Nikolaj Andrianov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nikolaj Andrianov
Bundesarchiv Bild 183-K0516-0006-001, Madrid, Nikolai Andrianov.jpg
Dati biografici
Nome Nikolaj Efimovič Andrianov
Nazionalità URSS URSS
Altezza 166 cm
Peso 60 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Palmarès
Giochi olimpici estivi 7 5 3
Mondiali 4 8 0
Europei 10 6 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 luglio 2009

Nikolaj Efimovič Andrianov (Vladimir, 14 ottobre 1952Vladimir, 21 marzo 2011) è stato un ginnasta sovietico, vincitore di quindici medaglie ai Giochi olimpici (sette ori, cinque argenti e tre bronzi).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

A undici anni Andrianov entra a far parte della società sportiva Burevestnik e frequenta la Scuola sportiva per bambini e ragazzi di Vladimir, dove è allenato da Nikolai Tolkachev.

I primi successi in campo internazionale arrivano nel 1971 ai Campionati europei di Madrid dove conquista due ori, due argenti e due bronzi.

Nei nove anni successivi conquista quindici medaglie olimpiche, dodici mondiali ed altre quattordici europee. Si ritira nel 1980.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 Andrianov fu ammesso nella Hall of fame della ginnastica artistica e dal 2002 diresse una scuola sportiva specializzata nella ginnastica artistica di Vladimir.

Nel 2010 rese noto di essere affetto da atrofia multi-sistemica (AMS) allo stadio avanzato.[1] È scomparso nel marzo 2011 all'età di 58 anni.[2]

Era sposato con la collega connazionale Lyubov Burda, due volte campionessa olimpica.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato
Giochi olimpici 1972 Germania Monaco di Baviera Corpo libero Oro
Concorso a squadre Argento
Volteggio Bronzo
1976 Canada Montreal Concorso individuale Oro
Corpo libero Oro
Anelli Oro
Volteggio Oro
Concorso a squadre Argento
Parallele Argento
Cavallo Bronzo
1980 URSS Mosca Squadre Oro
Volteggio Oro
Concorso individuale Argento
Corpo libero Argento
Parallele Bronzo
Mondiali
Europei

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Notizia dall'International Gymnast Magazine Online (en)
  2. ^ Notizia della morte dall'International Gymnast Magazine Online (en)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 52480357