Sabine Bergmann-Pohl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sabine Bergmann-Pohl
Bundesarchiv Bild 183-1990-0813-302, Sabine Bergmann-Pohl.jpg

Presidentessa della Volkskammer
Durata mandato 5 aprile 1990 –
2 ottobre 1990
Primo ministro Lothar de Maizière
Predecessore Günther Maleuda
Successore carica abolita

Dati generali
Partito politico CDU

Sabine Bergmann-Pohl (Eisenach, 20 aprile 1946) è una politica tedesca.

È stata l'ultima, per ben 6 mesi, Presidentessa della Camera del Popolo nel 1990 e, in virtù dello scioglimento del Consiglio di Stato e della conseguente riesumazione delle vecchie disposizioni costituzionali tedesco-orientali, ha supplito alla carica soppressa di Capo dello Stato fino all'unificazione con la Repubblica Federale di Germania.

È membro della CDU. Dopo l'annessione alla RFG è stata ministra nel secondo governo di Helmut Kohl dal 1990 al 1991, e sottosegretario fino al 1998. Nel 2002 si è ritirata dalla vita politica, abbandonando il seggio al Bundestag.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidentessa della Camera del Popolo della RDT Successore Flag of East Germany.svg
Günther Maleuda 5 aprile 1990 - 2 ottobre 1990 carica abolita

Controllo di autorità VIAF: 35256786 LCCN: n91122122

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie