Pokémon 3 - L'incantesimo degli Unown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Pokémon 3 - L'incantesimo degli Unown
P3lidu.png
Entei e la piccola Molly
Titolo originale 劇場版ポケットモンスター 結晶塔の帝王 ENTEI
Gekijōban Poketto Monsutā Kesshōtō no Teiō ENTEI
Paese di produzione Giappone
Anno 2000
Durata 93 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione
Regia Kunihiko Yuyama, Michael Haigney
Soggetto Satoshi Tajiri
Sceneggiatura Hideki Sonoda, Takeshi Sudo, Norman J. Grossfield, Michael Haigney
Produttore Norman J. Grossfield, Yukako Matsusako, Takemoto Mori, Choji Yoshikawa
Art director Masatoshi Mutō
Animatori Toshiaki Okuno, Shukishi Kanda
Montaggio Toshio Henmi
Musiche Shinji Miyazaki
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Pokémon 3 - L'incantesimo degli Unown (劇場版ポケットモンスター 結晶塔の帝王 ENTEI Gekijōban Poketto Monsutā Kesshōtō no Teiō ENTEI?, Pocket Monsters il film: L'imperatore della torre di cristallo Entei), in inglese Pokémon 3: The Movie o Pokémon 3: Spell of the Unown, è il terzo lungometraggio ispirato alla serie animata Pokémon.

Il film è preceduto da un cortometraggio di 20 minuti dal titolo Pikachu & Pichu che ha come protagonisti il Pokémon Pikachu e i due fratelli Pichu.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Lo scienziato Spencer Hale, Professore di Pokémon ed uno dei migliori allievi del Professor Oak, è ossessionato dal segreto che celano gli Unown, Pokémon la cui forma ricorda le lettere dell'alfabeto. Un giorno, mentre sta investigando su alcune rovine attribuite agli Unown, Hale si trova faccia a faccia con queste creature che lo rapiscono, risucchiandolo in un'altra dimensione.

La figlia unica di Spencer, Molly, la cui madre è scomparsa precedentemente, rimane quindi sola. Mediante l'unico oggetto trovato sul luogo della sparizione di suo padre, una valigia di mattoncini, la bambina, spinta dalla depressione e dalla solitudine, invoca gli Unown che con i loro poteri psichici sono in grado di realizzare ogni suo desiderio. Prima di tutto isolano la villa, ricoprendo di cristallo la valle di Greenfield. Successivamente creano una illusione del Pokémon leggendario Entei a sostituzione del suo vero padre. Per colmare la mancanza della madre, i Pokémon rapiscono Delia Ketchum, madre di Ash, dato che la famiglia Ketchum in passato è stata amica del Professor Hale. Tramite ipnotismo gli Unown convincono Delia a credere di essere realmente la madre di Molly.

Ash è quindi costretto a recarsi nella villa cristallizzata, sia per salvare la madre che per scoprire le cause della cristallizzazione di parecchi luoghi, dovuta alla potenza distruttiva degli Unown, spinti delle emozioni e dai sentimenti di Molly. Quando il ragazzo tenta di penetrare nella villa, in compagnia di Brock e Misty, Molly ne viene a conoscenza e cerca di fermare i tre allenatori. Brock è quindi costretto a lottare contro Molly, diventata più grande per effetto dei poteri degli Unown dopo aver chiesto ad Entei di crescere e di avere Pokémon più potenti per poter sconfiggere il capopalestra.

Nel frattempo Ash e Misty cercano di raggiungere la stanza in cui è imprigionata Delia, che è uscita dallo stato di trance dopo aver visto, grazie ai monitor situati all'interno della villa, suo figlio introdursi nella casa. Ma i due ragazzi si trovano di nuovo a doversi scontrare con Molly, che è riuscita a sconfiggere Brock. La bambina, notando che la capopalestra è più giovane di Brock, muta di nuovo la sua età, riducendola per renderla più simile a quella di Misty. Lasciando la ragazza a lottare con Molly, Ash prosegue nella sua ricerca.

Una volta raggiunta Delia, Ash prova a convincere Molly del fatto che gli Unown stanno creando solo delle illusioni, non corrispondenti alla realtà. La bambina tuttavia non è intenzionata ad ascoltarlo e fa scendere in campo l'Entei contro i Pokémon di Ash. Sia Totodile che Cyndaquil vengono sconfitti senza problemi dal Pokémon leggendario, che riesce a mandare a tappeto anche Pikachu. Quando l'incontro sembra oramai perduto, giunge in aiuto del suo allenatore Charizard, direttamente dalla Valle dei Draghi (Charicific Valley). Dopo una feroce battaglia in cui il Pokémon Volante viene messo pesantemente in difficoltà dalla forza di Entei, Molly ferma il Pokémon leggendario, che stava per scagliare il suo attacco letale, e chiede agli Unown di ripristinare la situazione originaria.

A questo punto i Pokémon vanno in confusione, iniziando a sprigionare un'energia incontenibile. Entei è dunque costretto a ribellarsi, al fine di esaudire la richiesta di Molly, scagliando un potente attacco in direzione dei suoi stessi creatori per rompere il loro incantesimo. Gli Unown vengono quindi rispediti nella loro dimensione e il Pokémon leggendario svanisce.

Durante i titoli di coda Ash saluta il suo Charizard, che ritorna ad allenarsi nella Valle dei Draghi, e Molly può tornare a riabbracciare il padre e la madre, da poco ritornata.

Incasso[modifica | modifica sorgente]

Negli Stati Uniti il film ha incassato 17.052.128 dollari, ed internazionalmente 68.411.275 dollari (44.173.355 euro).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) POKEMON 3: THE MOVIE

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Tracey West, Pokémon the Movie 3 - Spell of the Unown, Scholastic, 2001, ISBN 0439294878.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]