Sandro Ruffini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sandro Ruffini

Sandro Ruffini, propriamente Alessandro (Roma, 21 settembre 1889Roma, 29 novembre 1954), è stato un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Recitò agli inizi con Ettore Paladini, Virgilio Talli e Forzano, prima di fondare una propria compagnia con Ricci, Beltramo e la Tricerri.

Fra le sue migliori interpretazioni teatrali, il frate Lorenzo in Giulietta e Romeo diretto da Simoni (1948), Cassio nel Giulio Cesare allestito da Salvini e Squarzina (1949) ed Enrico IV nell'omonima tragedia shakespeariana diretta da Strehler (1951).

{{Definito da Ruggeri uno dei migliori attori italiani}}, era dotato di una splendida voce, che lo rese tra i più attivi doppiatori degli anni trenta e quaranta (sua la voce raffinata di Leslie Howard in Via col vento e di Charlie Chaplin in Luci della ribalta) e acclamato attore radiofonico. Svolse il lavoro di doppiatore sino all'inizio degli anni cinquanta.

Fece parte della prima Compagnia di prosa radiofonica dell'EIAR, costituita su iniziativa di Enzo Ferrieri nel 1932, a Roma. Fu diretto da tutti i più grandi registi radiofonici dell'epoca, da Majano a Morandi, da Masserano Taricco a Pavolini, e interpretò un ricco repertorio che comprese classici (Enrico IV di Shakespeare, 1952; Zio Vanja di Čechov, 1954; Aminta di Tasso, 1954) e contemporanei (Avventura del protagonista di Giannini, 1950; Il gran maestro di Santiago di De Montherlant, 1951; Candida di Shaw, 1951; La maschera e il volto di Chiarelli, 1952; Corruzione a palazzo di giustizia di Betti, 1953; Il contadino morente di Van de Woestijne, 1954).

Nel 1953 è protagonista della serie ad episodi settimanali di Sherlock Holmes, nelle indagini dell'investigatore di Arthur Conan Doyle per la regia di Anton Giulio Majano.

Fu inoltre il protagonista delle serie radiofoniche Le avventure di Sherlock Holmes (1953) e prestò la sua voce ad alcuni documentario radiofonici (Dall'ancien régime alla rivoluzione francese di Alessandro Galante Garrone, 1956) oltre che a letture poetiche (Idillio di von Hofmannsthal, 1954). Tra le sue ultime interpretazioni radiofoniche, Don Giovanni Tenorio di Zorrilla y Moral e Aspettando Godot di Beckett (1954).

Prosa teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film cinema[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]