Panislamismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il panislamismo (in arabo:اتّحاد الاسلام) è un pensiero politico e religioso che auspica l'unione politica di tutti i popoli islamici in un'unica istituzione, cioè la Dār al-Islām. La forma di stato più proposta è il califfato.

Il movimento nasce come reazione all'espansionismo occidentale e rivendica di essere una difesa antiimperialista ed anticolonialista. Difeso dai sultani ottomani, il pensiero panislamista iniziò ad acquistare peso dopo la prima guerra mondiale, influenzando il programma politico del primo movimento islamista della storia moderna, i Fratelli Musulmani.[1]


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ * Andrea Mura, A genealogical inquiry into early Islamism: the discourse of Hasan al-Banna in Journal of Political Ideologies, vol. 17, nº 1, 2012, pp. 61–85.