John Manners, marchese di Granby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


John Manners, marchese di Granby
Ritratto di John Manners, marchese di Granby, di Allan Ramsay, 1745.
Ritratto di John Manners, marchese di Granby, di Allan Ramsay, 1745.
Nascita 2 gennaio 1721
Morte Scarborough, Yorkshire, 18 ottobre 1770
Dinastia Manners
Padre John Manners, III duca di Rutland
Madre Bridget Sutton
Consorte Lady Frances Seymour

John Manners, marchese di Granby (2 gennaio 1721Scarborough, 18 ottobre 1770), è stato un politico e ufficiale inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio maggiore di John Manners, III duca di Rutland, e di sua moglie Bridget Sutton. Studiò a Eton e Trinity College di Cambridge, fu un membro del Parlamento per la città di Grantham nel 1741.

Carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Quattro anni più tardi, ricevette una commissione come colonnello di un reggimento radunata dal duca di Rutland per aiutare a reprimere la rivolta giacobina del 1745. Questo corpo non è mai andato oltre Newcastle, ma Granby andò al fronte come volontario nell'esercito personale del Duca di Cumberland, e prese servizio attivo nelle ultime fasi dell'insurrezione. Ben presto il suo reggimento fu sciolto, ma mantenne il suo rango.

Nel 1752, venne nominato colonnello della Royal Horse Guards da Giorgio II, al fine di assicurare il sostegno parlamentare della sua famiglia.

Durante gli Guerra dei sette anni, fu inviato in Germania al comando di una brigata di cavalleria. Mentre condusse una carica alla Battaglia di Warburg, si dice che "abbia perso il cappello e la parrucca, costringendolo a salutare il suo comandante senza di essi". Questo incidente è ricordato dalla tradizione dell'esercito britannico, dove gli sottufficiali e le truppe del Blues and Royals sono gli unici soldati dell'esercito inglese che possono salutare senza indossare il copricapo.

È stato promosso a tenente generale nel 1759: nello stesso anno ha combattuto alla battaglia di Minden come comandante della seconda linea di cavalleria. Poi è stato nominato comandante generale della spedizione sostituire Lord George Sackville, il 21 agosto 1759. È diventato luogotenente generale della Ordnance, il 15 settembre 1759.

Ha continuato a guidare le truppe alla vittoria nella battaglia di Warburg, nel mese di luglio 1760, e la battaglia di Villinghausen, nel mese di luglio 1761. Il suo avversario, il duca de Broglie, fu così colpito che commissionò un ritratto di Granby da Sir Joshua Reynolds.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di John Manners, marchese di Granby, di Sir Joshua Reynolds, 1763-65.

Nel maggio del 1765, Lord Halifax cercò di convincere Giorgio III a nominare Granby comandante in capo delle forze armate, nella speranza che la sua popolarità aiutasse a sedare la rivolta dei tessitori di seta a Londra. Il re rifiutò, dopo aver promesso il posto al duca di Cumberland.

Sotto il ministero Chatham, fu nominato comandante in capo, il 13 agosto 1766. Mentre egli si era opposto ai tentativi del governo di espellere Wilkes dal suo posto nel Middlesex, la sua avversione personale di Wilkes superò i suoi principi e votò a favore dell'espulsione il 3 febbraio 1769 e per la seduta di Henry Luttrell in seguito.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 settembre 1750 sposò Lady Frances Seymour (1728-1761), figlia di Charles Seymour, VI duca di Somerset. Ebbero sei figli:

  • John Manners, Lord Roos (29 agosto 1751 - 2 giugno 1760);
  • Lady Frances Manners (1753 - 15 ottobre 1792);
  • Charles Manners, IV duca di Rutland (1754-1787);
  • Lady Catherine Manners, morta giovane;
  • Lord Robert Manners (1758-1782);
  • Lady Caroline Manners, morta giovane.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Granby morì a Scarborough, nello Yorkshire, nel 1770.

Controllo di autorità VIAF: 51251252 LCCN: no91007870

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie