John-117

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John-117
Lingua orig. Inglese americano
Alter ego Capo(dai marines)
Demone (dai Covenant)
Studio Bungie Studios
Editore Bungie Studios Microsoft
1ª app. 14 novembre 2001
app. it. 14 novembre 2001
app. it. in Halo: Combat Evolved
Sesso Maschio
Etnia caucasica
Luogo di nascita Eridanus II
Data di nascita 2511
Abilità Forza
Velocità
utilizzo di qualsiasi arma o equipaggiamento
Affiliazione Squadra blu, Arbiter e Chief
Parenti Madre(deceduta)
Padre(deceduto)
Dottoressa Halsey(madre adottiva)

John-117, conosciuto anche come Master Chief o Capo, è un soldato scelto Spartan-II, personaggio del videogioco Halo, facente parte dell'UNSC e veterano di guerra. È uno dei personaggi più importanti di tutta la saga di Halo. Il Capo è un personaggio molto carismatico, poiché parla molto poco ha il viso sempre celato dietro il suo elmetto, ma riesce sempre con tono di sfida a dare la carica ai suoi commilitoni in battaglia

Biografia[modifica | modifica sorgente]

John nacque nel 2511 su Eridanus II, dove viveva nella città di Elysium con la famiglia. All'età di 6 anni venne scelto per fare parte del progetto SPARTAN-II, per questo fu prelevato dalla dottoressa Halsey e dall'allora tenente Jacob Keyes e sostituito da un clone a crescita rapida. Fin dall'inizio diventa il preferito della dottoressa a causa della sua fortuna, dimostrata anche nel semplice gioco del lancio della moneta, e delle sue abilità. Del suo aspetto fisico si sa soltanto che ha i capelli castani, lo sguardo serio, le lentiggini, la mascella pronunciata, un piccolo spazio tra gli incisivi superiori e che fin da bambino era straordinariamente alto e forte, tanto da tener testa a diversi altri bambini che cercavano di conquistare la collinetta su cui John poggiava i piedi.

Arrivato su Reach insieme agli altri 74 candidati del programma, John cominciò il suo addestramento supervisionato dal Capo Franklin Mendez e dall'IA Déjà. Fin dal primo giorno egli strinse una profonda amicizia con Kelly e Sam, suoi compagni di squadra. In seguito ad una missione in una foresta sulle catene montuose di Reach, nella quale John dimostrò la sua attitudine al comando portando a casa tutti gli altri bambini, egli venne nominato capo della sua squadra.

A 14 anni John fu sottoposto al processo di alterazione e di aumento delle capacità, sopravvivendo assieme ad altri 32 candidati senza subire danni permanenti ed ottenendo forza, riflessi, resistenza, velocità e vista sovrumani. Per riprendersi dagli effetti dei potenziamenti, gli Spartan vennero trasferiti sull'Atlas. Mentre si allenava in palestra, John venne sfidato da 4 ODST in combattimento corpo a corpo, nel quale 2 Saltatori Infernali rimasero uccisi e gli altri 2 gravemente feriti.

Dopo aver recuperato il pieno controllo delle sue capacità, John-117 e la Squadra Blu vengono inviati nella loro prima missione: catturare il Colonnello Robert Watts, un leader dei ribelli, nella cintura di asteroidi del sistema Eridanus. Compiuta l'operazione il Chief ricevette una medaglia Purple Heart.

Dopo 3 mesi la Squadra Blu ricevette il compito di portare in salvo i civili sopravvissuti al massacro di Harvest dopo l'attacco dei Covenant, così gli Spartan entrarono in possesso di alcuni esemplari di tecnologia aliena, come gli scudi energetici dei Jackal, dei quali si servirà la dottoressa Halsey per creare l'armatura potenziata d'assalto MJOLNIR Mark V.

In seguito, dopo varie perdite, gli ultimi SPARTAN vennero ingaggiati per una missione che prevedeva la presa di una nave aliena, la cattura di un Profeta e una proposta di pace. Master Chief venne scelto da Cortana (la quale aveva ereditato la mente dalla dottoressa Halsey e anche il suo debole per John) e dunque vennero sottoposti ad una prova per verificare la loro affinità in battaglia. Superata questa prova e pronti a partire, Reach venne attaccato e sorse un altro problema: una nave con dei dati (come la posizione della Terra) stava per essere trovata e ispezionata dai Covenant. John, Linda e James andarono a recuperare i dati. James venne colpito e accidentalmente partì con il Jet-Pack e fu ritenuto defunto, Linda, colpita da dietro da un Elite mimetizzato, venne ridotta in fin di vita appena prima di finire la missione.

