La leggenda di Arslan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
La leggenda di Arslan
light novel
Titolo orig. アルスラーン戦記
(Arslan Senki)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Yoshiki Tanaka
Disegni
Editore Kadokawa Shoten
1ª edizione 1986 – na
Volumi 13 (in corso)
Target shōnen
Genere fantasy
La leggenda di Arslan
film anime
Titolo orig. アルスラーン戦記
(Arslan Senki)
Regia Mamoru Hamatsu
Sceneggiatura
Studio Animate Film
Musiche Tsuru Norihiro
1ª edizione 17 agosto 1991
Episodi unico
Durata 57 min
La leggenda di Arslan
manga
Titolo orig. アルスラーン戦記
(Arslan Senki)
Autore Chisato Nakamura
Editore Kadokawa Shoten
1ª edizione novembre 1991 – settembre 1996
Collanaed. Asuka Fantasy DX
Tankōbon 13 (completa)
La leggenda di Arslan
film anime
Titolo orig. アルスラーン戦記 II
(Arslan Senki II)
Regia Mamoru Hamatsu
Sceneggiatura Megumi Matsuoka
Studio Aubec
Musiche Tsuru Norihiro
1ª edizione 18 luglio 1992
Episodi unico
Durata 60 min
La leggenda di Arslan
OAV
Titolo orig. アルスラーン戦記
(Arslan Senki)
Regia
Sceneggiatura Megumi Sugihara
Studio
Musiche Hikari Ishikawa
1ª edizione 21 ottobre 1993 – 21 settembre 1996
Episodi 4 (completa)
Durata 60 min

La leggenda di Arslan (アルスラーン戦記 Arslan Senki?) è il titolo di una serie di light novel fantasy giapponesi. L'autore, Yoshiki Tanaka, ha iniziato a scrivere la saga di Arslan nel 1986 ed al 2010 la serie è ancora in corso d'opera con un totale di tredici volumi pubblicat dalla Kadokawa Shoten. La serie è astata adattata in un manga (che rispetto ai romanzi proseguì per conto proprio con un finale inventato), due film d'animazione ed una serie anime di quattro OAV non terminata. Le pubblicazioni più recenti della serie e molte versioni distribuite al di fuori del Giappone hanno accorpato i due film animati ai quattro episodi OAV, formando quindi un'unica serie OAV di sei episodi.

La serie fu pubblicata in Italia in VHS dalla Granata Press.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Nel diciannovesimo secolo, Naqib ul-Mamālik (نقیب الممالک), racconta storie reale alla corte di Nasereddin Shah, re dell'Iran, e diventò famoso per aver creato Amir Arsalān-i Nāmdār, con cui la serie giapponese Arlslan Senki sembra condividere una simile ambientazione fantasy-storico Persiana. Molti personaggi di Arlslan invece prendono i propri nomi dalla letteratura persiana di Amir Arsalan.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'immaginario regno di Pars (simile alla Persia), il regnante principe Arslan, viene tradito dai suoi collaboratori e sopraffatto dalla magia oscura non riesce ad impedire al bellicoso popolo di Rucitania di prendere il potere del suo regno. Riuscito a fuggire vivo da Pars, l'eroico Arslan crea un gruppo di cinque valorosi alleati (una sacerdotessa, un guerriero esiliato, un pericoloso menestrello, un artista intellettuale ed il suo assistente) per riprendersi il trono. Il gruppo per sconfiggere gli invasori dovranno riuscire a mettere insieme un esercito per fronteggiare le armate di 300.000 soldati di Rucitania, guidate dal misterioso Lord Silver Mask, che ha anche rivendicato il trono di Pars.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Prince Arslan/Arislan
Doppiato da Kappei Yamaguchi (Giappone), Diego Sabre (Italia)
Principe quattordicenne di Pars, intorno al quale ruota la maggior parte delle vicende raccontate nella serie. Arislan è spesso male interpretato da quelli intorno a lui che lo considerano un debole, a causa del suo aspetto effeminato, della sua ingenuità e della sua bontà d'animo. Arislan in realtà è anche saggio, intelligente e carismatico, in grado di mobilitare anche i più apatici per la sua causa.
  • King Andragoras III
Doppiato da Akio Ohtsuka (Giappone), Enrico Bertorelli (Italia)
Il sovrano di Pars, e padre di Arislan. Andragoras non piace alla maggior parte dei personaggi principali, e non senza ragione. In più occasioni è iroso, impulsivo e paranoico.
  • Daryoon/Darün
Doppiato da Kazuhiko Inoue (Giappone), Ivo De Palma (Italia)
Un tempo alto ufficiale militare, Daryoon viene degradato all'inizio della storia. Il suo nuovo compito diventa quello di proteggere e servire Arislan, cosa che fa diventare i due personaggi molto amici. Nello stile dei samurai, Daryoon è fedele e pronto a dare la vita per il suo padrone.
  • Narsus/Narcasse
Doppiato da Kaneto Shozawa (Giappone), Claudio Moneta (Italia)
Narsus un tempo era il capo stratega e consulente di re Andragoras, ma fu rimosso dall'incarico dopo aver criticato l'abitudine reale di continuare ad utilizzare gli schiavi. Oltre ad essere un tattico brillante, Narsus è anche un incredibile spadaccino ed un intelligente filosofo. È mentore di Arislan, e amico intimo di Daryoon.
  • Eran/Elam
Doppiata da Nozomu Sasaki (Giappone), Veronica Pivetti (Italia)
Giovane donna che Narsus affrancò dalla schiavitù, Elam intende servire il suo "maestro" fino a quando sarà grande abbastanza da farcela da solo. Elam lavora per Arslan come spia per raccogliere informazioni utili attraverso vari travestimenti.
  • Gieve/Guibu
Doppiato da Kazuki Yato (Giappone), Luigi Rosa (Italia)
Gieve è l'unico personaggio che per tutta la storia non si allea con nessuno schieramento. Combattente versatile ed abile, è anche in grado di suonare qualsiasi strumento musicale. È uno dei pochi personaggi a rompere il muro della quarta dimensione, rivolgendosi direttamente agli spettatori.
  • Pharangese/Farangis
Doppiata da Masako Katsuki (Giappone), Caterina Rochira (Italia)
Distaccata, ribelle, forte e fredda; Pharangese è sia una sacerdotessa della dea Misra sia la più forte combattente donna del pianeta. Si sa pochissimo del suo passato, se non che è stata scelta dal proprio ordine per proteggere il principe Arlsan.
  • Silvermask
Doppiato da Shuuichi Ikeda (Giappone), Marco Balzarotti (Italia)
In principio, tutto ciò che si sa su Silvermask è che è ossessionato dal desiderio di torturare e uccidere sia Andragoras che Arislan. Egli è il capo delle forze di Rucitania, benché egli stesso sia originario di Pars. Il suo nome deriva dall'elmo d'argento che indossa, e nessuno ha mai visto il suo vero volto. Si scoprirà essere Hermes, il figlio del re Osiride, fratello e predecessore di Andragoras. Il viso di Hermes è in parte sfigurato per via dell'incendio che Andragoras scatenò durante il colpo di Stato con cui diventò re.
  • Bajon
Doppiato da Kôichi Kitamura (Giappone), Antonio Paiola (Italia)
Un antico necromante al servizio di Silvermask. Ciò nonostante, appare chiaro sin dall'inizio che Bajon stia portando avanti interessi propri che esulano da quelli si Silvermask. La sua importanza nell'economia della storia si rivelerà sempre maggiore al punto di riuscire a scalzare lo stesso Silvermask.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Sigle di chiusura
  • Kutsuato no hana cantata da Mimori Yusa (ep 1)
  • Tokimeki wo Believe cantata da Yumi Tanimura (ep 2)
  • Ryote Ippai cantata da Shoko Suzuki (eps 4-5)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]