Partito Nazionale Sloveno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Partito Nazionale Sloveno
(SL) Slovenska Nacionalna Stranka (SNS)
Leader Zmago Jelinčič Plemeniti
Stato Slovenia Slovenia
Fondazione 17 marzo 1991
Sede Lubiana
Ideologia Nazionalismo,[1]
Populismo di destra[1]
Euroscetticismo
Xenofobia
Collocazione Estrema destra
Partito europeo -
Seggi Assemblea Nazionale
0 / 90
 (2011)
Seggi Europarlamento
0 / 8
 (2009)
Sito web sns.si

Il Partito Nazionale Sloveno (in sloveno Slovenska Nacionalna Stranka, SNS) è un partito politico sloveno guidato da Zmago Jelinčič. Fu fondato dallo stesso Jelinčič il 17 marzo 1991.

Ideologia[modifica | modifica sorgente]

Il partito, noto per il suo euroscetticismo, non ha particolari preferenze politiche, ma raccoglie consensi in vari strati della società. In un'intervista del 2000 il leader Jelinčič si è definito di sinistra; ciò nonostante, il partito è comunemente considerato di estrema destra.

L'ideologia comprende elementi socialisti e nazionalisti, fra i quali possiamo inserire:

  • regolamentazione economica del mercato
  • laicità e opposizione alla Chiesa cattolica
  • sviluppo della ricerca
  • educazione pubblica
  • tutela delle minoranze slovene in Italia, Austria e Ungheria
  • cambio della bandiera e dello stemma nazionali
  • uscita della Slovenia da UE e NATO
  • rafforzamento delle relazioni con la Serbia e le altre repubbliche dell'ex-Jugoslavia.

Il partito è un sostenitore della Grande Slovenia, cioè di un allargamento dei confini nazionali a danno di Croazia (Istria settentrionale), Ungheria (Szentgotthárd), Austria (Stiria e Carinzia meridionali) e Italia (province di Trieste e Gorizia, Slavia Veneta, Resia).

Molti membri del partito sono stati accusati di razzismo e omofobia a causa delle loro affermazioni contro immigrati (in particolare croati) e omosessuali.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il partito è entrato per la prima volta in parlamento dopo le elezioni del 1992, nelle quali ottenne il 10% e 12 seggi, suo massimo storico. Alle elezioni successive ottenne appena il 3,2% e 4 seggi, per poi stabilizzarsi negli anni 2000 fra il 4 e il 6%.

Il miglior risultato del partito è stato quello delle elezioni presidenziali del 2007, nelle quali il leader Zmago Jelinčič si piazzò al quarto posto con il 19,2%.

Alle elezioni politiche del dicembre 2011, il partito è crollato all'1,8%, diventando così un partito extraparlamentare dopo 19 anni di presenza nell'Assemblea Nazionale.

Risultati elettorali[modifica | modifica sorgente]

Voti % Seggi
Politiche 1992 119.091 10,02 12
Politiche 1996 34.422 3,22 4
Politiche 2000 47.214 4,39 4
Europee 2004 21.883 5,02 0
Politiche 2004 60.750 6,27 6
Politiche 2008 56.832 5,40 5
Europee 2009 13.227 2,86 0
Politiche 2011 19.786 1,80 0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Parties and elections - Slovenia. URL consultato il 2 settembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]