Piazza degli Eroi (Budapest)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piazza degli Eroi dall'alto

Piazza degli Eroi (in lingua ungherese: Hősök tere) è una delle più importanti piazze di Budapest (Ungheria), ricca di elementi politici e storici. Si trova alla fine di Andrássy ùt, vicino al parco municipale Városliget.

Il luogo[modifica | modifica sorgente]

Progetto della piazza

Hősök tere si trova tra due importanti edifici, il Museo di belle arti sulla sinistra e la Galleria d'arte Műcsarnok sulla destra. Sull'altro lato dove sbuca Andrássy ùt sono presenti due edifici che si affacciano sulla piazza — uno è un palazzo residenziale e l'altro è l'Ambasciata di Serbia (già Ambasciata di Yugoslavia dove Imre Nagy trovò momentaneo rifugio nel 1956).

L'area centrale della Piazza degli Eroi ospita il Millennium Memorial (più conosciuto come Monumento del Millenario) con le statue dei capi delle sette tribù che hanno fondato l'Ungheria nel IX secolo e altre statue rappresentate in piedi della Storia dell'Ungheria. La costruzione del memoriale iniziò quando fu celebrato il primo millennio dell'Ungheria (nel 1896), ma fu finito solo nel 1929 e la piazza all'epoca assunse questo nome.

Quando il monumento fu costruito in origine, l'Ungheria era una parte dell'Impero austriaco e le ultime cinque statue sulla sinistra del colonnato erano riservate ai membri regnanti della dinastia Asburgo. Da sinistra a destra erano rappresentati: Ferdinando I d'Asburgo (Difesa del castello a Eger); Leopoldo I d'Asburgo (Eugenio di Savoia sconfigge i turchi a Zenta), Carlo III, Maria Teresa d'Austria (La Dieta Ungherese vota il supporto "vitam et sanguinem") e Francesco Giuseppe I d'Austria (Francesco Giuseppe incoronato da Gyula Andrássy). Il monumento fu danneggiato nel corso della Seconda guerra mondiale e quando fu ricostruito i membri della famiglia Asburgo furono rimpiazzati con le attuali figure.

Il 16 giugno 1989 una folla di 250,000 persone si raccolse nella piazza per i nuovi funerali di Imre Nagy, che era stato giustiziato nel giugno 1958.

Ci sono altre tre piazze di Budapest chiamate Hősök tere, presso Soroksár, Békásmegyer e Rákosliget.

Monumento del Millenario[modifica | modifica sorgente]

Monumento del Millennio, si legge la scritta "HŐSEINK EMLEKERE"

Di fronte al monumento vi è una larga pietra che porta inscritto un cenotafio con una catena ornamentale. Il cenotafio e dedicato "Alla memoria degli eroi che diedero la vita per la libertà del loro popolo e della loro indipendenza nazionale."

Subito vicino al cenotafio vi è una colonna con sulla cima la statua dell'arcangelo Gabriele. Nella mano destra l'angelo tiene la corona di Santo Stefano, il primo re d'Ungheria. Nella mano sinistra l'angelo tiene due croci apostoliche, un simbolo che fa riferimento alle concessioni fatte a Santo Stefano dal Papa in riconoscimento dei suoi sforzi per convertire gli ungheresi al cristianesimo.

Alla base della colonna è rappresentato un gruppo di sette figure a cavallo rappresentanti i capi tribù magiari che hanno condotto il popolo ungaro nella regione della pianura carpazica. Il personaggio principale è Árpád d'Ungheria, considerato il fondatore della nazione ungherese. Vicino a lui ci sono i capi tribù Előd, Ond, Kond, Tas, Huba, e Töhötöm (Tétény).

Il retro del monumento consiste di due file di colonne, ciascuna con sette statue rappresentanti figure della storia dell'Ungheria. In cima al colonnato di sinistra è rappresentata una figura maschile che guida un carro usando un serpente come frusta allegoria della guerra, mentre sulla parte del colonnato di destra vi è una immagine femminile su un carro che tiene una foglia di palma allegoria della pace.

Statue rappresentate nel colonnato[modifica | modifica sorgente]

Questa è una lista degli statisti e dei condottieri ritratti dalle sculture nelle due arcate semicircolari del monumento.

Santo Stefano riceve la corona da un emissario del Papa
San Ladislao uccide il Cumanian abductor
Colomanno proibisce i roghi delle streghe
Andrea guida una crociata
Béla restaura la nazione dopo le invasioni mongole
Ladislao IV sconfigge Ottogar nella battaglia di Marchfeld
Luigi il Grande occupò Napoli
La battaglia di Nándorfehérvár
Mattia con i suoi studiosi
I soldati di Hajdú sconfiggono le truppe imperiali
Bethlen conclude un trattato con la Boemia
La battaglia di Szikszó
Rákóczi ritorna dalla Polonia
Kossuth raduna i contadini della Grande Pianura
Le statue del colonnato

Coordinate: 47°30′55″N 19°04′41″E / 47.515278°N 19.078056°E47.515278; 19.078056

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]