Lingua pontica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pontico
Parlato in Grecia, Georgia, Kazakistan, Russia, Turchia
Persone 1.178.000
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingua greca
Codici di classificazione
ISO 639-3 pnt  (EN)
SIL pnt  (EN)

La lingua pontica è una lingua greca parlata in Grecia, Georgia, Kazakistan, Russia e in Turchia.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo stime del 2009, il pontico è parlato da 400.000 persone in Grecia, stanziate in prevalenza in Macedonia, e da 4.000 persone nella Turchia.[1] La lingua è attestata anche in altri paesi, tra cui Azerbaigian, Canada, Georgia, Kazakistan, Russia e Stati Uniti d'America, per un totale complessivo di 1.178.000 locutori.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storia della
lingua greca

(vedi anche: alfabeto greco)
Proto-greco
Miceneo (1600–1100 a.C. circa)
Greco antico (800–330 a.C. circa)
dialetti:
eolico, arcado-cipriota, attico-ionico,
dorico, nord-occidentale, locrese, panfilio;
dialetto siceliota, lingua omerica.

Koinè greca (330 a.C.–330 circa)*
Greco medievale (330–1453)
Greco moderno (dal 1453)
dialetti:
cappadocico, cretese, cipriota,
demotico, italiota (greco-calabro, griko), katharevousa,
pontico, dialetto zaconico, ievanico

  • Date tratte da D. B. Wallace, Greek Grammar Beyond the Basics: An Exegetical Syntax of the New Testament (Grand Rapids 1997), 12.
Distribuzione dei dialetti greci nell'impero Bizantino tra i secoli XII e XV.

Il pontico deriva dal greco attico, con influenze del greco bizantino, del turco e in minor misura del persiano e di varie lingue caucasiche.

La colonizzazione greca delle coste del Mar Nero risale all'antichità ma, dopo la scomparsa dell'Impero bizantino, i greci del Ponto sono rimasti isolati per secoli e la loro lingua si è evoluta indipendentemente, tanto che pontico e greco moderno non sono più mutuamente comprensibili.

Parlato in origine sulle coste meridionali del Mar Nero, l'antico Ponto, nel XVIII e XIX secolo i pontici migrarono sulle coste settentrionali e orientali, in quello che allora costituiva l'Impero russo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ University of Cambridge: News and Events: Endangered language opens window on to past University of Cambridge
  2. ^ (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Pontic in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]