Lee Bowman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lee Bowman nel film Maschere di lusso (1942)

Lee Bowman (Cincinnati, 28 dicembre 1914Brentwood, 25 dicembre 1979) è stato un attore cinematografico, teatrale e televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Cincinnati da Luther Lee Bowman ed Elizabeth Pringle Fauntleroy, Lee Bowman si diplomò all'Accademia Americana di Arti Drammatiche nel 1936 e iniziò la sua carriera sul grande schermo con un piccolo ruolo in Swing High, Swing Low (1937).

Dopo una serie di brevi apparizioni non accreditate, apparve in numerose commedie di successo come Che bella vita (1937), Vacanze d'amore (1938), Maschere di lusso (1942), in melodrammi come Un grande amore (1939), e in polizieschi come Delitto al microscopio (1942).

Tra le sue migliori interpretazioni sono da ricordare quelle nei musical Fascino (1944) e Stanotte e ogni notte, entrambi accanto a Rita Hayworth, il primo nei panni di Noel Wheaton, un ricco e noioso corteggiatore, il secondo nelle vesti di Paul Lundy, un ufficiale della R.A.F. innamorato di una ballerina (la Hayworth) nella Londra devastata dai bombardamenti; tra le altre partecipazioni, quelle nel film bellico Bataan (1943), con Robert Taylor, nel dramma Una donna distrusse (1947), con Susan Hayward, e nel noir Bassa marea (1950), con Louis Hayward e Jane Wyatt.

Dall'inizio degli anni cinquanta Bowman si affermò anche come attore televisivo, interpretando lo scrittore e detective Ellery Queen nella serie The Adventures of Ellery Queen (1950-1952), comparendo più volte come ospite nello show Robert Montgomery Presents (1950-1956), e impersonando l'investigatore Jeff Thompson nella serie Miami Undercover (1961), nella quale recitò accanto all'ex campione di boxe Rocky Graziano.

Durante gli anni sessanta Bowman iniziò a diradare l'attività artistica, comparendo una sola volta sul grande schermo nella commedia Scandalo in società (1964) e limitandosi a sporadiche apparizioni televisive nelle serie Indirizzo permanente (1962), Il fuggiasco (1964) e Al banco della difesa (1968).

Giunto alla fine della sua carriera di attore, Bowman diventò uno dei pionieri nello sviluppo di training specifici sulle tecniche di comunicazione per il gruppo dirigente repubblicano a Washington. Dal 1974 fino alla morte ricoprì la carica di presidente del consiglio di amministrazione del Kingstree Group, un'azienda di livello internazionale specializzata in consulenze sulle tecniche di comunicazione a leader politici e manager di tutto il mondo. Durante la sua permanenza nel Gruppo Kingstree, Bowman sviluppò e applicò l'approccio di tipo "conversazionale" alla comunicazione verbale, una tecnica tuttora considerata di immediato impatto e successo nell'ambito delle presentazioni pubbliche, sia politiche che prettamente d'affari, nelle interviste sui comuni mass media.

Lee Bowman morì a Brentwood, Los Angeles (California) il 25 dicembre 1979), per un attacco cardiaco, tre giorni prima del suo sessantacinquesimo compleanno.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49420220 LCCN: no2010130717