La Esmeralda (balletto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Esmeralda è un balletto in tre atti e cinque scene ispirato al romanzo Notre-Dame de Paris di Victor Hugo, in origine coreografato da Jules Perrot su musica di Cesare Pugni e disegni di William Grieve (scenario), D. Sloman (macchinista), Mme. Copére (costumi).

Prima rappresentazione a Londra al Her Majesty's Theatre il 9 marzo 1844 con Carlotta Grisi (Esmeralda), Jules Perrot (Pierre Gringoire), Arthur Saint-Léon (Febo), Adelaide Frassi (Fiore di giglio), Antoine Louis Coulon (Quasimodo), Louis François Gosselin (Frollo), M.me Copére (Aloisa).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia è quella del libro di Hugo: una giovane zingara che si innamora dell'ufficiale Febo, osteggiata da Frollo senza però la catastrofe finale.

Oggi il balletto viene rappresentato per intero solo in Russia e in alcune parti dell'Europa dell'Est. Negli altri paesi vengono rappresentati solo degli estratti, il Pas de Deux e il Pas de Six ma soprattutto il Pas de Deux di Diana e Atteone che a dire il vero non è parte originale del balletto ma si ritiene sia un'aggiunta a posteriori di Petipa.


Riprese importanti[modifica | modifica wikitesto]

  • Marius Petipa per il Balletto Imperiale in 4 atti e 5 scene. Teatro Imperiale, San Pietroburgo, 21 novembre 1899. Allestimento per la Prima Ballerina Assoluta Matil'da Kšesinskaja. Petipa aggiunse un nuovo Pas d'action per Kschessinskaya sulla musica di Riccardo Drigo e Cesare Pugni divenuto noto come La Esmeralda Pas de Deux.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]