Permettete signora che ami vostra figlia?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Permettete signora che ami vostra figlia?
Titolo originale Permettete signora che ami vostra figlia?
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1974
Durata 102 min
Colore colore
Audio mono
Genere commedia
Regia Gian Luigi Polidoro
Soggetto Gian Luigi Polidoro
Sceneggiatura Rafael Azcona, Leo Benvenuti, Piero De Bernardi, Gian Luigi Polidoro
Produttore Carlo Ponti
Casa di produzione Aquarius Films
Fotografia Mario Vulpiani
Montaggio Antonio Siciliano
Musiche Carlo Rustichelli
Interpreti e personaggi

Permettete signora che ami vostra figlia? è un film del 1974, diretto dal regista Gian Luigi Polidoro.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Gino Pistone (Ugo Tognazzi), capocomico di una compagnia di provincia, sbarca il lunario come può. La compagnia si scioglie per colpa della primattrice e lui, per riunirla, ha un colpo di genio: portare in scena la vicenda di Benito Mussolini e della sua ultima amante, Claretta Petacci. L'idea funziona, e Pistone si immedesima sin troppo nel ruolo di Mussolini. Film ambientato a Montesarchio, in provincia di Benevento, paese gemellato con Betlemme per le sue somiglianze al presepe.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il titolo è la frase che usò Mussolini per chiedere alla madre di Claretta il consenso alla relazione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema