Metropolitan Opera House

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 40°46′22″N 73°59′03″W / 40.772778°N 73.984167°W40.772778; -73.984167

Metropolitan Opera House
Metropolitan Opera House At Lincoln Center.jpg
Il Metropolitan Opera House
Ubicazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Località New York
Dati tecnici
Tipo opera
Capienza 3.800 posti
Realizzazione
Costruzione 1880
1966
Architetto J. Cleaveland Cady
Wallace K. Harrison
Sito ufficiale

Il Metropolitan Opera House (anche abbreviato con Met) è un teatro situato al Lincoln Center nell'Upper West Side a New York. Fu fondato nell'aprile del 1880 ed è considerato il teatro d'opera più grande del mondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Met nel 1905
L'interno del vecchio Metropolitan Opera House, visto dal palcoscenico durante un concerto del pianista Josef Hofmann, 28 novembre 1937

Il primo Metropolitan Opera House era situato tra la 39ª e la 40ª Strada a Broadway. L'edificio venne progettato dall'architetto J. Cleaveland Cady, che aveva scelto, per l'esterno, un aspetto tipicamente industriale caratterizzato dai mattoncini gialli delle facciate; questa caratteristica procurò al teatro il soprannome di The Yellow Brick Brewery, ovvero la fabbrica dai mattoni gialli. Il teatro venne inaugurato il giorno 22 ottobre dell'anno 1883 con Faust (opera), in italiano, con Italo Campanini (tenore), Christina Nilsson e Sofia Scalchi. Il suo primo direttore fu l'impresario teatrale Henry Abbey, primo manager della Metropolitan Opera Company di New York.

Una grande protagonista delle prime due stagioni è stata Marcella Sembrich che è tornata dal 1898 al 1909 raggiungendo 466 recite.

Dal 1885 al 1897 ha diretto il grande Anton Seidl in 480 recite.

Il teatro fu completamente distrutto da un incendio nove anni dopo, il 27 agosto 1892; questo costò l'annullamento della stagione teatrale 1892-1893. La costruzione del nuovo teatro, nello stesso luogo di quello precedente, fu affidata alla società Carrère and Hastings, formata dagli architetti John Merven Carrère e Thomas Hastings. Il nuovo teatro venne aperto nel 1903 e, nel 1906, venne installato il sipario caratterizzato dal suo colore oro.

Dal 1891 al 1901 ha cantato il grande Jean de Reszke in 339 recite. Dal 1891 al 1903 ha cantato il grande Édouard de Reszke in 679 recite. Dal 1893 al 1904 ha cantato la grande Emma Calvé in 262 recite. Dal 1893 al 1910 ha cantato la grande Nellie Melba in 238 recite. Dal 1895 al 1899 ha cantato la grande Lilli Lehmann in 265 recite. Dal 1903 al 1920 ha cantato il grande Enrico Caruso in 863 recite. Dal 1906 al 1922 ha cantato la grande Geraldine Farrar in 672 recite. Dal 1908 al 1910 ha diretto il grande Gustav Mahler in 54 recite. Dal 1908 al 1915 ha diretto il grande Arturo Toscanini in 480 recite.

Nel 1910 avvenne la prima assoluta di La fanciulla del West di Giacomo Puccini diretta da Arturo Toscanini con Emmy Destinn, Enrico Caruso, Pasquale Amato, Angelo Badà ed Antonio Pini-Corsi e nel 1918 di Il trittico. Sempre nel 1910 avviene la prima assoluta di Königskinder di Engelbert Humperdinck diretta da Alfred Hertz con la Farrar, Louise Homer e Pini-Corsi, nel 1912 di Mona di Horatio Parker diretta da Hertz con la Homer, nel 1913 Cyrano di Walter Damrosch diretta da Hertz con Amato e Frances Alda, nel 1914 Madeleine di Victor Herbert con la Alda, nel 1915 Madame Sans-Gêne (opera) diretta da Toscanini con la Farrar, Giovanni Martinelli (tenore), Amato, Minnie Egener ed Angelo Badà, nel 1916 Goyescas di Enrique Granados con Martinelli, Flora Perini e Giuseppe De Luca, nel 1917 The Canterbury Pilgrims di Reginald De Koven, nel 1918 Shanewis di Charles Wakefield Cadman con Thomas Hardie Chalmers, nel 1919 The Legend di Joseph Carl Breil con Rosa Ponselle e L'oiseau bleu di Albert Wolff con la Perini e la Egener e nel 1920 Cleopatra's Night di Henry Hadley con la Alda.

Dal 1918 al 1937 ha cantato la grande Rosa Ponselle in 411 recite. Dal 1923 al 1950 ha cantato il grande Lawrence Tibbett in 603 recite.

Nel 1927 avviene la prima assoluta di The King's Henchman di Deems Taylor diretta da Tullio Serafin con Tibbett, nel 1931 Peter Ibbetson di Taylor diretta da Serafin con Tibbett, Lucrezia Bori, Badà e la Egener, nel 1933 The Emperor Jones di Louis Gruenberg diretta da Serafin con Tibbett, nel 1934 Merry Mount di Howard Hanson diretta da Serafin con Tibbett e nel 1937 The Man Without a Country di Damrosch con Helen Traubel.

Nel 1940 la sala subì alcuni cambiamenti, che la portò fino alla capienza di 3.625 persone sedute e 244 in piedi.

Dal 1941 al 1959 ha diretto il grande Bruno Walter in 119 recite. Dal 1942 al 1954 ha diretto il grande George Szell. Dal 1949 al 1953 ha diretto il grande Fritz Reiner in 156 recite. Dal 1954 al 1960 ha diretto il grande Dimitri Mitropoulos in 208 recite.

Nel 1942 ha avuto la prima assoluta di The Island God di Gian Carlo Menotti diretta da Ettore Panizza con Leonard Warren, Astrid Varnay e Raoul Jobin.

Nel 1948 il teatro ha trasmesso Otello (Verdi) con Ramón Vinay, Licia Albanese e Warren alla televisione American Broadcasting Company e nel 1949 Der Rosenkavalier. Nel 1950 Carmen (opera) con Risë Stevens è stata trasmessa con Televisione a circuito chiuso.

Nel 1958 avviene la prima assoluta di Vanessa di Samuel Barber diretta da Mitropoulos con Eleanor Steber, Rosalind Elias, Regina Resnik, Nicolai Gedda e Giorgio Tozzi.

Deciso di costruire un nuovo teatro nell'area del Lincoln Center, il vecchio teatro venne chiuso con una serata di gala (Gala Farewell) il 16 aprile 1966 con l'ultima apparizione al Met di Zinka Milanov, Leopold Stokowski, Mary Curtis Verna, Kurt Baum e la Steber. L'edificio originale, non avendo ottenuto lo status di monumento fu abbattuto nel 1967.

Il nuovo Metropolitan Opera House venne aperto al pubblico per la prima volta la sera del giorno 11 aprile 1966, con la messa in scena de La fanciulla del West di Puccini con Gaetano Bardini e Cesare Bardelli. L'inaugurazione ufficiale avvenne il 16 settembre, con la prima assoluta di Antony and Cleopatra di Samuel Barber diretto da Thomas Schippers e la regia di Franco Zeffirelli con Justino Díaz, Leontyne Price, Ezio Flagello e la Elias.

Da allora, si alternano sul palcoscenico la Metropolitan Opera Company e la compagnia di balletto American Ballet Theatre.

Nel 1967 avviene la prima assoluta di Mourning Becomes Electra di Marvin David Levy con Sherrill Milnes.

Il Met (come è anche chiamato) è conosciuto nel mondo anche per le sue trasmissioni radio dal vivo. La stagione radiofonica va generalmente da dicembre a maggio. La prima trasmissione, il 25 dicembre 1931, fu Hänsel und Gretel di Engelbert Humperdinck.

Dal 1973 ne è tuttora direttore stabile il celebre direttore d'orchestra americano James Levine che ha debuttato al Met nel 1971 arrivando a dirigere in 2445 recite nel teatro fino al maggio 2014.

Dal 1977 il Met ha iniziato anche le trasmissioni televisive in Broadcasting con La bohème diretta da Levine con Renata Scotto, Luciano Pavarotti, Ingvar Wixell, Paul Plishka, Italo Tajo e le scenografie di Pier Luigi Pizzi vista da oltre quattro milioni di persone.

Nel 1991 è avvenuta la prima assoluta di The Ghosts of Versailles di John Corigliano diretta da Levine con Teresa Stratas, Gino Quilico, Renée Fleming e Marilyn Horne, nel 1992 di The Voyage di Philip Glass con Tatiana Troyanos, nel 1999 di The Great Gatsby di John Harbison diretta da Levine con Jerry Hadley, Dawn Upshaw, Susan Graham e Lorraine Hunt Lieberson, nel 2005 di An American Tragedy di Tobias Picker diretta da James Conlon con la Graham, Dolora Zajick, Jennifer Larmore e Graham Phillips e nel 2006 di The First Emperor di Tan Dun con Plácido Domingo.

Dal 2005 ha debuttato il direttore Fabio Luisi che è stato nominato direttore principale del medesimo teatro nel settembre 2011 e che fino ad oggi ha diretto in 162 recite.

Dal 2008 gli spettacoli sono trasmessi su Radio satellitare.

Ogni stagione il Met produce 200 recite di opere che sono viste da 800.000 persone.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'interno della sala

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Il Metropolitan Opera House è uno degli edifici che compongono il Lincoln Center for the Performing Arts e costituisce l'edificio fondale della Lincoln Center Plaza. L'edificio, progettato dall'architetto Wallace K. Harrison, è rivestito in travertino bianco; la facciata principale, rivolta verso est, è abbellita da cinque grandi archi poggianti su pilastri quadrangolari.

L'atrio custodisce due murales opera di Marc Chagall, entrambi di 9,1 m x 11. Essi raffigurano Il trionfo della Musica (parete di sinistra) e Le fonti della musica (parete di destra). Il foyer è caratterizzato dallo scalone che collega i vari piani dell'edificio e da 11 lampadari in cristallo raffiguranti le costellazioni.

Nella sala del teatro, possono trovare posto 3.800 persone sedute e 195 in piedi. Il proscenio è largo 16 metri e alto 16, Il sipario principale è damascato d'oro ed è il più grande del mondo. Il palcoscenico è altamente meccanizzato, questo permette ogni settimana la rappresentazione di sette spettacoli di 4 o 5 produzioni differenti.

Organo a canne[modifica | modifica wikitesto]

L'organo a canne del teatro è stato costruito tra il 1965 e il 1966 dalla ditta organaria Æolian-Skinner Organ Company (opus 1444). Lo strumento, a trasmissione elettrica, ha 20 registri suddivisi fra le due tastiere, di 61 note ciascuna, e la pedaliera, di 32 note, per un totale di 1.289 canne. Di seguito, la sua disposizione fonica:

Prima tastiera - Great Organ Enclosed
Prinzipal 8'
Bourdon 8'
Oktav 4'
Superoktav 2'
Mixtur IV-VI
Seconda tastiera - Swell
Gemshorn 8'
Rohrflöte 8'
Flute harmonique 4'
Blockflöte 2'
Ripieno IV
Bombarde 16'
Trompette 8'
Pedal
Subbass 32'
Subbass 16'
Prinzipal 8'
Gemshorn 8'
Prinzipal 4'
Contrebombarde 32'
Bombarde 16'
Bombarde 8'

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]