Kerchak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Kerchak è un personaggio immaginario del romanzo Tarzan delle Scimmie, e dei film tratti, compreso il classico Disney. Come specie di scimmia nel romanzo è un mangano (specie inventata, forse derivante dalla crudeltà di essa, i cui membri mordono e lacerano con denti affilati, come se picchiassero con un manganello).

Romanzo[modifica | modifica wikitesto]

Kerchak è il capo della sua tribù di scimmie mangani nella foresta pluviale africana, vicino alla zona costiera (appartenente all'Angola, sul finire del XIX secolo), che dà sull'Atlantico. Brutale e crudele, come antagonista animale, è spesso soggetto ad attacchi d'ira insieme ai tenenti Tublat e Terkoz, e uccide i nativi umani Uasiri (emarginati dagli uomini bianchi), ma sbrana anche parecchie femmine e piccoli di scimmia, tra cui anche il cucciolo dello stesso Tublat e della compagna Kala. Arrivati, nella foresta dal mare, gli umani coniugi Greystoke, cioè gli inglesi coloniali John William e Alice, dopo essere stati abbandonati dall'equipaggio, un mangano attacca Alice, che ha da poco partorito e riesce a salvarsi uccidendo la scimmia, ma morendo in quello stesso momento per infarto. Kerchak, per vendicarsi, vedendo anche che l'umano e il neonato si sono costruiti una casa nel suo territorio, parte con i mangani all'assalto della capanna e, dopo aver sfondato le pareti, uccide brutalmente l'umano Greystoke, lacerandolo e squartandolo, ma il neonato viene salvato da Kala, che vuole adottarlo come figlio dopo aver perso il suo scimmiotto a causa dell'attacco d'ira di Kerchak. Il neonato viene chiamato Tarzan, anche se Kerchak e Tublat non lo vedono di buon occhio. Passati 20 anni, Tarzan è adulto ed atletico, ma non riesce ad impedire ai nativi Uasiri di uccidere sua madre Kala, perciò li stermina per vendetta. Tublat, pur avendo aggredito Kala, soffre ora ed incolpa Tarzan per aver ucciso Kala, dato che gli Uasiri erano umani come lui. Ma dopo un duello Tublat viene ucciso, quando anche il sadico Kerchak lo abbandona al suo destino. Kerchak, vedendo che Kala non c'è più, avendo finalmente via libera con Tarzan ed essendo re delle scimmie, lo esilia infuriato, ma egli rifiuta e così duellano. Qui si vede finalmente l'ultimo attacco d'ira di Kerchak, che fortunosamente soccombe nella lotta, ucciso da Tarzan, che diventa nuovo re delle scimmie, comandando anche Terkoz e vendicando a sua insaputa suo padre e tutti i cuccioli di scimmia morti.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Kerchak appare anche nei numerosi film dedicati al romanzo, ma a volte sostituito. In tutti i film è sempre brutale e crudele, tranne nella versione Disney e nel film "Greystoke - La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie" del 1989.

Versione Disney[modifica | modifica wikitesto]

Nella versione cinematografica disneyana del 1999, Kerchak, come tutto il suo branco, non è un mangano, ma semplicemente un gorilla. Non è l'antagonista animale ed è diverso di carattere: è un buon capo per i suoi gorilla e protegge maschi, femmine e cuccioli con tutte le sue forze, anche a rischio di essere travolto dagli elefanti. Come carattere è molto severo, ma è buono di cuore e moderato con la sua famiglia. Kala è sua moglie ed hanno avuto un figlio, il quale viene però ucciso dal leopardo Sabor, vero antagonista animale, che uccide anche i genitori del neonato Tarzan, appena naufragati lì. Quando Kala, dopo uno scontro con Sabor, trova Tarzan, Kerchak non lo accetta come nuovo arrivato ma, per mitigare il dolore della sua compagna e sostituire il loro cucciolo morto, acconsente. Durante i 20 anni di crescita di Tarzan, Kerchak è sempre troppo arrabbiato e infastidito dalla sua presenza. Tuttavia sembra cambiare opinione quando Tarzan uccide in duello Sabor. Ma quando vede arrivare nella giungla dei nuovi umani, si infuria ed intima a Tarzan di stare lontano da loro. Quando scopre che Tarzan ha portato i tre umani - Jane, suo padre e Clayton, antagonista umano - alla sua tana lo caccia dal branco per tradimento. Clayton, ingannando Tarzan, arriva ad attaccare i gorilla per ingabbiarli ed arricchirsi. Ma Tarzan, Jane, suo padre e gli animali combattono i pirati di Clayton e liberano Kerchak e gli altri gorilla. Ma nel tentativo di proteggere Tarzan, Kerchak viene sparato a morte da Clayton. Dopo il duello tra Tarzan e Clayton, in cui quest'ultimo muore per incidente, Kerchak, ormai morente per lo sparo, accetta finalmente Tarzan come figlio e gli affida la sicurezza del branco, nominandolo nuovo re dei gorilla. Morto Kerchak, Tarzan deciderà di rimanere in Africa per i gorilla, così Jane sceglierà di rimanere con lui lì.

Altre apparizioni disneyane[modifica | modifica wikitesto]

Kerchak appare anche nel midquel "Tarzan 2", quando Tarzan è ancora adolescente e minorenne.

Poi comparirà nella serie TV "La leggenda di Tarzan", ma durante dei flashback o ricordi, poiché essa funge da sequel al primo film: in questa serie si vede anche che esiliò un gorilla crudele, Tublat (nel romanzo originale il vero marito di Kala), per i suoi modi aguzzini, ed ora che non c'è più, Tublat torna alla carica per prendere il suo posto. Qui Tarzan è una specie di Kerchak e Jane è simile a Kala, soprattutto quando lui non è d'accordo e lei sì, ad allevare un cucciolo di leopardo (una specie di nuovo Tarzan neonato), proprio come Kerchak, che all'inizio non accettava Tarzan: se Tarzan non accetta il cucciolo, perché il leopardo Sabor uccise i suoi genitori, anche Kerchak non accettava Tarzan, forse perché un umano come lui (magari un nativo africano deceduto) avrà ucciso i suoi genitori gorilla, tanti anni prima.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura