a tutti da dove veniamo e chi siamo »
(David Draiman)

Il primo singolo, Stricken, fu pubblicato il 25 luglio[10]. Il 19 agosto il videoclip di Stricken, diretto da Nathan Cox, fu caricato sul sito della Warner Bros. Records[11]. Il video musicale fu filmato in un ospedale abbandonato, nello stesso in cui furono girate delle scene del film del 1984 Nightmare - Dal profondo della notte[12]. All'inizio di agosto, il marketing virale venne usato per promuovere il disco. Una parte di software fu inviato per e-mail a certi destinatari, i quali lo passarono ad altri. Quando il numero di persone che avevano ricevuto il software fu di almeno 250.000 venne sbloccata la canzone Ten Thousand Fists[13]. Il terzo singolo, Land of Confusion, (originalmente scritto dai Genesis), fu pubblicato ad ottobre del 2006, anticipato da un videoclip in stile cartone animato diretto da Todd McFarlane[14][15].

Tematiche[modifica | modifica sorgente]

Il cantante della band David Draiman disse di Ten Thousand Fists[9]:

(EN)
« [It] seems to fuse the brutality and darkness of The Sickness with the added melodic nature and complexity of Believe.It's more aggressive than the last record, and at times, more aggressive than the first one. »
(IT)
« Sembra che fonda la brutalità e oscurità di The Sickness con l'aggiunta natura melodica e complessità di Believe. È più aggressivo dell'ultima incisione e, a volte, anche più della prima »
(David Draiman)

L'album include testi di soldati diretti all'inferno[12]. Draiman disse che la canzone Guarded riguardasse lui stesso sorvegliarsi dalle altre persone. Aggiunse che essa "riflette su come la scelta di questa vita forza certa gente a comportarsi in certo modo - si deve rimanere ad un certo livello di guardia"[10]. La canzone Ten Thousand Fists "significa forza, unità, convinzione, potenza, e l'allegrezza che senti quando vieni a vedere uno dei nostri show. È uno dei miei momenti preferiti e la gente sa che io ho un'affinità nel chiedere alle persone di alzare i loro pugni in aria, ed è solo, è allegrezza essere in grado di vedere dieci mila pugni alzati o più"[13].

Contenuti politici[modifica | modifica sorgente]

Secondo ciò che è stato detto dai membri della band, sebbene Ten Thousand Fists non fosse stato scritto come un album politico, è il loro disco con maggior temi politici[16]. Il testo della title track furono pesantemente influenzati dalle emozioni e sensazioni di Draiman verso il presidente George W. Bush e molte canzoni includono temi di guerra/anti-guerra, come Deify, il cui intro include un clip audio di un discorso di Bush che incita alla guerra, o il video di Land of Confusion, che raffigura il grande business ed il capitalismo come un grosso nemico in stile nazista combattuto da un esercito guidato da The Guy, la mascotte della band[16][17].

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Ten Thousand Fists ha ottenuto prevalentemente critiche positive. Ha ricevuto 59% di recensioni favorevoli sul sito Metacritic (su 7 recensioni)[18]. Il recensionista di Allmusic Johnny Loftus diede all'album una critica positiva; tuttavia, riguardo al suono, commenta "Ten Thousand Fists inizia a suonare alla stessa maniera dopo un po'"[1]. Anche quello di Village Voice, Phil Freeman, scrisse una recensione positiva. New Musical Express gli diede un 1/10, descrivendolo come "rabbia sfocata" e "non troverete nulla di più spregevole quest'anno"[19]. Per quanto riguarda le recensioni italiane, Metalitalia.com ha assegnato la piena sufficienza con un 6.5[20] ed invece Groovebox.it si è spinto fino all'8.5[21].

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Musiche di David Draiman, Dan Donegan, John Moyer e Mike Wengren.

  1. Ten Thousand Fists – 3:32 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  2. Just Stop – 3:43 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  3. Guarded – 3:20 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  4. Deify – 4:17 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  5. Stricken – 4:05 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  6. I'm Alive – 4:41 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  7. Sons of Plunder – 3:47 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  8. Overburdened – 5:57 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  9. Decadence – 3:24 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  10. Forgiven – 4:12 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  11. Land of Confusion – 4:49 (Tony Banks, Phil Collins e Michael Rutherford)
  12. Sacred Lie – 3:05 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  13. Pain Redefined – 4:17 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)
  14. Avarice – 2:56 (David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren)

Durata totale: 56:05

Tour Edition

Testi di David Draiman, Dan Donegan e Mike Wengren, musiche di David Draiman, Dan Donegan, John Moyer e Mike Wengren.

