Nostromo (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nostromo
Titolo originale Joseph Conrad's Nostromo
Paese Regno Unito, Italia, Germania, Spagna, Stati Uniti d'America
Anno 1996
Formato miniserie TV
Genere drammatica
Puntate 3
Durata 90 min (puntata)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio Stereo
Crediti
Regia Alastair Reid
Soggetto Joseph Conrad
Sceneggiatura John Hale
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Franco Di Giacomo
Montaggio Frances Parker
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Francesco Bronzi, François de Lamothe
Costumi Danilo Donati
Effetti speciali Giovanni Corridori, Alberto Minelli, Franco Ragusa
Produttore Fernando Ghia, James Ordonez, Maurizio Mattei (produttore)
Produttore esecutivo Michael Wearing
Casa di produzione BBC, Rai, Televisión Española, WGBH-TV, Tayrona Entertainment Group, Prixit
Prima visione
Prima TV Regno Unito
Dal 1996
Al 1996
Rete televisiva BBC 2
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 5 gennaio 1997
Al 12 gennaio 1997
Rete televisiva Rai 1

Nostromo (Joseph Conrad's Nostromo) è una miniserie televisiva in tre puntate del 1996 diretta da Alastair Reid e con protagonisti gli attori Claudio Amendola, Colin Firth, Albert Finney e Claudia Cardinale, rispettivamente nei ruoli di Nostromo, di Charles Gould, del dottor Monygham e di Teresa Viola. La serie è basata sull'omonimo romanzo scritto da Joseph Conrad nel 1904 ed è stata co-prodotta dalla BBC, dalla Rai, dalla Televisión Española e dalla WGBH-TV.

La miniserie è stata trasmessa in anteprima mondiale il 25 giugno 1996 durante la quarantottesima edizione del Prix Italia[1] ed è stata successivamente trasmessa in prima visione dal canale britannico BBC 2 divisa in quattro parti. In Italia la miniserie è stata trasmessa in prima visione su Rai 1 dal 5 al 12 gennaio 1997,[2] mentre negli Stati Uniti d'America è stata trasmessa sul canale PBS nel programma contenitore Masterpiece Theatre dal 5 al 7 gennaio 1997.[3][4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paolo Calcagno, Raiuno rivede la rotta del Nostromo in Corriere della Sera, 26 giugno 1996. URL consultato il 5 agosto 2013.
  2. ^ Claudio Magris, Aldo Grasso, Nostromo in Tv, eroe troppo perfetto in Corriere della Sera, 7 gennaio 1997. URL consultato il 5 agosto 2013.
  3. ^ (EN) Masterpiece Theatre, Season 26, Episode 8, Nostromo (1). URL consultato il 5 agosto 2013.
  4. ^ (EN) Masterpiece Theatre, Season 26, Episode 10, Nostromo (3). URL consultato il 5 agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione