Lothar de Maizière

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lothar de Maizière
Lothar de Maizière 2011.jpg

Primo Ministro della Germania Est
Durata mandato 12 aprile 1990 –
2 ottobre 1990
Predecessore Hans Modrow
Successore Carica abolita

Dati generali
Partito politico CDU
Titolo di studio Laurea in Legge
Alma mater Humboldt-Universität zu Berlin
Professione musicista, avvocato

Lothar de Maizière (Nordhausen, 2 marzo 1940) è un politico tedesco. È stato membro della Unione Cristiano-Democratica (CDU) della Germania Est e l'ultimo Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Democratica Tedesca, nel 1990. Nell'autunno 1990 è stato membro dei governo di Kohl come Ministro Speciale per l'ex Germania Est.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Appartiene ad una famiglia di origini francesi aristocratiche e ugonotte, originaria del paese di Maizières-lès-Metz, presso Metz in Lorena, del quale erano balivi nel medioevo e dal quale prendono il nome. La famiglia, in seguito alla revoca dell'editto di Nantes da parte di Luigi XIV, si trasferì nel XVII secolo in Brandenburgo, dove avevano esercitato per alcuni anni pratiche amministrative alla corte degli Hohenzollern e avevano potuto trattenere il titolo nominale ed ereditario di balivo (Balif).

Il cugino di Lothar de Maizière è Thomas de Maizière, politico della CDU e più volte ministro dei governi guidati da Angela Merkel.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato in Turingia, studiò la viola a Berlino Est e suonò nella Berlin Symphony Orchestra prima di intraprendere gli studi di giurisprudenza alla Humboldt-Universität zu Berlin dal 1969 al 1975.

A seguito dell'apertura del governo alla società civile, fu ministro senza portafoglio (con delega alle confessioni religiose) nel breve esecutivo guidato da Hans Modrow.

Nel marzo 1990, a seguito delle prime elezioni libere, fu eletto deputato alla Volkskammer come membro della CDU. Il 12 aprile 1990 successe ad Modrow come Presidente del Consiglio dei ministri, e fu l'ultimo a ricoprire tale incarico.

Da Premier, condusse le trattative con Helmut Kohl per arrivare rapidamente alla riunificazione tedesca, che culminarono nella firma del Trattato sullo stato finale della Germania.

Dopo la riunificazione, fu per breve tempo Ministro degli Affari speciali del governo di Kohl, ma si dimise il 17 dicembre 1990 a causa di voci di passate collaborazioni con la Stasi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Presidente dei Ministri della Repubblica Democratica Tedesca Successore Coat of arms of East Germany.svg
Hans Modrow 12 aprile 1990 - 2 ottobre 1990 carica abolita
Predecessore Ministro degli Esteri della Repubblica Democratica Tedesca Successore Coat of arms of East Germany.svg
Markus Meckel 22 agosto 1990 - 2 ottobre 1990 carica abolita

Controllo di autorità VIAF: 2576865 LCCN: n91084329