Peppino Mazzotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Peppino Mazzotta (Domanico, 20 maggio 1971) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Domanico, in provincia di Cosenza, nel 1971, è stato studente di architettura all'università di Reggio Calabria; per caso si iscrive ad una scuola di recitazione a Palmi, segnando di fatto la sua vita con una delle passioni più grandi che abbia mai conosciuto: l'arte drammatica. In seguito, a Napoli, forma la compagnia Rosso Tiziano insieme ad altri cinque colleghi dell'Accademia di Palmi, con i quali ha lavorato in ben 10 anni di attività[1]. Nel 2003 fonda, insieme al drammaturgo e sceneggiatore Francesco Suriano, e Elisabetta Nepitelli Alegiani, organizzatrice, la compagnia teatrale Teatri del Sud.[2]

Peppino Mazzotta è comunque conosciuto soprattutto per aver interpretato, in tutti i film per la TV della serie Il Commissario Montalbano realizzati fino ad oggi, l'ispettore Fazio, uno dei protagonisti della serie dei libri di Andrea Camilleri sul commissario Salvo Montalbano.

Nell'estate 2012, nella rassegna teatrale, Positano Teatro Festival Premio Annibale Ruccello, riceve il premio Annibale Ruccello con lo spettacolo teatrale Radio Argo. Nel novembre 2014 ha ottenuto un riconoscimento dal premio nazionale Vincenzo Padula ad Acri

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera si divide tra teatro, cinema e televisione[3].

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ biografia da Il Corriere della Sera
  2. ^ La compagnia metteva in scena testi scritti nel dialetto reggino da Francesco Suriano e calati nella cultura calabrese, come strumento per incrementare la conoscenza della regione. La compagnia era autonoma e senza finanziamenti esterni; si è mantenuta in attività per tre anni. Cf. "Incontro con Peppino Mazzotta a PdT 2011".
  3. ^ Scheda su film.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]