Sankarea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sankarea
manga
Titolo orig. さんかれあ
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Mitsuru Hattori
Editore Kodansha
1ª edizione dicembre 2009 – In corso
Collanaed. Bessatsu Shōnen Magazine
Tankōbon 8 (in corso)
Target shōnen
Sankarea
serie TV anime
Titolo orig. さんかれあ
Autore Mitsuru Hattori
Regia Mamoru Hatakeyama
Sceneggiatura Noboru Takagi
Character design Kyuuta Sakai
Studio Studio Deen
Musiche Yukari Hashimoto
Rete Tokyo Broadcasting System
1ª TV 5 aprile 2012 – 21 aprile 2012
Episodi 12 (completa)
Episodi it. inedito
Sankarea
OAV
Titolo orig. さんかれあ
Autore Mitsuru Hattori
Regia Mamoru Hatakeyama
Sceneggiatura Noboru Takagi
Character design Kyuuta Sakai
Studio Studio Deen
Musiche Yukari Hashimoto
1ª edizione 6 agosto 2012 – 11 settembre 2012
Episodi 2 (completa)

Sankarea (さんかれあ?) è una serie manga realizzata da Mitsuru Hattori che racconta di una ragazza deceduta e trasformata in zombie. È pubblicato in Giappone dalla Kodansha ed è serializzato sulla rivista Bessatsu Shōnen Magazine da dicembre 2009. Un adattamento animato televisivo dello Studio Deen è trasmesso in Giappone dal 5 aprile 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista, Chihiro Furuya, è uno studente con una fortissima passione per gli zombie, al punto che non soltanto colleziona videogiochi, film e fumetti relativi all'argomento, ma sognerebbe di poter amare una ragazza zombie. In seguito alla morte del suo gattino, Babu, Chihiro tenta di riportarlo in vita usando un vecchio manoscritto trovato nel suo armadio, che descrive come creare una pozione per far resuscitare i morti. Per questo, comincia ad andare in un luogo segreto tutti i giorni, cercando di seguire le parole del manoscritto. Mentre tenta di portare a compimento la resurrezione del gatto, il giovane vede una sua compagna di scuola di nome Rea Sanka, che è scappata di casa, e la spia di nascosto. Un giorno, però, la ragazza lo vede, e da allora, comincia ad aiutarlo a resuscitare Babu. Mentre Chihiro non guarda, Rea ruba una piccola parte della pozione. Suo padre però, non accetta che Rea sia scappata di casa, e che soprattutto sia stata in compagnia di un ragazzo;le vieta così di uscire di casa. Nel tentativo di suicidarsi, la ragazza beve la pozione della resurrezione creata da Chihiro, che è estratta dal veleno dell'ortensia, ma non riesce ad uccidersi. Scoprendo che la vita di Chihiro è in pericolo a causa di suo padre, Rea fugge di nuovo. Il padre la scopre e inizia una discussione, dove arriva anche Babu. Il padre di Rea, allergico ai gatti, prende un frustino e cerca di allontanarlo. Ma nel farlo, colpisce Rea, che precipita incidentalmente dal burrone (scontrandosi nella caduta contro un ceppo appuntito) e muore; tuttavia come risultato di aver bevuto la pozione, la ragazza ritorna come zombie. Benché sia diventata una non morta, la ragazza decide di non mangiare carne umana, e, aiutata da Chihiro, tenta di sopravvivere consumando soltanto l'ortensia.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Chihiro Furuya (降谷 千紘 Furuya Chihiro?)
Doppiato da Ryōhei Kimura
Chihiro è il protagonista della storia, che ha una passione/feticismo per gli zombie. Utilizza un vecchio maonoscritto per creare una pozione per la resurrezione allo scopo di riportare in vita il suo gattino morto. Per farlo, si reca in un edificio abbandonato, dove a volte vede anche Rea, che invece vi si reca per sfogare i propri problemi urlandoli in un pozzo. Chihiro promette a Rea di prendersi la responsabilità di lei se dovesse diventare uno zombie. Dopo che Rea si trasferisce a casa sua, il ragazzo studia un sistema per preservare il corpo di Rea in un ambiente climatizzato all'interno della propria stanza. Il suo sogno è quello di dare il suo primo bacio ad una ragazza zombie, cosa che accadrà effettivamente quando Rea lo bacerà. In seguito ad un contatto con la saliva di Rea, Chihiro stesso diverrà per metà uno zombie, cosa che verrà rivelata quando verrà colpito dalla spada di Dan'ichirō. Trova molto divertente vedere Rea vestita da coniglietta o infermiera. Nonostante lui affermi di non essere interessato alle ragazze vive, riuscirà ad innamorarsi di Rea quando è ancora in vita. Il suo nome è un omaggio al regista italiano Lucio Fulci.
Rea Sanka (散華 礼弥 Sanka Rea?)
Doppiata da Maaya Uchida