  1. Monster – 4:06
  2. Two Worlds – 3:33

Durata totale: 7:39

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Posizioni in classifica[modifica | modifica sorgente]

Singoli
Anno Titolo Classifica Posizione
2005 Guarded Hot Mainstream Rock Tracks 7[31]
Alternative Songs[32] 28
2006 Just Stop Hot Mainstream Rock Tracks[31] 4
Alternative Songs[32] 24
Land of Confusion Hot Mainstream Rock Tracks[31] 1
Alternative Songs[32] 18
UK Singles Chart[32] 79
Stricken Billboard Hot 100[31] 95
Hot Mainstream Rock Tracks[31] 2
Alternative Songs[32] 13
Pop 100[31] 89
UK Singles Chart[29] 88
2007 Ten Thousand Fists Hot Mainstream Rock Tracks[31] 7
Alternative Songs[32] 37

Certificazioni[modifica | modifica sorgente]

Nazione Ente certificante Vendite Certificazione
Australia ARIA 35.000 platino[33]
70.000 platino[34]
Canada CRIA 40.000 oro[35]
80.000 platino[35]
Nuova Zelanda RIANZ 7.500 oro[36]
Regno Unito BPI 60.000 argento[37]
Stati Uniti RIAA 500.000 oro[38]
1.000.000 platino[38]
Totale vendite 1.217.500

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Ten Thousand Fists in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ (EN) Disturbed Pummel Billboard Competition With #1 Fists, 28 settembre 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  3. ^ a b (EN) charts.org.nz - Disturbed - Ten Thousand Fists. URL consultato il 9 marzo 2011.
  4. ^ a b (EN) The Official New Zealand Music Chart (#1482), RIANZ, 17 ottobre 2005.
  5. ^ (EN) Disturbed Finds New Bassist, 4 maggio 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  6. ^ (EN) Metal band Disturbed takes nothing for granted, 20 agosto 2010. URL consultato il 9 marzo 2011.
  7. ^ 2010Disturbed, Decade of Disturbed, DVD (x1), Warner Reprise Video, Stati Uniti
  8. ^ Disturbed announce new album title, Blabbermouth.net, 16 giugno 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  9. ^ a b Disturbed album track listing, 22 giugno 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  10. ^ a b c Disturbed: New single "Stricken" to go for radio adds this month, Blabbermouth.net, 8 luglio 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  11. ^ Disturbed: "Stricken" video posted online, Blabbermouth.net, 19 agosto 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  12. ^ a b Disturbed frontman: "We have the utmost love and respect for US soldiers", Blabbermouth.net, 18 agosto 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  13. ^ a b Disturbed: 250,000 fists to unlock new tune, Blabbermouth.net, 3 agosto 2005. URL consultato il 9 marzo 2011.
  14. ^ Disturbed: "Land of Confusion" video available online, Blabbermouth.net, 7 luglio 2006. URL consultato il 9 marzo 2011.
  15. ^ Disturbed's version of "Land of Confusion" is timely, 27 giugno 2006. URL consultato il 9 marzo 2011.
  16. ^ a b Disturbed drummer: All the bands on the radio "sound the same to me", Blabbermouth.net, 19 luglio 2006. URL consultato il 9 marzo 2011.
  17. ^ Chris Harris, Todd McFarlane To Make Genesis' 'Confusion' Clip Even More Disturbed, MTV, 15 marzo 2011. URL consultato il 9 marzo 2011.
  18. ^ Ten Thousand Fists Reviews, Ratings, Credits, and More at Metacritic, Metacritic. URL consultato il 10 marzo 2011.
  19. ^ New Musical Express, 17 settembre 2005, p. 58
  20. ^ Marco Gallarati, Recensione DISTURBED - TEN THOUSAND FISTS - Metalitalia.com, Metalitalia.com. URL consultato il 10 marzo 2011.
  21. ^ Recensione DISTURBED - TEN THOUSAND FISTS : www.groovebox.it, Groovebox.it. URL consultato il 10 marzo 2011.
  22. ^ Ten Thousand Fists Australian charts. URL consultato il 9 luglio 2009.
  23. ^ (DE) Ten Thousand Fists Austrian charts. URL consultato il 9 luglio 2009.
  24. ^ a b c d Ten Thousand Fists - Disturbed. URL consultato il 9 luglio 2009.
  25. ^ Ten Thousand Fists Dutch charts. URL consultato il 9 luglio 2009.
  26. ^ (DE) Disturbed > Longplay-Chartverfolgung in Musicline.de, PhonoNet.
  27. ^ Ten Thousand Fists Swedish charts. URL consultato il 9 luglio 2009.
  28. ^ Ten Thousand Fists Swiss charts.
  29. ^ a b Tobias Zywietz, Chart Log UK 1994–2008, Zobbel.
  30. ^ (EN) Ten Thousand Fists - Awards, Allmusic.
  31. ^ a b c d e f g (EN) Disturbed - Awards, Allmusic.
  32. ^ a b c d e f Disturbed Album & Song Chart History: Alternative Songs, Billboard.
  33. ^ Accreditations - 2006 Albums, Australian Recording Industry Association.
  34. ^ (EN) Accreditations - 2008 Albums, Australian Recording Industry Association.
  35. ^ a b (EN) Gold & Platinum Certification, Canadian Recording Industry Association.
  36. ^ (EN) The official New Zealand Music Chart (#1484), Recording Industry Association of New Zealand, 31 ottobre 2005.
  37. ^ (EN) BPI certifications, British Phonographic Industry.
  38. ^ a b (EN) RIAA Database Search Results for Disturbed, Recording Industry Association of America.
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal