Life thru a Lens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Life thru a Lens
Artista Robbie Williams
Tipo album Studio
Pubblicazione 29 settembre 1997
Durata 52 min : 42 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Rock
Pop
Etichetta EMI
Produttore Guy Chambers
Registrazione Rochester (New York),
marzo-maggio 1997
Robbie Williams - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1998)

Life thru a Lens, il primo album solista di Robbie Williams, esce nell'autunno del 1997, su etichetta EMI. La carriera del giovane cantante al di fuori della popolare boy band dei Take That era in realtà già incominciata quasi un anno prima: nell'estate del 1996, Robbie aveva infatti pubblicato una cover di Freedom '90, arrivata al Numero 2 in Gran Bretagna, che era già stato un grande successo per l'autore della versione originale, George Michael, proprio nell'anno indicato nel titolo della canzone; la specificazione cronologica serviva a distinguere quella Freedom '90 da un precedente successo ottenuto, sempre da George Michael, ma all'interno del noto duo degli Wham!, l'omonima Freedom, seguendo un percorso, da membro di un gruppo a solista, che il cantante nato a il 13 febbraio del 1974, a Stoke On Trent, sembra voler seguire come esempio.

Il brano successivo presentato da Robbie, Old Before I Die (primo singolo estratto da Life thru a Lens), che riscuote un buon successo (di nuovo #2 nel Regno Unito), è invece una canzone leggermente influenzata dal sound rock degli Oasis, i quali, parallelamente a George Michael, sembra abbiano incoraggiato Robbie ad intraprendere definitivamente la carriera da solista. Dopo qualche dubbio iniziale, infatti, era arrivata la decisione improvvisa di lasciare il gruppo nel bel mezzo della promozione del terzo album "Nobody Else", costringendo la casa discografica a ripubblicarne una nuova edizione, con la foto di copertina aggiornata ai quattro componenti superstiti, senza Williams, e ritirando dal mercato la precedente versione, che ritraeva invece il quintetto al completo.

Il secondo singolo estratto dal primo album solista del cantante è Lazy Days, brano che, forse a causa di sonorità tendenti all'heavy metal, non è stato troppo apprezzato dai fans, abituati al soul morbido dei Take That. Il pezzo arriva in realtà fino al #8 della classifica inglese, ma per gli standard a cui il neo-solista era abituato con i Take That, spesso sul podio, quando non direttamente in cima, un tale risultato si configura quasi come un flop.

A Lazy Days segue South Of The Border, più aperta ed estiva, ma che ottiene ancora meno consensi, non riuscendo neanche ad entrare nella Top Ten e fermandosi "soltanto" al Numero 14. Stavolta la ragione di questa accoglienza tiepida è probabilmente da rintracciare nelle pronunciate differenze tra la calda voce principale dei Take That, Gary Barlow, e il timbro più ruvido e acerbo di Robbie Williams, confronti che, soprattutto durante la promozione di un primo disco solista, sono all'ordine del giorno ed inevitabilmente deleteri. Inoltre, anche se l'auto-esiliatosi Robbie aveva già prestato la sua voce alla band interpretando uno dei loro primi grandi successi, Could It Be Magic, in questo periodo, l'ex membro dell'ormai quartetto è evidentemente ancóra alla ricerca di una sua dimensione personale, il che potrebbe averlo portato, come spesso càpita in simili circostanze, ad esagere un tantino nel tentare di differenziarsi a tutti i costi (cosa che emergerà in particolar modo nell'ultimo estratto).

Fino al momento dell'uscita del terzo singolo, l'album non aveva ricevuto larghi consensi, arenandosi (sempre secondo il termine di paragone dei Take That), ai margini della Top Ten nella classifica degli album (# 11 nell'ottobre del 1997), prima addirittura di uscire, seppur momentaneamente, dalla Top 40. Ma con il quarto singolo le cose cambiano e basta sfogliare una qualsiasi rivista musicale dell'epoca per vedere come le vendite di Life thru a Lens salgano letteralmente alle stelle, fino non solo a rientrare tra i dischi caldi, ma raggiungendo persino il Numero 1 nel mese di dicembre, sùbito dopo la pubblicazione di Angels, splendida ballata che lascia il segno (da un sondaggio sulla rivista per teenager "Smash Hits" risulta come la più bella canzone britannica degli ultimi 25 anni), pur senza raggiungere la Top 3, fermandosi al Numero 4.

L'ultimo singolo, pubblicato nella primavera dell'anno successivo, continua la scalata di Williams, ormai lanciato sulla scia del successo della lentissima Angels, nonostante il pezzo presenti un genere radicalmente diverso: un rock scatenato, intitolato Let Me Entertain You, che raggiunge il Numero 3 nel marzo del 1998, anche grazie ad uno spettacolare video, pesantemente ispirato anch'esso all'immaginario heavy metal, in cui Robbie Williams fa il verso al noto gruppo hard rock dei Kiss, abbigliandosi e truccandosi secondo il loro personalissimo stile (il quartetto usava i classici abiti di pelle nera ed era solito presentarsi in pubblico con i quattro membri regolarmente truccati secondo le caratteristiche somatiche animalesche, in genere, e feline in particolare).

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Lazy Days – 3:53
  2. Life Thru A Lens – 3:08
  3. Ego A Go Go – 3:34
  4. Angels – 4:24
  5. South of the Border – 3:54
  6. Old Before I Die – 3:54
  7. One Of God's Better People – 3:33
  8. Let Me Entertain You – 4:21
  9. Killing Me – 3:56
  10. Clean – 3:55
  11. Baby Girl Window – 14:10

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

UK Top 40 Database

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica