Mathilde d'Udekem d'Acoz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mathilde
Mathilde d'Udekem d'Acoz.
Mathilde d'Udekem d'Acoz.
Regina consorte dei Belgi
Stemma
In carica Dal 21 luglio 2013
Investitura 21 luglio 2013
Predecessore Regina Paola
Successore in carica
Nome completo Jonkvrouw Mathilde Marie Christiane Ghislaine d'Udekem d'Acoz
Nascita Uccle Belgio, 20 gennaio 1973
Casa reale Sassonia-Coburgo-Gotha
Padre Conte Patrick d'Udekem d'Acoz
Madre Contessa Anna Maria Komorowska
Consorte di Filippo del Belgio
Figli Principessa Elisabetta, Duchessa di Brabante
Principe Gabriel
Principe Emmanuel
Principessa Eléonore

Mathilde, regina dei Belgi (nata Ec. Jonkvrouw Mathilde Marie Christiane Ghislaine d'Udekem d'Acoz; Uccle, 20 gennaio 1973), è la moglie del re dei Belgi Filippo. Di ascendenza nobile belga e polacca, è la prima regina consorte del Belgio di origine belga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia e famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Re Filippo e la Regina Mathilde fra le onda di folla a Bruxelles dopo il giuramento di Filippo come nuovo sovrano belga.

Mathilde d'Udekem d'Acoz è nata il 20 gennaio 1973 ad Uccle. Anche se suo nonno e suo zio erano baroni, lei e suo padre erano membri della nobiltà senza titolo. In quanto tale, fino alle nozze, ha avuto diritto all'onorifico Jonkvrouw, che grossomodo è comparabile al titolo britannico di Lady.

Il padre di Mathilde era il conte (precedentemente Jonkheer) Patrick d'Udekem d'Acoz (Uccle, 28 aprile 1936 – Ottignies-Louvain-la-Neuve, 25 settembre 2008), figlio del barone Charles d'Udekem d'Acoz (Gand, 8 marzo 1885 - Proven, 7 dicembre 1968), che era di nobili antenati valloni; sua madre è la contessa Anna Maria Komorowska (nata il 24 settembre 1946 a Białogard in Polonia), figlia del conte Leon Michał Komorowski (Siedliska, 14 agosto 1907-1992) e della principessa polacca Zofia María Sapieha di Krasiczyn,(Bobrek, 10 ottobre 1919 - Herstal, 14 agosto 1997).
Dopo il suo matrimonio con il principe Filippo del Belgio, il duca di Brabante, nel 1999, Alberto II, re dei Belgi elevò la famiglia d'Udekem d'Acoz dal rango baronale a quello comitale, ereditaria nella discendenza maschile. Con l'ascesa del principe Filippo, duca di Brabante, al trono del Belgio, Mathilde è diventata la prima regina consorte belga di effettiva cittadinanza belga.[1][2]

Mathilde è la maggiore di cinque figli.[3] Ha tre sorelle minori ed un fratello minore: Jonkvrouw Marie-Alix d'Udekem d'Acoz (16 settembre 1974 - aprile, 1997), Margravina Elisabeth von Pallavicini, nata Contessa d'Udekem d'Acoz (17 gennaio 1977) sposata con il Margravio Alfonso von Pallavicini da cui ha avuto due figli, la Margravina Olympia ed il Margravio Adalberto, la Contessa Hélene d'Udekem d'Acoz (22 settembre 1979) fidanzata con il Barone Nicolas Janssen, ed il Conte Charles-Henri d'Udekem d'Acoz (13 maggio 1985).

Il 29 marzo 2008 Henri d'Udekem d'Acoz, zio della principessa Mathilde, disse ad un giornale belga che suo fratello Patrick era stato ricoverato all'Ospedale Erasmus ad Anderlecht e stava morendo. Il conte era in un coma irreversibile e in condizioni critiche. Henri dichiarò che suo fratello era malato da gennaio e che la sua malattia lo aveva progressivamente messo in coma. Henri registrò che Mathilde aveva visitato suo padre in ospedale, così come gli altri membri della famiglia reale.[4][5] Il 25 settembre 2008 fu annunciato che il conte era morto a 72 anni ad Ottignies.[6]

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

La regina Mathilde ha frequentato la scuola secondaria presso le suore dell'Institut de la Vierge Fidèle a Bruxelles. Ha poi studiato logopedia presso l'Institut Libre Marie Haps di Bruxelles dal 1991 al 1994 e conseguito il diploma con "grande distinction" (equivalente al menzione speciale delle università italiane).

Mathilde ha poi lavorato come logopedista in un proprio studio a Bruxelles dal 1995 al 1999. Ha inoltre studiato psicologia all'Université catholique de Louvain ed ottenuto il diploma in psicologia con "distinction" nel 2002.

Parla francese, olandese, inglese e italiano. Sua madre, che ha trascorso gran parte della sua vita al di fuori della Polonia, non le ha insegnato il polacco, ritenendo che non fosse necessario. Quindi, Mathilde conosce solo poche parole in polacco[7].

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

L'annuncio del fidanzamento di Mathilde con l'allora principe Filippo, che non era mai stato seriamente legato con qualsiasi donna, fu una sorpresa per il paese. Mathilde sposò Filippo il 4 dicembre 1999 a Bruxelles, civilmente al municipio di Bruxelles e religiosamente nella Cattedrale di Saint Michel e Saint Gudula. Fu resa principessa del Belgio l'8 novembre 1999 (titolo pubblicato il 13 novembre 1999 ed effettivo dal 4 dicembre 1999)

La coppia ha quattro figli:

La principessa Elisabetta, primogenita della coppia, è la prima nella linea al trono, prima dei suoi fratelli e di sua sorella, che sono al secondo, terzo e quarto posto nella successione.[8]

Mathilde è anche madrina di due principesse: la principessa Alexia dei Paesi Bassi e la principessa Isabella di Danimarca.

Titoli, trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Jonkvrouw Mathilde d'Udekem d'Acoz (1973–1999)
  • Sua altezza reale la principessa Mathilde del Belgio, duchessa di Brabante, contessa d'Udekem d'Acoz (1999–2013)
  • Sua maestà la regina dei Belgi (2013-oggi)

Prima del matrimonio, per mezzo di un decreto regio dell'8 novembre 1999, Mathilde fu resa principessa del Belgio nel suo pieno diritto. Il presente decreto regio è entrato in vigore alla data del matrimonio. La moglie di un principe belga di solito riceve automaticamente questo titolo, ma è ora richiesta una creazione speciale. Inoltre, suo padre e due zii sono stati elevati al rango di conte.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Stemma di Mathilde, duchessa di Brabante

Wapen van Prins Filip en Prinses Mathilde als Hertog en Hertogin van Brabant.svg


Onorificenze belga[modifica | modifica wikitesto]

Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo
— 1999

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Rosa Bianca (Finlandia)
— 2004[9]
Dama di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau (Lussemburgo)
— 2007[10]
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav (Norvegia)
— 20 maggio 2003[11]
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Orange-Nassau (Paesi Bassi) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Orange-Nassau (Paesi Bassi)
— 2006[12]
Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica di Polonia (Polonia)
— 2004[13]
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Cristo (Portogallo)
— 8 marzo 2006[14]
Dama di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (Santa Sede)
— giugno 2010[15]
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 12 maggio 2000[16]
Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Stella Polare (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Gran Croce dell'Ordine della Stella Polare (Svezia)
— 2001[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Coloro che l'hanno preceduta, in ordine di successione, erano francese, austriaca, tedesca, svedese, spagnola e italiana.
  2. ^ Lilian, Principessa de Réthy non fu mai designata ufficialmente come regina consorte.
  3. ^ Geneall
  4. ^ (FR) RTL Info – 'Le père de la princesse Mathilde est mourant'
  5. ^ (NL) Vader prinses Mathilde ligt op sterven
  6. ^ Father of Princess Mathildes passes away - News Summary ROYALBLOG.NL
  7. ^ Wprost Weekly, The Polish-Belgian Queen (Krolowa polsko-belgijska) 21 December-28, 2008
  8. ^ Nel 1991 è stata abolita la legge salica e introdotta la primogenitura assoluta, permettendo alle principesse del Belgio di ascendere al trono e di avere la precedenza sui maschi secondo il naturale ordine di età.
  9. ^ Photo
  10. ^ Photo
  11. ^ Kongehuset
  12. ^ Photo 1, Photo 2
  13. ^ Photo
  14. ^ Orders website
  15. ^ Onorificenze
  16. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  17. ^ Photo

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Regina consorte dei Belgi Successore Royal Standard of the Queen Consort of the Belgians.svg
Paola dal 2013 In carica

Controllo di autorità VIAF: 232078501 LCCN: nb2003031256

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie