Panjabi MC

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Panjabi MC
Fotografia di Panjabi MC
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
India India
Genere Rap
Drum and bass
Reggae
Etno-elettronica
Periodo di attività 1993 – in attività
Album pubblicati 16
Studio 16
Sito web

Panjabi MC, pseudonimo di Rajinder Singh Rai (Coventry, 14 febbraio 1975), è un cantante, rapper e disc jockey britannico.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ninder Johal di Nachural Records scopre Panjabi MC seguendo un remix di Kuldeep Manak's "Ghariah Milan De". Il suo primo 12 pollici "Rootz" causa controversie per l'uso di campionamenti dalla canzone Muslim per problemi religiosi. Cosicché il singolo viene ritirato dal mercato, ma il cantante d'origine indiana continua a scrivere, incidere e cantare canzoni. Ma il successo internazionale esplode con "Mundian To Bach Ke" (traduzione dal punjabi "Attenzione ai ragazzi") (1998; prima apparizione nell'album Legalised) con il tema mixato della serie TV Supercar con musica bhangra. Questa hit sarà scaricata via internet in Germania ed in altre zone europee, tra cui il Regno Unito, strada che poi aprirà a Panjabi il mercato industriale europeo. Una versione successiva di Mundian Bach to Ke (del 2003) sarà rifatta dal rapper Jay-Z chiamata "Beware of the boys". Panjabi sarà quindi invitato a molte trasmissioni musicali tra cui la Top of the Pops ed il festival di Sanremo del 2003, e la stessa canzone Mundian To Bach Ke sarà uno dei tanti tormentoni radiofonici e televisivi di quell'anno. È la Motivo la casa discografica che porta in Italia questo brano.

Singoli di successo[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rootz
  • Soluled Out (1993, Nachural Records)
  • Another Sell Out (1994, Nachural Records)
  • 100% Proof (1995, Nachural Records)
  • Grass Roots (1996, Nachural Records)
  • Mirza Part Two (EP) (1997, Nachural Records)
  • Legalised (1998, Nachural Records)
  • Switchin' (EP) (2000, Moviebox)
  • Dhol Jageroo Da (2001, Moviebox)
  • Desi (2002, Moviebox)
  • Indian Breaks (2003, (Compagnia Nuove Indye)
  • Mundian To Bach Ke (2003, Compagnia Nuove Indye)
  • The Album (2003, Editori vari per ogni nazione)
  • Beware (2003, Sequence)
  • Steel Bangle (2005, Moviebox)
  • Illegal (2006, Nupur Audio)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il suo nome deriva dalle sue origini indiane rintracciabili nel popolo punjabi.
  • Panjabi MC è famoso per la sua promozione della fusione tra la musica etnica asiatica, il rap e la musica elettronica. Non usa solamente hip hop ma anche altre stili come il jungle (su "100% Proof"), Garage inglese (su "Desi") e Reggae (su "Desi") nelle sue produzioni.
  • Su "Desi", Panjabi MC usa delle campionature dalla canzone di Ofra Haza "Im Nin' Alu". Usò anche "Planet rock" ("Pyar Wich (Planet Rock Remix)" su Legalised) prima che gli Afrika Bambataa registrassero "Indian Planet Rock".
  • Il singolo "Jatt ho Giya Sharabee", da Beware, è stato usato dalla trasmissione televisiva Heroes (episodio 2, Don't Look Back, mandato in onda il 2 ottobre 2006).
  • Nell'estate 2001, Panjabi MC fa il suo primo concerto canadese al Payal Banquet Hall a Mississauga (Ontario).
  • DJ Ra dirige ed ospita Panjabi uno speciale sull'evento intitolato "The Bhangramentary", mandato in onda dall'Asian Television Network (ATN).
  • L'altro singolo dell'eclettico artista punjabi "Mundian To Bach Ke" è stato utilizzato in un episodio di Queer as Folk.
  • Il brano Jogi è stato inserito nella colonna sonora del film italiano Natale in India (2003).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 66697758 LCCN: no2003092282