MediEvil Resurrection

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MediEvil Resurrection
Sviluppo SCE Cambridge Studio
Pubblicazione Sony Computer Entertainment
Serie MediEvil
Genere Azione
Tema Medioevo, Fantasy, Horror
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation Portable
Supporto UMD
« Bella mossa amico! »
(Al Zalam)

MediEvil: Resurrection è un videogioco per la PSP della Sony. È un remake del gioco MediEvil, uscito nel 1998 per PlayStation, e come tale ne segue la trama pur palesando molte differenze nella struttura dei livelli e del gameplay. È stato pubblicato il 1º settembre 2005 negli Stati Uniti, in Europa il 13 settembre 2005.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Sono passati 100 anni dalla battaglia in cui il perfido mago Lord Zarok venne sconfitto dalle forze armate del re Pellegrino, anni in cui la pace ha regnato sovrana nelle terre di Gallowmere. Lungo tutto questo tempo Zarok ha meditato vendetta ed ora è pronto a portarla in atto. Grazie alle sue arti magiche Zarok ha incantato tutti i cittadini di Gallowmere, rendendoli così suoi schiavi, e resuscitato i morti dalle loro tombe. Inavvertitamente il suo incantesimo ha riportato in vita la salma di Sir Daniel Fortesque, capitano della Guardia Reale ai tempi della prima battaglia ed indicato come colui che sconfisse lo stregone. Toccherà dunque a Dan il compito di sconfiggere nuovamente Lord Zarok portando così la pace su Gallowmere.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Sir Daniel Fortesque (doppiato da Jason Wilson): era capitano della Guardia Reale quando cadde durante la prima batteria di frecce nemiche nella Battaglia di Gallowmere. La sua morte tempestiva gli impedì di partecipare effettivamente alla battaglia, ma nonostante questo venne considerato da tutti come un eroe. Viene riportato in vita casualmente dall'incantesimo di resurrezione dei morti fatto dal mago Lord Zarok nel tentativo di conquistare Gallowmere. Dan, inizialmente titubante, capisce che questa è l'occasione giusta per meritarsi la fama di eroe fino ad allora immeritata.
  • Zarok (doppiato da Pino Pirovano): stregone malvagio appartenente un tempo alla corte di Re Pellegrino. Fu esiliato per le sue ricerche sui morti e la sua sete di vendetta scaturì la famosa Battaglia di Gallowmere. Sconfitto, tornerà a minacciare Gallowmere circa un secolo dopo.
  • Al-Zalam (doppiato da Claudio Ridolfo): presumibilmente un Genio proveniente dall'oriente i cui poteri sono stati rubati da Zarok. Ora vive "abusivamente" nel cranio di Dan. La sua presenza è molto utile al protagonista in quanto dispensatore di consigli. Non si risparmia però dal prendere in giro Dan in molte occasioni.
  • Morte (doppiato da Riccardo Rovatti): aiuterà Dan a salvare Gallowmere indicandogli i posti in cui sono stati nascosti i pezzi della Pietra di Anubi

La sala degli Eroi[modifica | modifica sorgente]

Le armi si possono ottenere al Salone degli eroi: ogni nemico ha dentro di sé delle anime che devono essere liberate; in ogni livello sarà presente un Calice delle Anime in cui raccogliere le anime liberate dai nemici; se alla fine del livello il calice sarà pieno, Dan avrà l'onore di visitare il Salone degli Eroi, una specie di Valhalla in cui riposano i più grandi eroi del passato e che possono essere evocati con uno dei Calici. Ogni volta che Dan ne evocherà uno, apparirà uno di questi eroi che per cortesia o per pietà, lo aiuterà donandogli un'arma. Il Salone si divide in due piani: salone minore e salone superiore. Dan dovrà rendere omaggio prima agli eroi del salone minore prima di poter accedere a quello superiore. Inoltre se Dan riuscirà a compiere la sua missione, avrà assicurato un posto al piano minore.

Eroi del salone[modifica | modifica sorgente]

  • Tim l'Astuto

Eroe del salone minore di nobili origini, combatté nella battaglia di Gallowmere, e con la sua balestra uccise Lord Kardok, fido condottiero di Zarok, trafiggendogli l'occhio con un tiro da mille metri circa. Dona a Sir Daniel la Balestra e la Balestra degli Eroi.

  • Stanley il Fabbro Ferraio

Eroe del salone minore, una volta famoso Fabbro Ferraio del villaggio che Zarok ha addormentato, ricorda a Daniel di "Johnny lo Zombie" e della sua presenza in circolazione. Dona a Sir Daniel il Martello , che sostiene servisse per schiacciare noci.

  • Woden il Potente

Eroe del salone minore, tratta Daniel con alterigia e compiacenza definendolo "sdentatello attira frecce", tuttavia gli dona la Spada lunga e la Spada degli Eroi.

  • Imanzi Shongama

Eroina del salone superiore, è un'amazzone innamorata di Daniel, che chiama Dany. Dona lui una Lancia e 1 Fiala dell'energia.

  • Ravenhoose Ultimo Principe dei Centauri

Eroe del salone superiore, è un centauro morto da diecimila anni. Giudica Daniel privo di nobiltà. Gli dona l'Arco lungo, l'Arco lungo infuocato, l'Arco lungo magico.

  • Bloodmonath lo Spacca-crani

Eroe del salone superiore, è un boia carnefice, racconta che attorno a se' aveva sempre corpi decapitati. È invidioso di "Fortesquissimo" (lo pseudonimo con cui chiama Daniel) e vorrebbe essere al suo posto nella lotta contro i non morti. Parla con una flessione russa, sebbene abbia probabilmente origini scozzesi (lo si deduce dal kilt); gli donerà l'Ascia.

  • Karl Sturnguard

Eroe del salone superiore, è un templare, odia gli altri eroi del salone perché considerano la miglior strategia l'attacco, mentre egli crede che per vincere una guerra servano gli scudi. Parla con una flessione tedesca. Tratta Daniel con rispetto e gli dona lo Scudo d'oro.

  • Dirk il leale

Eroe del salone superiore, è un templare, al contrario di Sturnguard "preferirebbe gettarsi nella mischia con un vassoio da tè piuttosto che con lo scudo da donnicciola". Parla con una flessione romanesca. Dona a Dan la Spada magica.

  • Megwynne la Doma-tempeste

Eroina del salone superiore divenuta una divinità dopo aver respinto dal suo villaggio i barbari armata solo di un forcone e di un matterello, dona a Dan le Saette.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Dan potrà usufruire di varie armi nell'arco del gioco:

Armi ravvicinate[modifica | modifica sorgente]

  • Spada di legno: immediatamente a disposizione nella cripta di Dan. Ottima per fare pratica, inutile sui nemici. Si trova nel Livello "la Cripta di Dan"
  • Spada corta: prima vera arma a disposizione. Può essere utilizzata in combinazione con uno scudo. Si può trovare nel livello "Il Cimitero"
  • Spada lunga: spada a due mani, molto potente. Donatagli da Woden il Potente.
  • Spada degli eroi: simile alla spada corta, ma dorata e molto più potente. Sempre donatagli da Wooden il Possente.
  • Spada magica: dai riflessi blu, è una spada a due mani. È la seconda spada più potente del gioco. Donatagli da Dirk il Leale.
  • Bastone: è una arma speciale, ha un danno limitato ed è soggetta ad usura. È l'unica con cui si può trasportare il fuoco e distruggere massi. Si trova nel Cimitero.
  • Martello da guerra: un martello gigante, impiega un po' di tempo per attaccare ma può distruggere alcune oggetti nell'arco del gioco; molto utile con gli scheletri guerrieri. Donatagli da Stanley il Fabbro Ferraio.
  • Lama di Odino: l'arma più forte del gioco; è una spada a due mani nera dai bordi rossi, ottenibile solo dopo aver vinto tutti gli otto gettoni dei mini-giochi nelle pianure di Gallowmere.
  • Armatura di Scaglie di Drago: armatura presa dal Drago, è indispensabile per proseguire la storia. Dan, con questa, è capace di sputare fuoco e di attraversare indenne fiumi di lava.

Armi da lancio[modifica | modifica sorgente]

  • Coltelli da lancio: normali pugnali utilizzabili per attacchi a distanza. Il loro danno è basso. Se ne possono trasportare 250 E si trovano per la prima volta nel "Cimitero".
  • Balestra: viene donata da Tim l'astuto nel Salone degli Eroi. Ottima per gli attacchi a distanza. Si possono trasportare 200 frecce.
  • Balestra degli eroi: versione dorata e potenziata della balestra. Si possono portare 200 frecce.
  • Arco lungo: primo tipo di arco donato a Dan da Ravenhoose il centauro nel Salone degli Eroi. È più potente della Balestra e si possono portare 150 frecce.
  • Arco infuocato: più potente dell'arco lungo, ma con le frecce infuocate. Se ne possono portare 100 frecce.
  • Arco magico: come l'arco infuocato, ma col danno letteralmente superiore, se ne possono portare solo 50 frecce.
  • Fulmine: l'arma a distanza definitiva. Ci viene donato Megwynne la Doma-tempeste nel Salone degli Eroi. A differenza degli altri capitoli della saga, il fulmine è ricaricabile per 250 monete.

Armi sia ravvicinate sia da lancio[modifica | modifica sorgente]

  • Braccio di Dan: è la prima arma a disposizione di Dan. Si tratta del suo braccio sinistro e può essere usato come arma da lancio. Il suo effetto "boomerang" fa in modo che non venga mai perso.Si trova nel livello "la Cripta di Dan".
  • Ascia: funzionale come il braccio di Dan, è probabilmente l'arma più utile di tutto il gioco (avendo una buona potenza d'attacco combinata alla possibilità di effettuare l'attacco a distanza, senza contare il fatto che è inesauribile). Viene donato da Bloodmonath lo Spacca-Crani nel Salone degli Eroi.
  • Lancia: può essere usato sia per i combattimenti ravvicinati che a distanza. Ci viene donata da Imanzi Shongama nel Salone degli Eroi.
  • Cosce di pollo: un'arma speciale che quando colpisce un nemico si trasforma in un pollo arrosto che dà energia. Sono reperibili alla fine del fiumiciattolo di lava nella cripta di Dan.

Scudi[modifica | modifica sorgente]

  • Scudo di bronzo: il primo scudo a disposizione. Il suo limite di resistenza è di 150 punti. Si trova nel Cimitero.
  • Scudo d'argento: scudo intermedio. Il suo limite di resistenza è di 250 punti. Si trova nel livello "Ritorno al Cimitero" e "il Villaggio Dormiente".
  • Scudo d'oro: lo scudo più resistente. Il suo limite di resistenza è di 400 punti. Viene donato a Dan da Karl Stungard.

Boss[modifica | modifica sorgente]

Il mondo di MediEvil Resurrection è costellato da una vasta gamma di nemici fra cui zombie, mummie, demoni, folletti, scheletri pirata e soldati meccanici. Oltre a questi vi sono anche una serie di nemici di fine livello:

  • Demone di vetro: è il custode del Mausoleo di Hilltop. Può essere evocato distruggendo il suo cuore di cristallo custodito nelle segrete del Mausoleo stesso.
  • Lupi di pietra: sono i custodi del passaggio verso le pianure di Gallowmere. Sono immuni a tutti gli attacchi diretti e possono essere colpiti solamente nello stesso istante in cui attaccano.
  • Pumpky-Wunky: è una zucca gigante, praticamente il re delle zucche, si trova alla fine del livello Gola delle zucche. Un tempo, la strega delle zucche era ai suoi ordini, l'aveva creato lei, ma poi, dopo il tradimento, chiede a Dan di ucciderlo. In cambio gli darà un pezzo della pietra di Anubi.
  • Mr. Ascia: si trova alla fine del livello Dentro al Manicomio, si può colpire solo mentre cerca di tirare fuori dal pavimento la sua ascia.
  • Demonietti: sono dei demoni alati che stanno nel livello Foresta Incantata, si possono colpire con armi a distanza,o saltando con le armi ravvicinate. Hanno la capacità di lanciare delle palle energetiche e far cadere dei massi su Dan.
  • Drago: è il custode dell'armatura di scaglie di drago.
  • Capitano Pirata: si trova nel penultimo livello, La nave fantasma. Per ucciderlo bisogna usare 2 cannoni da accendere con il fuoco usando il bastone.
  • Lord Kardok: è un cavaliere fantasma agli ordini di Zarok. Per attaccare usa una versione più potente dell'arco magico. Lo si può affrontare durante l'ultimo livello del gioco.
  • Zarok: è il nemico finale, come da trama. Molto potente, può assumere varie forme ed evocare soldati non-morti al proprio cospetto.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Così come nei due precedenti capitoli della saga, la colonna sonora del gioco è ad opera di Bob & Barn (pseudonimo dei compositori inglesi Paul Arnold ed Andrew Barnabas). Oltre ad una serie di nuovi brani ed al riarrangiamento dei temi portanti del primo MediEvil, il compartimento audio di MediEvil Resurrection ha potuto usufruire di una intera orchestra di 80 membri provenienti dalla Filarmonica di Praga e diretti dal maestro Nick Raine. Tutti i brani sono stati registrati dal vivo a Praga presso il Barrandov Recording Stage.

Differenze con la versione originale[modifica | modifica sorgente]

  • Se nella versione originale per PlayStation l'ambientazione era cupa e tenebrosa, MediEvil Resurrection mette in risalto il lato comico e grottesco dei personaggi grazie alle spassose sequenze animate in cui spiccano i brillanti dialoghi e citazioni di ogni tipo. Notevole è anche il contributo dato dalla mimica facciale del protagonista, sempre più umano nelle sue espressioni.
  • In questa nuova avventura Sir Fortesque non è più solo. Il suo compagno di viaggio è infatti il piccolo ed astuto folletto Al-Zalam, ospite indesiderato del cranio di Dan ma che in più occasioni lo aiuterà nel suo viaggio.
  • Rispetto all'originale sono stati omessi diversi livelli: Le caverne delle formiche, Il serpente delle Zucche, Il parco del manicomio, La gola di Gallows, Il vestibolo, Il segnatempo, Le caverne di cristallo, Il lago. Il primo è compensato da un'altra missione che Dan deve comunque svolgere per la Strega della Foresta mentre il secondo è stato fuso con La Gola delle Zucche. Gli ultimi due sono stati invece sostituiti da L'isola del drago e Porto Scorbuto. Per compensare la minor durata del gioco sono stati introdotti una serie di mini-giochi utili al conseguimento di bonus e denaro.
  • Durante la battaglia finale con Zarok quest'ultimo si trasforma in un enorme cobra. In realtà nella versione originale diventava una sorta di drago con il viso umano.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nell'arco dell'intero gioco vengono fatti continui riferimenti e citazioni in chiave parodistica sugli stereotipi del fantasy medievale. Cosa ancor più curiosa è che sono gli stessi protagonisti a farli, come se vivessero gli eventi della trama dal punto di vista del giocatore. Molti sono anche i riferimenti, sempre in chiave umoristica, alla cultura del XX secolo.
  • Nell'arco del gioco incontrando i gargoyles-venditori , durante i dialoghi prima della finestra che consentira' al giocatore di comperare oggetti, questi prendono in giro Daniel Fortesque per la sua spilorceria , un chiaro riferimento alla versione originale , dove questi gargoyles facevano pagare caro prezzo gli oggetti che vendevano, ed il giocatore era costretto a spendere meno soldi possibili
  • L'esercito di demoni evocato da Zarok è composto da esseri chiamati Fazgul, evidente riferimento ai Nazgul, spettri appartenenti all'universo tolkieniano de Il Signore degli Anelli.
  • Riferendosi al proprio pezzo della Pietra di Anubi, la Strega delle Zucche usa l'appellativo di "tesssoro". Chiaro è l'omaggio a Gollum, noto personaggio presente nella saga de Il Signore degli Anelli.
  • Una volta battuto il Demone di vetro nel Mausoleo di Hilltop, Al-zalam esclamerà: "Per le sacre mutandine di Brit-Nih, Dea delle canzoncine Pop!", alludendo ovviamente alla nota cantante pop Britney Spears.
  • Durante l'adattamento in italiano alcuni giochi di parole e riferimenti sono stati omessi in quanto poco comprensibili a chi non è di origine anglosassone. Fra questi vi è un frase che Al-Zalam usa quando Dan cade in acqua per errore, ovvero: "Nice move, Davey Jones!" (in italiano "Bella mossa, amico!"). Il nome usato nella frase suona come un'evidente storpiatura del più noto Davy Jones, immaginario diavolo marino che, secondo la leggenda, custodiva le anime dei marinai morti in mare.
  • Quando Zarok si trasforma nel cobra, ricorda molto Jafar dal film Disney Aladdin

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi