MediEvil 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Le cose sono cambiate da quando sei partito. Il mondo è cambiato, ma i problemi sono sempre i soliti! »
(Winston)
MediEvil 2
Medievil2.png
dal livello "Kensington"
Sviluppo SCEE Studio Cambridge
Pubblicazione Sony Computer Entertainment
Serie MediEvil
Data di pubblicazione 9 maggio 2000
Genere Azione
Tema Medioevo, Fantasy, Horror
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation
Preceduto da MediEvil
Seguito da MediEvil Resurrection

MediEvil 2 è il seguito del popolare gioco per Sony PlayStation, MediEvil. È stato pubblicato il 9 maggio 2000 in tutto il mondo.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Londra, 1886. A 500 anni precisi dalla sconfitta del perfido Zarok, Sir Daniel Fortesque si gode il riposo eterno e la fama di eroe conquistata. L'eroe di Gallowmere riposa ora nel British Museum in una sala a lui dedicata. Ma il sonno è lungi dall'essere eterno: alcune pagine del libro degli incantesimi di Zarok sono state ritrovate e si trovano ora nelle mani di Lord Palethorn, un perfido nobile inglese dalla smisurata sete di potere. Nel tentativo di radunare un esercito di invicibili non-morti per conquistare Londra, Palethorn risveglierà anche Dan dal suo sonno secolare che, grazie all'aiuto del Professor Hamilton Kift e del suo servo spettrale Winston, si rimetterà in opera per riportare la pace.

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

  • Sir Daniel Fortesque (doppiato da Claudio Moneta): l'eroe di Gallowmere viene ridestato nuovamente dal suo profondo sonno centenario. Appare come uno scheletro in armatura privo di mascella e dai modi goffi. È il protagonista del gioco.
  • Professor Hamilton Kift (doppiato da Antonio Paiola): personaggio strampalato il professore. Appare come un omino dalla testa grossa e dalle mani meccaniche (si scoprirà, nell'arco del gioco, che le ha perse durante una spedizione). Oltre a dare informazioni a Dan, fornisce anche utili armi in cambio dei calici colmi d'anime sparsi lungo i livelli.
  • Winston (doppiato da Luca Sandri): è lo spiritello che accoglie nuovamente Dan nel mondo dei vivi. È aiutante del Professor Kift, nonché suo fedele compagno. Nell'arco del gioco lo troviamo più volte a dispensare informazioni riguardo allo svolgimento dei livelli.
  • Kiya (doppiata da Silvana Fantini): mummia di una antica principessa egizia, novantunesima moglie di Ramsete II, viene riesumata dalla sua tomba nel British Museum da Dan. I due legano molto nell'arco del gioco fino a raggiungere un certo livello di intimità fino a innamorarsi.
  • Lord Palethorn (doppiato da Claudio Moneta): è colui che ritrova le pagine perdute del libro degli incantesimi di Zarok. La sua impudenza fa sì che un incantesimo di resurrezione venga scagliato su tutta Londra dando così nuovamente vita ai morti. Il suo unico scopo è quello di ritrovare tutte le pagine mancanti e di conquistare il mondo,è un uomo inglese che per via dell'incantesimo di resurrezione viene tramutato in una sorta di uomo-mostro,il suo aspetto e simile ad un uomo con fattezze mostro-demoniache,come ad esempio la pelle rossa.
  • Mander (doppiato da Antonio Paiola): braccio destro di Palethorn, Mander ha l'aspetto di una lucertola umanoide a causa dell'incantesimo che ha colpito l'intera città. È particolarmente veloce e difficile da colpire.
  • Dogman: anch'egli colpito dall'incantesimo lanciato dal suo padrone, Lord Palethorn, Dogman deve il suo nome all'aspetto canoideo che ora gli appartiene. Non troppo astuto come personaggio, in combattimento risulta estremamente pericoloso data l'ingenza dei danni che è capace di arrecare.
  • L'imbroglione: è un astuto mercante che venderà a Dan tutto ciò di cui ha bisogno... a caro prezzo! Non è in grado di parlare e si esprime a gesti e versi. Sostituisce i gargoyle del primo Medievil.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

MediEvil 2 ripropone sommariamente tutte le tipologie di nemici presenti nel precedente capitolo, anche se in quantità più esigua. Fra i più presenti vi sono zombie, folletti o in generale morti viventi. Vi sono anche una serie di boss di fine livello:

  • Il Tirannosauro: è un enorme scheletro composto da ossa di vari dinosauri a cui viene donata la vita dall'incantesimo di Palethorn. Custodisce l'uscita del British Museum, primo livello del gioco.
  • Elefante d'acciaio è un elefante d'acciaio costruito e comandato dai folletti del Freakshow sfuggiti al loro ammaestratore. Dan lo affronterà nel tendone centrale del circo.
  • Iron Slugger: è il pugile meccanico di Palethorn che Dan dovrà sfidare in un match all'ultimo colpo.
  • Il Conte: vampiro millenario, si allea a Palethorn nella speranza di tornare a dominare sul genere umano. Affronterà Dan direttamente nella sua tana, a Wulfrum Hall.
  • Lo squartatore: l'omicida di Whitechapel è un avversario piuttosto potente. Il suo aspetto aracnoide, l'innata velocità e le mani da cui fuoriescono acuminati artigli, lo rendono uno fra gli avversari più temibili dell'intero gioco.
  • Il demone: è un enorme demone alato il cui capo è sostituito da un teschio caprino. Viene invocato da Palethorn come ultima risorsa per contrastare Dan.

Armi[modifica | modifica sorgente]

Così come nel precedente capitolo, Dan potrà usufruire di una serie di armi bianche fra cui spade e martelli da guerra. Trovandosi però nel diciannovesimo secolo, l'uso degli archi è stato ovviato dall'uso di pistole ed archibugi. Di seguito la lista delle armi del gioco:

  • Braccio: come nel primo episodio sarà possibile staccare un braccio dal corpo di Dan è utilizzarlo come mazza o come arma da lancio, in stile Boomerang.
  • Spada Corta: la prima vera e propria arma trovata da Dan nel Museo. Si trova all'interno di una teca della sala opposta alla bara di Dan. Come nel primo capitolo è possibile usare un attacco speciale per eliminare ogni nemico intorno a Dan.
  • Pistola: seconda arma trovata da Dan nel Museo. È un'arma a distanza dalla potenza simile a quella della balestra.
  • Torcia: arma utilizzata per fare luce nei luoghi oscuri e bruciare i nemici.
  • Bastone: la prima arma ricevuta con l'ottenimento del Calice. Sembra un normalissimo bastone da passeggio, ma possiede un attacco speciale che rilascia un'aura di distruzione attorno a Dan.
  • Martello di Thor: ha un'importanza maggiore rispetto al martello del primo MediEvil perché ha potenza e raggio maggiori. Può schiacciare i nemici e rilasciare un'aura distruttiva attorno a Dan.
  • Balestra: la balestra rilascia dei dardi che possono rimbalzare contro i muri.
  • Ascia: è un'ascia bipenne di discreta potenza, può essere lanciata contro i nemici e torna indietro come un boomerang
  • Bombe: delle granate che esplodono dopo tre secondi dal rilascio. Possono anche essere accese per esser lasciate cadere senza lanciarle premendo due volte X.
  • Spada incantata: lama equivalente allo spadone del primo MediEvil. Ha un potere magico che diminuisce col passare del tempo, che può essere ricaricato dal mercante. L'attacco speciale è identico a quello della spada corta. A differenza del precedente capitolo la spada non appare come arma a sé stante, bensì come potenziamento della spada corta.
  • Schioppo: arma che rilascia più proiettili contemporaneamente. Lenta a caricare tra un colpo e l'altro ma molto potente.
  • Balestra Incendiaria: praticamente identica alla balestra normale ma incendia i nemici e, anche se minimamente, fa luce.
  • Spada Magica: lama equivalente alla spada magica del primo MediEvil. È la più potente arma da mischia del gioco e ha il potere magico potenziato rispetto alla spada incantata, inoltre il potere non si consuma.
  • Fulmine: arma che rilascia fulmini, che possono concatenarsi e attaccare più nemici contemporaneamente. Non può essere ricaricata dal mercante.
  • Fulmine del bene: arma utilizzata nel combattimento contro Jack lo squartatore. Può essere utilizzata per curare Keya durante il combattimento contro Jack, perdendo però anche la propria energia.
  • Mitragliatrice: è l'ultima arma, ottenibile prima dell'ultimo livello. Rilascia a gran velocità una moltitudine di proiettili ed è una delle armi a distanza più potenti del gioco.
  • Cosce di pollo: arma ottenibile nel minigioco al FreakShow. Lanciando le cosce di pollo ai nemici, essi si trasformeranno in dei polli arrosto, che mangiati ti permettono di riottenere energia.

Livelli di gioco[modifica | modifica sorgente]

Nel gioco sono presenti diversi luoghi realmente esistenti, generalmente relativi al periodo vittoriano. I livelli di gioco regolari ammontano a 20. Di seguito l'elenco completo:

Innovazioni[modifica | modifica sorgente]

In questo capitolo, oltre ad una grafica molto migliorata rispetto al capitolo precedente, viene introdotto un nuovo sistema di gestione delle armi; Dan potrà difatti equipaggiare due armi contemporaneamente, siano esse per il combattimento ravvicinato che per quello a distanza. Si potrà inoltre passare dalla prima alla seconda arma con una semplice combinazione simultanea di tasti, rendendo così più veloce l'azione durante i combattimenti. Una maggiore attenzione è stata inoltre rivolta alla gestione dei danni subiti durante gli atterraggi. Dan perderà energia ogni qualvolta si getterà da una considerevole altezza a differenza del precedente capitolo. Fondamentale importanza è stata data anche alle "mani zombie", rintracciabili lungo tutto l'arco del gioco, ora utilizzabili come supporto per la testa di Dan e che saranno utili al fine di esplorare aree altrimenti inaccessibili e risolvere enigmi.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Come nel precedente capitolo, la colonna sonora del gioco è stata curata dal duo Bob & Barn (pseudonimo dei compositori inglesi Paul Arnold ed Andrew Barnabas) che pur non disponendo di una vera orchestra (l'intero lavoro è realizzato con campionatori e sintetizzatori) sono riusciti a cogliere l'atmosfera decadente e lugubre dell'Inghilterra vittoriana in cui è ambientato il gioco.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel primo livello di gioco, ambientato all'interno del British Museum, è presente una statua di Zarok con didascalia a fianco narrante le vicende della battaglia di Gallowmere e di come "l'eroico" capitano della Guardia Reale, Daniel Fortesque, abbia sconfitto lo stregone riportando così la pace in tutto il regno.
  • Alcuni livelli di gioco riprendono luoghi realmente esistenti della città di Londra come il British Museum, Kensington (Londra),l'Osservatorio di Greenwich, Kew Gardens, Whitechapel e la Cattedrale di San Paolo (Londra)
  • Il livello La macchina del Tempo è ambientato in una fittizia sezione (inaccessibile nel primo livello del gioco) del British Museum dedicata a delle fantasiose quanto irrealizzabili future conquiste dell'Impero Britannico nei successivi decenni al 1883 (anno di ambientazione del gioco): "tra pochi anni, enormi bacon volanti voleranno nei cieli inaugurando una nuova gloriosa era delle comunicazioni radio-foniche. I telefoni saranno sostituiti da piccoli cappelli senza fili che invieranno informazioni direttamente al cervello." "Entro il 1910 la Luna diventerà parte del grande impero coloniale Britannico".
  • Pur non possedendo né mascella né palpebre, in questo capitolo Daniel riesce a parlare e a chiudere gli occhi a differenza del precedente episodio in cui la mancanza di suoni articolati era sostituita da una serie di versi confusi ed indistinti.
  • Nell'edizione italiana del gioco appare accreditato il doppiatore Giorgio Melazzi sia nel manuale che nei titoli di coda, nonostante in realtà non abbia prestato la voce ad alcun personaggio. Curiosamente, al contrario, Claudio Moneta che dà la voce a ben due dei personaggi principali (Fortesque e Palethorn) non è stato accreditato.
  • Il tema musicale presente nel livello Iron Slugger è un omaggio alla canzone Eye of the Tiger della band AOR Survivor, nonché tema portante della colonna sonora del film Rocky III.
  • La tribù dei Mullock è un riferimento ai Morlock, popolo che vive nel sottosuolo nel romanzo di H. G. Wells "La macchina del tempo". Lo stesso dicasi per la macchina usata da Dan per viaggiare nel tempo, disegnata sul modello di quella ne L'uomo che visse nel futuro, pellicola del 1960 liberamente tratta dal romanzo di Wells.
  • Il personaggio de "Lo squartatore" è ispirato alla figura storica di Jack lo squartatore, serial killer mai identificato attivo nel quartiere popolare di Whitechapel nell'autunno del 1888, che terrorizzò l'intera città di Londra.
  • Come nel primo MediEvil, anche in questo vi è un finale alternativo determinabile dal numero di calici raccolti durante il gioco che tuttavia rimane completamente aperto e privo di una conclusione definitiva. Nonostante ciò non è ancora stato prodotto un seguito.
  • Il Professor Hamilton Kift esiste veramente,è uno dei programmatori del videogioco e il suo nome è Martin Hamilton Kift.
  • La storia somiglia al film d'animazione americano Scooby Doo e il fantasma della strega.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi