Tantor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tantor (disambigua).
Locandina di The Adventures of Tarzan, dove compare uno dei Tantor

Tantor è un nome generico per indicare gli elefanti in Mangani, la lingua immaginaria delle grandi scimmie dei romanzi di Tarzan di Edgar Rice Burroughs. Nelle opere di Burroughs compaiono molti elefanti con il nome di "Tantor", di cui il più importante è un elefante con cui l'uomo scimmia fa amicizia da giovane nel suo primo romanzo (Tarzan delle Scimmie).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il Tantor che diventa compagno di Tarzan viene citato solo nel romanzo Tarzan delle Scimmie e nel suo sequel, Il ritorno di Tarzan. Gli elefanti sono completamente assenti nel terzo libro, Le belve di Tarzan, ma Tantor ha una presenza significativa nei libri successivi.

In Tarzan delle Scimmie, la prima relazione tra l'uomo e l'elefante è accennata in alcuni brevi passaggi, tra cui il seguente:

(EN)
« With Tantor, the elephant, he made friends. How? Ask not. But this is known to the denizens of the jungle, that on many moonlight nights Tarzan of the Apes and Tantor, the elephant, walked together, and where the way was clear Tarzan rode, perched high upon Tantor's mighty back. »
(IT)
« Con Tantor, l'elefante, divenne amico. Come? Non chiedete. Ma questo è noto agli abitanti della giungla, che per molti notti al chiaro di luna, Tarzan delle Scimmie e Tantor, l'elefante, camminavano insieme, e dove la strada era sgombra Tarzan cavalcava, appollaiato in alto sulla potente schiena di Tantor. »
(E. R. Burroughs, Tarzan delle Scimmie, cap. 9)

Informazioni dettagliate riguardanti il primo incontro di Tarzan con Tantor compaiono soltanto ne I racconti della giungla di Tarzan, il sesto libro della serie, che racconta alcuni episodi della giovinezza dell'uomo scimmia omessi da Tarzan delle Scimmie.

Dal punto di vista cronologico, l'apparizione successiva di Tantor è nel quarto romanzo, Il figlio di Tarzan, scritto e pubblicato prima de I racconti della giungla di Tarzan. In questo libro Tantor è diventato amico di Korak, figlio di Tarzan, e occupa un ruolo di primo piano nella trama. Nel climax della storia (capitolo 27), mentre è infuriato, viene fermato da una parola di comando di Tarzan, riconoscendolo quindi dopo un'assenza di molti anni.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Nel classico Disney del 1999 Tarzan, Tantor è un elefante amico del protagonista. In originale è doppiato da Wayne Knight (adulto) e Taylor Dempsey (cucciolo) nel primo film, da Jim Cummings nella serie televisiva La leggenda di Tarzan e nel film Tarzan & Jane e da Harrison Fahn nel film Tarzan 2; in italiano è doppiato da Roberto Stocchi (adulto) nel primo film, nella serie televisiva e in Tarzan & Jane, da Edoardo Natale (cucciolo) nel primo film e da Manuel Meli nel film Tarzan 2. In questa versione, Tantor ha una grande fobia per molte cose, tra cui germi e suoni spaventosi. Come gli altri elefanti, non ha la pelle grigia ma marrone o rossiccia. È sempre in compagnia della scimmia Terk, anch'ella grande amica di Tarzan.

Nel film Greystoke - La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie compare un elefante morto, ma non è confermato che sia Tantor.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]