Rea è l'eroina della storia (dalla quale la serie prende il nome) che ruba e beve un po' della pozione fatta da Chihiro nel tentativo di suicidarsi, per sfuggire alla vita che il padre la costringe a vivere. Non riesce nel tentativo, ma risorge come zombie quando cade incidentalmente da un dirupo e muore. Come zombie, vive insieme a Chihiro per provare come ci si sente ad essere libera dall'oppressione paterna. È innamorata di Chihiro, ed ha l'impressione di essersi messa in mezzo nella relazione fra Chihiro e Ranko. Sembra essere in grado di capire il gattino Babu. Il nome Rea Sanka, o Sanka Rea, deriva da "Sangheria" nome giapponese del film Zombi 2, del regista italiano Lucio Fulci.
Ranko Saōji (左王子 蘭子 Saōji Ranko?)
Doppiata da Sayuri Yahagi
Ranko è la cugina di Chihiro, che spesso chiama Wanko, nonostante lei invece pretenda di essere chiamata dal cugino con il suffisso san. Le piace prendere in giro le persone, ed in particolar modo Chihiro e Rea. È innamorata di Chihiro e perciò ha sviluppato un forte senso di rivalità nei confronti di Rea.
Mero Furuya (降谷 萌路 Furuya Mero?)
Doppiata da Yuka Iguchi
Mero è la sorella minore di Chihiro, ed ha dodici anni. A differenza di Chihiro, lei ha la passione dei fantasmi. Non ricorda molto di sua madre, ad eccezione del fatto che le sue mani fossero fredde e fasciate. Anche per questo motivo, Mero vedrà in Rea la figura materna che le è mancata, arrivando spesso a chiamarla involontariamente "mamma". Come viene spiegato nel nono episodio, il suo nome è un omaggio al regista George A. Romero.
Bābu (ばーぶ?)
Doppiata da Misato Fukuen
Bābu è il gattino di Chihiro morto in un incidente stradale tre giorni prima l'inizio della serie. Si chiama così per via del miagolio piuttosto nasale che emette. Viene riportato in vita da Chihiro in forma di zombie. Rea, in quanto zombie, sembra essere in grado di comunicare con lui. Come Rea, il suo corpo non è trattenuto dal suo cervello, tanto da essere in grado di uccidere una volpe molto più grande di lui. Tuttavia, a differenza di Rea, non può resistere ai suoi istinti di zombie. Questo lo porta a entrare in stato 'confusionale' la notte in cui lui va a caccia di altri animali da preda. Anche se non ha ancora attaccato un essere umano, come passa il tempo (a meno che Chihiro non trovi una soluzione al problema suo e di Rea) probabilmente alla fine degenererà al punto da cedere ai suoi istinti non solo durante il giorno, fino a diventare uno zombie senza cervello che va a caccia dei vivi, proprio come quelli nei film. Rea rischia di fare la stessa fine.
Jogorō Furuya (降谷 茹五郎 Furuya Jogorō?)
Doppiato da Shirō Saitō
Jogorō è il nonno di Chihiro e Mero, ed è colui che ha inventato la ricetta della pozione della resurrezione. Sembra avere grande esperienza sugli zombie benché non ne faccia mai parola, anche a causa dell'arteriosclerosi, che gli fa spesso fare confusione fra le cose (come confondere il cavolo cinese con quello normale o il kamaboko con il tofu). Si scopre che anni addietro era un professore molto rispettato negli Stati Uniti (conosciuto come Professor Ebollizione) dove compiva ricerche sugli zombie, ed ha eseguito un gran numero di esperimenti su di loro, ma ad un certo punto ha lasciato la sua ricerca per motivi sconosciuti. Dopo aver scoperto Rea sotto la doccia, la confonde per qualcuno di nome Sada. Occasionalmente afferma di come Sada sia resuscitata, ma non si sa mai di chi parla, visto che sua moglie si chiamava Kiyo (forse era una sua vecchia fiamma di gioventù). La gente liquida quello che dice come farneticazioni causate dalla senilità. Più tardi viene rivelato che la sua demenza e i problemi di vista sono effetti collaterali di esposizioni a quantità letali di veleno (per lo più probabili morsi di zombie selvaggi presi durante le sue ricerche). Forse proprio per tal motivo (come si vede nel secondo episodio) riesce a masticare le foglie di ortensia con naturalezza e senza sentirsi minimamente male. Tuttavia qualche volta avrà un breve periodo di sanità mentale che gli permette di raccontare a Chihiro alcune cose su gli zombie poiché la Pozione della Resurrezione è incompleta per mantenere Rea allo stesso tempo cosciente e in buona forma. Dato che le misure possono solo rallentare, non fermare, la decomposizione fino a lasciarne uno scheletro consiglia a Chihiro di trovare una soluzione migliore.
Dōn Furuya (降谷 呶恩 Furuya Dōn?)
Doppiato da Seirō Ogino
Dōn è il padre di Chihiro e di Mero, ed il figlio di Jogorō. Inoltre svolge il lavoro di Monaco nel tempio di famiglia. Ogni volta che qualcuno comincia a parlare di sua moglie tende sempre a sorvolare il discorso. Da ciò si può capire di come la sua morte l'abbia scosso, tanto, nonostante i suoi figli la ricordino molto poco, da non volere mai dire niente a loro più di tanto su di lei.

Yuzuna Furuya (降谷柚 Furuya Yuzuna)

Doppiata da: Yurika Hino
La defunta madre di Chihiro e Mero, che morì in un incidente stradale quando loro erano piccoli (nel prologo viene suggerito che sia successo su un ponte, ormai chiuso da anni forse perché ritenuto poco sicuro, sulla strada che va verso Tohoku). Viene fatto capire che dopo è stata resuscitata zombie per un breve periodo, molto probabilmente dal nonno Jogorō. Si può presumere ciò per esempio dal flashback di Mero, dove sua madre ha le mani fasciate (forse sempre a causa dell'incidente) e il fatto che non potesse più percepire la sua temperatura dalla fronte con la mano. Siccome Rea in questo modo agisce in modo simile a Yuzuna Mero comincia a vederla come la mamma che non ha mai avuto. Ad un certo punto lei li saluta per sempre (molto probabilmente perché ha iniziato a farsi sopraffare dall'istinto degli zombie per la carne umana) e muore definitivamente.
Dan'ichirō Sanka (散華 団一郎 Sanka Dan'ichirō?)
Doppiato da Unshō Ishizuka
Dan'ichirō è l'iperprotettivo padre di Rea che prova un amore incestuoso nei confronti di quest'ultima. Ha l'abitudine di fare fotografie nude alla figlia usando come scusa il fatto di avere una testimonianza della sua crescita. Dopo essere stato convinto da Chihiro sul desiderio di Rea di vivere una vita normale, accetta che Chihiro diventi il custode di sua figlia, benché lo avverta che non ci debba essere alcun rapporto sessuale pre-matrimoniale. Poco dopo si dirige verso gli Stati Uniti per cercare il modo di impedire a Rea di decomporsi. La sua ossessione per Rea sembra essere una forma contorta di amore che aveva nei confronti della sua prima moglie, una ragazza di famiglia umile e dalla salute cagionevole alla quale Rea somiglia molto, che morì dandola alla luce. Era stata uno degli spettatori a una partita di scherma (che Dan'ichirō pratica con naturalezza fin da molto giovane) sponsorizzata dai Sanka che l'aveva visto vincitore, anche se il match era stato truccato (era arrabbiato che i suoi avversari non combattessero seriamente perché la famiglia Sanka aveva truccato l'intero evento per far vincere sempre lui). Dopo la fine dell'incontro la ragazza gli disse con parole gentili che comportandosi così avrebbe offeso Dio e che l'impegno e l'allenamento dimostrati erano reali. Questo bastò a Dan'ichirō per innamorarsi di lei. Sembra inoltre che lui abbia integrato le ortensie nello stemma di famiglia proprio perché erano i fiori preferiti della moglie.
Aria Sanka (散華 亜里亜 Sanka Aria?)
Doppiata da Mayumi Asano
Aria è la matrigna di Rea. Originariamente era la principale cameriera di Dan'ichirō Sanka, che quest'ultimo sposò alla morte della prima moglie, per poter dare a Rea una figura materna. Tuttavia Aria non sentendosi amata, è spesso ubriaca e prova forti sentimenti di gelosia nei confronti di Rea e dell'amore che il padre prova per lei.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

  1. ISBN 978-4-06-384341-5, pubblicato il 16 luglio 2010
  2. ISBN 978-4-06-384412-2, pubblicato il 9 dicembre 2010
  3. ISBN 978-4-06-384453-5, pubblicato il 9 marzo 2011
  4. ISBN 978-4-06-384529-7, pubblicato il 9 agosto 2011

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Una serie televisiva anime basata sul manga è stata annunciata nel numero di ottobre 2011 di Bessatsu Shōnen Magazine, ed è iniziata in GIappone il 5 aprile 2012.[1] La sigla d'apertura è Figment (絵空事 Esoragoto?) di nano.RIPE mentre la sigla di chiusura è Above Your Hand di Annabel. A partire dal giugno 2012, allegati con il sesto ed il settimo volume del manga, saranno pubblicati due speciali episodi OAV della serie.[2]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

GiapponeseKanji」 - Rōmaji - Traduzione letterale In onda
Giappone
01 「私が…ゾンビに…なったら」 - Watashi ga...Zonbi ni...Nattara  –  = Se io... diventassi... uno zombie 5 aprile 2012
02 「成功…してた」 - Seikō...shiteta  –  = Io... ce l'ho fatta 12 aprile 2012
03 「さんか…れあ」 - Sanka...Rea  –  = Sanka... Rea 19 aprile 2012
04 「普通の…女の子…」 - Futsū no... Onnanoko...  –  = Una normale... ragazza... 26 aprile 2012
05 「ゾンビって…コトは…」 - Zonbitte... Koto wa...  –  = Essere uno zombie... significa... 3 maggio 2012
06 「あなたに…出会えたから」 - Anata ni... Deaeta kara  –  = Perché... ti ho incontrato 10 maggio 2012
07 「おさな…なじみ…」 - Osana...Najimi...  –  = Amici... di infanzia... 17 maggio 2012
08 「偽りの…自由…」 - Itsuwari no... Jiyū...  –  = Falsa... libertà... 24 maggio 2012
09 「母の…手…」 - Haha no... Te...  –  = La mano... della madre... 31 maggio 2012
10 「強い…思い…」 - Tsuyoi... Omoi...  –  = Forte... sentimento... 7 giugno 2012
11 「特別…なんかじゃ…ない…」 - Tokubetsu... Nanka ja... nai...  –  = Non è... niente... di speciale... 21 giugno 2012
12 「あの瞬間…俺は…」 - Ano Shunkan... Ore wa...  –  =In quel momento... Io... 28 giugno 2012
OVA 「運命って…ヤツは…」 - Unmeitte... Yatsu wa...  –  = Il destino è... davvero... 8 giugno 2012

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Sigla di apertura
  • Esoragoto cantata da nano.RIPE
Sigla di chiusura
  • Above Your Hand cantata da Annabel

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i rilevamenti della Oricon, il terzo volume del manga ha venduto 24.363 copie[3], mentre il quarto volume ha venduto 44.120 copie (diventando il diciannovesimo manga più venduto in Giappone ad agosto 2011).[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sankarea Zombie Comedy Manga Gets TV Anime, Anime News Network, 6 settembre 2011. URL consultato il 6 settembre 2011.
  2. ^ AniDB.net
  3. ^ Japanese Comic Ranking, March 7-13, Anime News Network, 17 marzo 2011. URL consultato il 6 settembre 2011.
  4. ^ Japanese Comic Ranking, August 8-14, Anime News Network, 18 agosto 2011. URL consultato il 6 settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga