Pedro Antonio de Alarcón

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pedro Antonio de Alarcón

Pedro Antonio de Alarcón (Guadix, 10 marzo 1833Madrid, 19 luglio 1891) è stato un poeta, scrittore e giornalista spagnolo, esponente del movimento realista.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque in provincia di Granada, dove iniziò gli studi presso il seminario, prima di trasferirsi a Madrid, attirato dalla intensa vita culturale della capitale.

In armonia con i suoi ideali riformisti e di rinnovamento, partecipò attivamente alla vita politica, difatti assunse la guida del giornale periodico satirico El Látigo ("La frusta"), di chiara impronta anticlericale e antimonarchica. Il suo cammino ideologico però subì varie modifiche nel corso della sua vita ed alla fine abbracciò tendenze più conservatrici e tradizionaliste.

Il suo primo lavoro letterario El final de Norma, fu composto all'età di diciotto anni.

Nel 1857, scrive El hijo pródigo, dramma di grande successo.

Partecipò alla spedizione africana del 1859 e come testimone oculare pubblicò una raccolta di articoli nel volume Diario de un testigo de la guerra de África, apprezzato per le descrizioni della vita militare.

In seguito soggiornò in Italia, e questa permanenza venne immortalata nel testo De Madrid a Nápoles, 1861).

Quattro anni dopo si sposò con Paulina Contreras Reyes, nella città di Granada.

Fu anche per due volte eletto deputato e ministro.

La sua fama letteraria è per lo più dovuta ai racconti e ai romanzi. La sua narrativa fu spesso al centro di dibattiti e polemiche, a causa dei suoi cambiamenti di rotta ideologici.[1]

Fu un appassionato lettore di Edgar Allan Poe, del quale subì anche una lieve influenza.

Tra i suoi lavori più importanti, annoveriamo : El sombrero de tres picos ("Il cappello a tre punte", 1875), che ispirò anche l'omonimo balletto di De Falla, El escándalo ("Lo scandalo", 1875), basato su tematiche religiose e sociali.

Proseguendo con la sua vena moralista, lo scrittore realizzò le sue opere più importanti, El niño de la bola ("Il bambino della palla", 1878) e La Pródiga (1880), una denuncia del dilagare della corruzione dei costumi.

Pedro Antonio de Alarcón è considerato un abile narratore, dallo stile realista e dalle caratterizzazioni di personaggi nel pieno rispetto dell'impronta romantica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Le muse", De Agostini, Novara, 1964, Vol.I, pag.89

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 44294383 LCCN: n79032858