Psycho III

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Psycho III
Psycho III.jpg
Titolo originale Psycho III
Paese di produzione USA
Anno 1986
Durata 93 min
Colore Colore
Audio sonoro
Genere thriller, orrore
Regia Anthony Perkins
Soggetto Charles Edward Pogue
Sceneggiatura Charles Edward Pogue
Produttore Hilton A. Green
Casa di produzione Universal Pictures
Fotografia Bruce Surtees
Montaggio David E. Blewitt
Musiche Carter Burwell
Scenografia Henry Bumstead
Costumi Peter V. Saldutti e Marla Denise Schlom
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Psycho III è un film del 1986. È il terzo episodio della serie iniziata nel 1960 con il capolavoro di Alfred Hitchcock con Janet Leigh e Vera Miles.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Norman Bates ha ripreso il suo lavoro e si innamora di una ex-suora che contraccambia il suo amore. Ma esso sarà ostacolato di nuovo dall'istinto di sdoppiare la sua personalità e a tenere il cadavere impagliato della madre che lo induce ad uccidere i suoi clienti fino ad uscire completamente di senno.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Anthony Perkins, che s'assunse anche la responsabilità della regia, decise di tornare con questo terzo capitolo alle atmosfere dello Psyco originale, distaccandosi quindi dalle situazioni splatter del precedente Psycho II (1983). Il regista cercò inoltre di convincere la Universal a girare il film in bianco e nero, ma la casa di produzione si oppose.

La sceneggiatura non è tratta dal terzo volume del 1990 della saga di di Psycho scritto da Robert Bloch, Psycho III noto anche come Psycho House, ma sviluppa un soggetto originale di Charles Edward Pogue. La prima sceneggiatura vedeva il personaggio di Duane emulare gli omicidi di Norman Bates.

Nella parte della "madre" di Bates compare lo stuntman Kurt Paul, ma nella scena finale, quando Norman è vestito da donna, è Perkins a interpretarla. Kurt Paul ha interpretato Norman Bates nel film TV Il motel della paura.

Perkins voleva che l'attore Jeff Fahey apparisse completamente nudo nella scena dell'incontro fra Duke e Red, ma lui rifiutò perché non si sentiva a suo agio davanti alla telecamera.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Sequel[modifica | modifica sorgente]

La saga è proseguita nel 1991 con il film tv Psycho IV.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema