La bisbetica domata (film 1942)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La bisbetica domata
Bisbetica domata 1942.jpg
Amedeo Nazzari e Lilia Silvi in una scena del film
Titolo originale La bisbetica domata
Paese di produzione Italia
Anno 1942
Durata 82 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Ferdinando Maria Poggioli
Soggetto William Shakespeare
Sceneggiatura Sergio Amidei, Gherardo Gherardi, Ferdinando Maria Poggioli
Produttore Produzione Excelsa
Produttore esecutivo Carlo Bugiani
Fotografia Renato Del Frate
Montaggio Mario Serandrei
Musiche Cesare A. Bixio, Felice Montagnini
Scenografia Gastone Medin
Interpreti e personaggi

La bisbetica domata è un film del 1942, diretto dal regista Ferdinando Maria Poggioli tratto dalla commedia di William Shakespeare e girato in forma versione moderna negli stabilimenti di Cinecittà. Nei titoli di testa il nome di Shakespeare non appare.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Caterina, iraconda e intrattabile figlia di un sarto romano, dopo il matrimonio con Pietro, tenta in tutti i modi di maltrattarlo, ma alla fine, dopo una serie di accadimenti preparati dal marito per restituirle tutte le angherie subite, troverà calma e tranquillità tra le braccia di Pietro.

La critica[modifica | modifica wikitesto]

Giuseppe De Santis in Cinema del 10 dicembre 1942 " Sappiamo che qualche anno fa uno dei più autorevoli registi europei, durante la sua breve permanenza a Roma, ebbe per primo l'idea di questa Bisbetica moderna, ambientata in un quartiere periferico della città. L'inconfondibile colore drammatico di quei casamenti ora a due ora a quindici piani, la ressa sboccata e fragorosa delle popolane di quei mercati, la sensuale apatia e la accaldata mollezza di quei giovani che perdono tempo a gruppi dinanzi alle porte dei negozi o dei cinema... È quindi con grande nostalgia che oggi di fronte a questo adattamento di Poggioli, regista erede non si sa come di quella materia, ripensiamo all'antico progetto e agli intenti che lo avevano promosso. Vorremmo chiedergli perché ha ambientato la vicenda shakespeariana in un luogo del quale non si riescono mai ad individuare i confini e dove i personaggi non hanno nulla di tipico. La protagonista Lilia Silvi è di una stucchevolezza che questa volta supera ogni limite."

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema