La mano sulla culla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La mano sulla culla
La mano sulla culla.jpg
Rebecca De Mornay (Peyton)
Titolo originale The Hand That Rocks the Cradle
Paese di produzione USA
Anno 1992
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia Curtis Hanson
Sceneggiatura Amanda Silver
Fotografia Robert Elswit
Montaggio John F. Link
Effetti speciali Bob Riggs
Musiche Graeme Revell
Scenografia Sandy Reynolds-Wasco
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

La mano sulla culla (The Hand That Rocks the Cradle) è un film del 1992 diretto da Curtis Hanson e interpretato da Annabella Sciorra, Rebecca De Mornay e Matt McCoy.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Claire e Mike Bartel hanno una bella bambina, Emma e aspettano il loro secondogenito. Durante una visita la donna viene però molestata dal dottor Mott suo nuovo ginecologo; sconvolta, la donna ne parla col marito, che le consiglia di rivolgersi alla polizia. Pur non sporgendo denuncia, questo gesto fa sì che altre donne si facciano avanti con la stessa accusa e messo alle strette il dottor Mott si suicida. Dopo il funerale, la moglie del dottore apprende dai legali che tutti i suoi beni e averi sono stati congelati dallo Stato e che dovrà dunque lasciare la casa. La donna è incinta ma, sottoposta a molto stress, dopo una caduta che le causa gravi complicazioni perde il bambino e subisce un'isterectomia che la renderà sterile. Dopo l'operazione, la vedova Mott apprende tramite un telegiornale che la prima ad accusare il marito è stata una donna di nome Claire Bartel.

Claire mette al mondo Joe (Joey nell'originale) e dopo il parto s'impegna nella realizzazione di una serra e di uno steccato attorno alla casa. Per questo assume Solomon, un uomo ritardato che li aiuta nei lavori; Claire vorrebbe inoltre una bambinaia per i due figli, in grado di aiutarla nei lavori di routine. Un giorno si presenta a lei Peyton, che altri non è che la moglie del defunto Dottor Mott sotto mentite spoglie: grazie alla sua dolcezza e alla falsa professionalità (mette un orecchino nella culla di Joe e fa finta di accorgersene poco prima che il bambino lo ingoi) ottiene il posto. La sera stessa del suo trasferimento a casa Bartel, la disturbata Peyton entra nella stanza del bambino e gli dà il suo latte. Da quel momento lo allatterà sempre di nascosto. I piani della donna sono quelli di distruggere la vita di Claire e di farsi amare dal marito e dai figli di quest'ultima, così da prendere il suo posto creandosi una nuova famiglia.

Peyton infatti conquista sempre di più i vari membri della famiglia, in particolare Emma, e questo le torna a suo vantaggio per far passare inosservati i suoi subdoli piani; solo Marlene, un'amica di famiglia ex fidanzata di Mike sospetta che dietro la sua bellezza si nasconda qualcosa di losco. E, infatti, giorni dopo, Peyton ruba dalla borsa di Claire un importante documento del marito che la donna doveva spedire, e lo strappa: quando la donna si reca all'ufficio postale e non lo trova, si agita così tanto da avere un attacco d'asma. Anche Solomon, che ama la famiglia dei Bartel, cade vittima dei piani di Peyton: dopo essere stata sorpresa ad allattare Joe, questa instilla in Claire il dubbio che Solomon tocchi Emma "in modo strano", e fa trovare nel suo carretto delle mutandine della bambina. Mandando via Solomon, Peyton non ha più paura di essere scoperta.

Claire inizia a sentirsi depressa dai tristi avvenimenti che stanno accadendo in casa sua, così Peyton finge con suo marito di essere interessata a organizzarle una festa di compleanno a sorpresa, spingendolo a prendere accordi "in segreto" con Marlene (dopo aver saputo da Emma del passato dei due). Anche in questo caso la donna condiziona Claire a pensare che suo marito non sia al laboratorio come le aveva detto, ma con la sua ex. Poi le fa trovare l'accendino di Marlene nei pantaloni di Mike: quando l'uomo torna a casa, Claire lo accusa di avere una relazione con Marlene, proprio mentre la donna e molti amici sono nel salotto per la festa a sorpresa.

Claire è sempre più afflitta, e si confessa con Mike, chiedendogli di partire in vacanza ma senza Peyton: ha istintivamente capito che è lei la causa di tutto, anche se non le è ancora chiaro come e perché. Peyton ascolta questa conversazione e decide di preparare una trappola per Claire: modifica così il tetto in vetro della sua serra in modo che cada addosso a chi ne apre la porta. Nel frattempo Marlene, che è un agente immobiliare, esamina i documenti della casa del Dottor Mott, e scopre nelle fotografie i sonagli appesi alle finestre dello stesso tipo di quelli che Peyton aveva regalato a Claire al suo arrivo in casa Bartel: capisce così chi la donna sia in realtà, e corre dall'amica per smascherarla. Al suo arrivo tuttavia c'è solo Peyton, e Marlene commette l'errore di rivelarle la sua scoperta: la bambinaia non sapendo più cosa fare per farla tacere, le dice che Claire è nella serra (pensando di utilizzare la trappola che aveva precedentemente preparato appositamente per Claire). Marlene corre quindi a chiamarla ma il tetto le precipita addosso, uccidendola. Quando Claire torna a casa e trova il corpo senza vita di Marlene ha un attacco d'asma, ma Peyton ha sabotato tutti i suoi respiratori. La donna cade a terra priva di sensi, ma viene salvata in tempo dal servizio di emergenza, che chiama prima di perdere completamente i sensi.

Mentre Claire è in ospedale, Peyton ridipinge la stanzetta di Joe e tenta anche di sedurre Mike, senza riuscirci, pensando tuttavia che l'uomo ha dell'interesse nei suoi confronti. Quando Claire ritorna, trova la situazione molto diversa, sentendosi ormai quasi completamente estraniata dalla famiglia. Tutto però cambia quando ritrova una nota nei jeans che indossava il giorno della morte di Marlene, che la invitava a chiamare quest'ultima con urgenza. La donna indaga tra le scartoffie dell'amica che stava leggendo poco prima di uscire dall'ufficio e trova un dépliant della casa in vendita del dottor Mott, vi si reca e, esplorandola, entra nella stanza dei bambini, decorata nello stesso identico modo a quella di Joe e contenente su una mensola un tiralatte, che Peyton nei mesi dopo la morte del marito aveva usato per non perdere il latte. Realizza dunque chi Peyton sia in realtà e quale sia la ragione di tutte le sue disgrazie.

Quando torna a casa e la trova intenta a preparare la cena, Claire le dà un pugno e racconta la verità a suo marito che ordina alla bambinaia di andarsene immediatamente. Ma questa finge soltanto di uscire: in realtà rientra dalla porta dello scantinato, colpendo con una vanga Mike che nella caduta dalle scale si rompe entrambe le gambe; anche Claire viene colpita e sviene. Peyton va quindi al piano di sopra per appropriarsi di Emma e Joe, ma lì trova Solomon che sta aiutando i bambini a scappare. Claire si riprende e li raggiunge, e si batte con la donna. Quando sta per avere la peggio, finge un attacco d'asma allentando la guardia di Peyton: grazie a questo trucco riesce a buttarla fuori dalla finestra, e Peyton morirà.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema