Andreea Răducan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andreea Raducan
Andreea Raducan -2-.jpg
Dati biografici
Nome Andreea Mădălina Răducan
Nazionalità Romania Romania
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Corpo libero
Categoria Senior International
Ritirata 2002
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Oro Sydney 2000 Squadre
Argento Sydney 2000 Volteggio
Gnome-emblem-web.svg  Mondiali
Oro Tientsin 1999 Squadre
Oro Tientsin 1999 Corpo libero
Oro Gand 2001 Squadre
Oro Gand 2001 Trave
Oro Gand 2001 Corpo libero
Argento Tientsin 1999 Trave
Bronzo Gand 2001 Volteggio
Bronzo Gand 2001 Individuale
Wikiproject Europe (small).svg  Europei
Argento Parigi 2000 Corpo libero
Bronzo Parigi 2000 Squadre
 Coppa del Mondo
Oro Glasgow 1999 Trave
Oro Montreux 2000 Trave
Oro Montreux 2000 Trave
Oro Monaco 2000 Corpo libero
Oro Glasgow 2000 Corpo libero
Oro Glasgow 2000 Trave
Oro Nagoya 2001 Volteggio
Oro Parigi 2002 Trave
Oro Glasgow 2002 Trave
Argento Nagoya 2001 Trave
Argento Glasgow 2002 Corpo libero
Argento Zurigo 1999 Volteggio
Argento Zurigo 1999 Corpo libero
Argento Pusan 1999 Corpo libero
Argento Cottbus 2000 Trave
Argento Nagoya 2000 Individuale
Bronzo Glasgow 1999 Corpo libero
Bronzo Zurigo 1999 Parallele
Bronzo Zurigo 1999 Trave
Bronzo Pusan 1999 Volteggio
Bronzo Glasgow 2000 Parallele
Bronzo Bercy 2002 Corpo libero
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al ottobre 2001

Andreea Mădălina Răducan (Bârlad, 30 settembre 1983) è un'ex ginnasta rumena. Oggi lavora come modella, giornalista, autrice ed è una conosciuta celebrità in Romania. Ha vinto sei ori in carriera tra Olimpiadi e Campionati mondiali ma è più conosciuta per il caso di doping che la fece salire agli onori della cronaca durante le Olimpiadi del 2000.[1]

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

La Raducan cominciò a fare ginnastica a quattro anni e mezzo, rivelando nel corso degli anni particolari abilità a corpo libero, trave e volteggio, per la varietà di elementi presentati e l'espressività nelle coreografie. Cominciò a farsi conoscere tra il 1997 e il 1998, quando vinse svariate medaglie in incontri internazionali (Europei, International Team Championships, Chunichi Cup) e guadagnò il soprannome di "rumena capace di ballare" in virtù di una particolare espressività e capacità nel ballo che allora scarseggiava tra le ginnaste rumene.[2]

Le sue musiche del corpo libero sono state Las Carretas Del Rocio (1998-2000 [3]), Reel Around The Sun (2000 [4]), Eclipse (2001 [5]), e un mix di Meet Her At The Love Parade e Right in the Night (2002 [6]).

1999: passaggio a senior[modifica | modifica sorgente]

Durante il suo primo anno come senior la Raducan vinse due ori ai Mondiali di Tientsin 1999, uno al corpo libero e uno con la squadra. Si piazzò inoltre quinta nel concorso generale individuale e vinse l'argento alla trave.Altri suoi trionfi durante quest'annata includono titoli al corpo libero alla Swiss Cup e al Trofeo Massilia e il titolo alla trave al Grand Prix di Glasgow.

Andreea Răducan nel 1999

2000: Olimpiadi di Sydney[modifica | modifica sorgente]

Nel 2000 la Raducan vinse molte gare di Coppa del Mondo. Non ebbe però molto successo agli Europei di Parigi dove si piazzò "solo" quinta alla trave e sesta nell'AA. Vinse un argento al corpo libero a parimerito con Elena Produnova e Viktoria Karpenko e un bronzo con la sua squadra.

Andreea Raducan nel 2000

La Raducan venne convocata, insieme a Simona Amânar, Maria Olaru, Andreea Isarescu, Loredana Boboc e Claudia Presecan, per le Olimpiadi di Sydney 2000, dove contribuì all'oro nel concorso a squadre e vinse un argento al volteggio.

La Raducan vinse inoltre il concorso generale individuale, ma venne subito dopo squalificata, perché risultò positiva alla Pseudoefedrina, sostanza considerata dopante. Questa era in realtà contenuta in una medicina prescrittale dal medico della squadra per curare un raffreddore. Anni dopo, il Comitato Olimpico Internazionale riconobbe l'innocenza dell'atleta, ma non le restituì la medaglia.[7] Al contrario di quanto molti pensano, Simona Amanar non restituì la medaglia ad Andreea, in quanto la stessa Raducan la rifiutò.[8]

2001-2002[modifica | modifica sorgente]

La ginnasta continuò a gareggiare per un anno e mezzo, partecipando ai Mondiali di Gent del 2001, dove vinse tre ori (corpo libero, trave e nel concorso a squadre) e due bronzi (AA, volteggio). Si ritirò nel 2002. Scarsa motivazione, una performance deludente ai mondiali di quell'anno, un infortunio e pressione sempre crescente verso di lei furono le ragioni del ritiro.[9]

Letteratura, televisione e spettacolo[modifica | modifica sorgente]

Il caso di doping nel quale venne coinvolta la Raducan la rese molto popolare, infatti scrisse anche un libro intitolato Reversul Medaliei ("L'altro lato della medaglia"), tradotto anche in inglese ("The Other Side Of The Medal").[10]

Venne inoltre contattata da una televisione rumena perché presentasse un programma itinerante, Fabrica de Medalii ("Fabbrica di Medaglie"), dedicato a seguire la vita delle atlete che si allenano nelle varie palestre di ginnastica in Romania. Oltre a questo programma, la Raducan ne ha presentati molti altri riguardanti lo sport in Romania.

In Romania inoltre esiste la "Coppa Andreea Raducan", un torneo nazionale per principianti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gymn Forum:Andreea Raducan
  2. ^ Risultati in gara (incompleti)
  3. ^ Andreea Raducan Floor Music 1998-2000
  4. ^ Andreea Raducan Floor Music 2000
  5. ^ Andreea Raducan Floor Music 2001
  6. ^ Andreea Raducan Floor Music 2002
  7. ^ Fluff documentary
  8. ^ Transcripts:Episodes 11-20
  9. ^ Annuncio ritiro
  10. ^ Book Launch Interview

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]