Paolo Foglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paolo Foglio
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Difensore)
Ritirato 2010 - giocatore
Carriera
Giovanili
1992-1994 Atalanta Atalanta
Squadre di club1
1994-1996 Fiorenzuola Fiorenzuola 52 (6)
1996-1998 Atalanta Atalanta 45 (2)
1998-1999 Verona Verona 33 (1)
1999-2000 Reggina Reggina 15 (0)
2000-2001 Unione Venezia Venezia 33 (2)
2001-2002 Chievo Chievo 2 (0)
2002-2003 Atalanta Atalanta 36 (1)
2003-2004 Siena Siena 7 (0)
2004 Genoa 14 (5)
2004-2006 Siena Siena 33 (1)
2006-2008 Ascoli Picchio Ascoli 13 (0)
2008 AlbinoLeffe AlbinoLeffe 13 (1)
2009-2010 Flag of None.svg Oratorio Leffe  ? (1+)
Nazionale
1993-1994
1997
Italia Italia U-18
Italia Italia U-21
4 (0)
2 (0)
Carriera da allenatore
2010-2013 Flag of None.svg Colle Alto 2014-
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 aprile 2013

Paolo Foglio (Gazzaniga, 8 settembre 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili dell'Atalanta (con cui vince il Torneo di Viareggio 1993[1]), viene ceduto in prestito per due stagioni al Fiorenzuola, in Serie C1, sfiorando la promozione in Serie B nel 1995 e mettendo a segno 6 reti nel campionato 1995-1996. Rientrato a Bergamo, esordisce in Serie A il 15 settembre 1996 nella sfida contro la Fiorentina finita con il risultato di 2-2 allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo[2]. Rimane in nerazzurro per due stagioni di Serie A, fino alla retrocessione del 1998, dopo la quale passa in prestito all'Hellas Verona. Con i veronesi di Cesare Prandelli ottiene la promozione in Serie A, e a fine stagione fa ritorno all'Atalanta, che lo cede alla Reggina[3], neopromossa nella massima serie.

Nella stagione 2000-2001 è al Venezia, con cui ottiene la promozione in Serie A. Nell'estate 2001 l'Atalanta, ancora proprietaria del cartellino, lo cede in comproprietà al Chievo[4], ma a gennaio fa ritorno per l'ennesima volta a Bergamo in cambio di Alessandro Rinaldi[5]: vi rimane una stagione e mezza fino alla retrocessione del 2003[2]. Passa poi in comproprietà al Siena[6] (dove rimane tre stagioni intervallate da sei mesi al Genoa[7]) e Ascoli[8], per una stagione in Serie A e una in B. Svincolato, nel gennaio del 2008 ha firmato un contratto con l'AlbinoLeffe fino al termine della stagione in Serie B[9].

Nel corso della stagione 2009-2010 decide di abbandonare il calcio professionistico per militare nell'Oratorio Leffe[10], compagine dilettantistica bergamasca, nella quale conclude la carriera.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 4 presenze nella Nazionale Under 18, tra il 1993 e il 1994, e 2 apparizioni con la Nazionale Under 21, convocato dal ct Cesare Maldini nel 1997, durante la militanza nell'Atalanta.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la carriera agonistica, intraprende quella di allenatore guidando il Colle Alto, formazione bergamasca impegnata nel campionato di Seconda Categoria[11]. Nella stagione 2012-2013 ha chiuso il campionato al secondo posto in classifica, ottenendo la promozione in Prima Categoria al termine dei playoff. Successivamente ha allenato il San Lorenzo, nuovamente in Seconda Categoria.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 1993
Atalanta: 1992-1993

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Coppa Carnevale - Torneo Internazionale Giovanile di Viareggio Rsssf.com
  2. ^ a b Paolo Foglio, l'incompiuta con la faccia da girovago Tuttoatalanta.com
  3. ^ Juve, dimenticati di me, La Repubblica, 9 luglio 1999, pag.48
  4. ^ Atalanta: Lorenzi e Foglio in prestito al Chievo Quotidiano.net
  5. ^ Ma attacca anche Vavassori, La Repubblica, 27 gennaio 2002
  6. ^ Said oggi a Firenze, Turchetta se ne va, La Repubblica, 18 luglio 2003
  7. ^ Ecco Scarpi, Foglio e Gemiti Preziosi cala il tris d' assi, La Repubblica, 13 gennaio 2004
  8. ^ UFFICIALE: Foglio all'Ascoli Tuttomercatoweb.com
  9. ^ Ecco Paolo Foglio, Albinoleffe.com, 13-1-2008. URL consultato il 20-11-2008.
  10. ^ Auguri a... Paolo Foglio Tuttoatalanta.com
  11. ^ Scommesse, il parere di Paolo Foglio: "I furbi non ci sono solo nel calcio..." Tuttoatalanta.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]