Lasiurus intermedius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lasiurus intermedius
Lasiurus intermedius.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Tribù Lasiurini
Genere Lasiurus
Sottogenere Dasypterus
Specie L.intermedius
Nomenclatura binomiale
Lasiurus intermedius
H. Allen, 1862
Areale

Distribution of Lasiurus intermedius.png

Lasiurus intermedius (H. Allen, 1862) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi diffuso nell'America settentrionale e centrale. [1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 60 e 89 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 48 e 58 mm, la lunghezza della coda tra 47 e 64 mm, la lunghezza del piede tra 11 e 13 mm, la lunghezza delle orecchie tra 17 e 20 mm e un peso fino a 28 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga e setosa. Il colore generale del corpo è bruno-giallastro, talvolta con dei riflessi nerastri o grigio-giallastri. Il muso è appuntito e largo, dovuto alla presenza di due masse ghiandolari sui lati. Le orecchie sono lunghe, triangolari e con l'estremità appuntita. Il trago è corto, stretto, con l'estremità arrotondata e curvato in avanti. Le membrane alari sono brunastre e attaccate posteriormente alla base delle dita dei piedi. La punta della lunga coda si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio, il quale è densamente ricoperto di lunghi peli dello stesso colore del dorso. Il calcar è lungo e leggermente carenato. Il cariotipo è 2n=26 FNa=42.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia solitariamente tra la Tillandsia usneoides, sotto foglie morte di palme o stocchi di Mais secco. Forma vivai.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti e solitamente cattura le prede a 3-4 metri dal suolo sopra distese erbose formando gruppi fino a 100 esemplari.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Danno alla luce 2-4 piccoli una volta l'anno tra maggio e giugno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa dallo stato messicano di Sinaloa fino all'Honduras e dal Texas, attraverso la Florida, fino al New Jersey. Una popolazione isolata è presente in Costarica.

Vive nelle foreste di latifoglie, conifere e boscaglie spinose fino a 1.600 metri di altitudine.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Sono state riconosciute 2 sottospecie:

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale, la popolazione presumibilmente numerosa e la presenza in diverse aree protette, classifica L.intermedius come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Miller, B. & Rodriguez, B. 2008, Lasiurus intermedius in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lasiurus intermedius in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Reid, 2009, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Webster WD, Knox Jones Jr. J & Baker RJ, Lasiurus intermedius in Mammalian Species, nº 132, 1980.
  • Fiona A. Reid, A field guide to the Mammals of Central America and Southeast Mexico, Oxford University Press, 2009. ISBN 978019534323

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi