Medio Atlante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Catena dell'Atlante

Il Medio Atlante (in tamazight: Atlas Anammas ⴰⵟⵍⴰⵙ ⴰⵏⴰⵎⵎⴰⵙ) è parte della catena montuosa dell'Atlante ed è localizzato in Marocco in una regione montagnosa con più di 100,000 km² o 15% del territorio situato oltre i 2 000 metri. Il Medio Atlante è la più settentrionale delle tre catene di montagne dell'Atlante che definiscono un grande altipiano che si estende, verso est, in Algeria. A sud del Medio Atlante e separato dai fiumi Moulouya e Oum Er-Rbia, si trova l'Alto Atlante che si estende per 700 km. con una successione di picchi tra i quali dieci superano i 4.000 metri. A nord del Medio Atlante, separata dal fiume Sebou, la catena del Rif costituisce un'estensione della cordigliera Betica, che comprende la Sierra Nevada nel sud della Spagna. La bertuccia è originaria del Medio Atlante e si trova solo in una ristretta gamma di località del Marocco e dell'Algeria.

La neve persiste nel Medio Atlante in inverno e può comparire a partire da 600 metri sul livello del mare. La sua attraente costa rocciosa non è molto ospitale. Il bacino del Sebou non è solo la via di comunicazione principale tra Marocco Atlantico e Mediterraneo, ma è una zona, bagnata dalle acque provenienti dalla catena del Medio Atlante, che costituisce la principale regione agricola del Paese.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Cartina che evidenzia le principali componenti della catena dell'Atlante attraverso il Nord Africa (topografica e politica)

Le province del Medio Atlante coprono un'area di 23,000 km² e comprendono il 18% della superficie montagnosa totale del Marocco. Le province di Khènifra, Ifrane, Boulmane, Sefrou, Khemisset, El Hajeb, come anche parte delle province di Taza e di Beni Mellal, si trovano nella regione del Medio Atlante. Béni Mellal, sita sul fiume Oum Er-Rbia, è indicata come "la porta del Medio Atlante."

Il Medio Atlante è un massiccio montuoso di 350 km di lunghezza sito nel nord-est del Marocco ed ha un fascino unico. La sua biodiversità, sia di fauna che di flora, fa del Medio Atlante una significativa meta turistica. La regione è nota per la presenza della bertuccia (Macaca sylvanus), primate in via di estinzione. Questa scimmia, nella preistoria, ebbe una distribuzione molto più ampia in tutto il nord del Marocco. [1] Anche il cinghiale e la puzzola si trovano all'interno della catena del Medio Atlante[2]

La sua struttura geomorfica è:

  • Principalmente calcare.
  • Rocce tabulari a ovest, ad altitudini fra 800 e 1.000 metri.
  • Rocce piegate a nord-est a quote superiori a 3000 m, con la vetta più elevata nel Jbel Bou Naceur a 3340 m.
  • Inframmezzato da altopiano vulcanico

Lungo i pendii delle montagne si trovano vaste foreste di cedri solcate da profonde valli. Confinante con il ricco Plaine du Saïs e le città di Fes, Meknes e Beni Mellal, il corso montuoso del Medio Atlante è la roccaforte delle tribù berbere che parlano la lingua tamazight e vivono in una zona a densità di popolazione molto bassa.

Area di piantagine di cedri a Khénifra

Il Medio Atlante è attraversato da una delle principali strade di accesso al sud marocchino, che collega Fes con Tafilalet. Situato a nord-est della catena dell'Atlante, il Medio Atlante si conclude ad Oriente con il Parco Nazionale Tazekka, [3], un paesaggio pieno di stretti canyon e grotte. Nel sud di Sefrou, le foreste di cedri, di lecci e di quercus suber si alternano a pozze d'acqua, contenute in conetti vulcanici, piene di pesci lacustri. Il gioiello del Medio Atlante è il Parco Nazionale di Ifrane situato fra Khenifra e Ifrane.

Le cime più elevate del Medio Atlante sono: Jbel Bou Naceur (3340 m), Jbel Mouâsker (3277 m) a nord e Jbel Bou Iblane (3172 m) vicino a Immouzer Marmoucha.

Clima[modifica | modifica sorgente]

A causa della sua elevazione il Medio Atlante è coperto da neve durante i mesi invernali ed ha un clima fresco durante l'estate. La città di Ifrane gode di neve sufficiente, durante i mesi invernali, da conferirle un aspetto abbastanza raro in Africa: si tratta di una stazione sciistica.

Maggiori bacini idrografici[modifica | modifica sorgente]

  • Bacino del Sebou: superficie di circa 40,000 km², sbocca nell'Oceano Atlantico.
  • Bacino dell'Oum Er-Rbia: superficie di circa 35,000 km², sbocca nell'Oceano Atlantico.
  • Bacino del Bou Regreg: superficie di circa 10,000 km², sbocca nell'Oceano Atlantico.
  • Bacino del Moulouya: nasce nella regione di Almssid e copre sia il Medio che l'Alto Atlante, con una superficie di circa 74,000 km², sbocca nel Mar Mediterraneo.

Il Medio Atlante dà contributi abbondanti e flussi relativamente regolari a questi fiumi. Sono stati sviluppati laghi artificiali per il controllo delle inondazioni, per migliorare il turismo, e per creare riserve idriche a sostegno dello sviluppo dell'arboricoltura importante per il settore agricolo della regione.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ C. Michael Hogan. 2008
  2. ^ Marshall Cavendish Corporation. 2006
  3. ^ Il Parco Nazionale Tazekka, creato nel 1950, si estende su 137,37 km ²

Coordinate: 33°30′N 4°30′W / 33.5°N 4.5°W33.5; -4.5