Master Chief invece riuscì a completare la missione e portò il corpo di Linda sulla Pillar of Autumn. Gli altri SPARTAN morirono durante il viaggio mentre si dirigevano su Reach. In seguito Cortana si mise in fuga con la nave verso delle coordinate che erano state decifrate da alcune rocce, scoperte grazie all’interessamento delle stesse da parte dei Covenant. Arrivati scoprirono l'Installazione 04.

Halo[modifica | modifica sorgente]

In seguito, mentre starà per attivare l’Installazione scoprirà che in realtà è un’arma che non fa distinzioni e uccide qualunque forma di vita nell’universo, in modo che i Flood (accidentalmente liberati) si estinguano. Scoperto ciò Master Chief fa scoppiare i reattori della Pillar of Autumn, atterrata precedentemente portando con sé Flood, Covenant e 343 Guilty Spark insieme ai robot dei Precursori. Master Chief riesce a scappare con Cortana a bordo di un caccia longsword, anche 343 Guilty Spark si salva. In Halo 2 viene premiato e subito dopo evita che una bomba esploda distruggendo la stazione orbitante sulla quale si era rifugiato. Atterrati poi a New Mombasa si fa largo tra la città eliminando ogni Covenant gli si pari davanti, Scarab compreso. Subito dopo va alla ricerca del Profeta del Rimorso, seguendolo in una porta dimensionale fino a scoprire l'Installazione 05: luogo dove lo ucciderà causando lo scoppio di una guerra civile tra i Covenant. Catturato poi dalla Mente Suprema viene teletrasportato su Alta Opera dove tenta di impossessarsi dell'icona d'attivazione recuperata dall' Arbiter. Nell'ultimo livello con John, grazie all'aiuto di Cortana, raggiunge la nave dei Precursori con la quale il Profeta della Verità stava scappando per dirigersi sulla Terra. Su Halo 3 Master Chief si lancia dall' astronave di Verità e atterra sulla Terra dove viene ritrovato da Johnson. Successivamente scappa e raggiunge la cittadella di Voi e la libera dallo Scarab e altre forze nemiche; poi John con l'aiuto degli elites distrugge la cittadella per liberarla dall'infestazione Flood. Infine insegue i Covenant fino al ritrovamento dell'Arca, in grado di attivare tutti gli anelli contemporaneamente. Seguendo la storia John riesce a fermare questa pazzia anche grazie all'aiuto dei Flood e fermato ciò trova un'installazione di sostituzione per quella distrutta in Halo C.E.. John va a recuperare Cortana, rimasta su Alta Opera infestata dai Flood; che nel frattempo era arrivata sull' Arca. Nell'ultimo livello Master Chief attiva l'anello nonostante 343 Guilty Spark lo provi a fermare (nella battaglia muore il Sergente Johnson), e fatto ciò scappa insieme all' Arbiter. Nel video finale si vede una cerimonia dove tutto fa capire che lo Spartan II sia morto; ma dopo i titoli di coda, si può vedere un altro filmato: l' IA Cortana sveglia John, e parlando si scopre che solo metà della nave è passata nel portale, e ovviamente non è la loro. A questo punto John si mette in sonno criogenico e Cortana rimane a sorvegliarlo in attesa dei soccorsi. Dopodiché la visuale si allontana dall' astronave, rivelando che i due protagonisti si stanno avvicinando a un pianeta sconosciuto, che molti suppongono che sia legato ai Precursori; questa notizia infatti è confermata dai capitoli di Halo Legends Origins I e II e dal ultimo capitolo sviluppato dalla 343 Industries, Halo 4

Armature[modifica | modifica sorgente]

Master Chief è l'unico SPARTAN che ebbe la fortuna di utilizzare tutte le varianti base dell'armatura MJOLNIR dal modello Mark V al Mark VI.

Nel videogioco fa prima la sua apparizione in Halo: Combat evolved con l'armatura MJOLNIR Mark V. All'inizio di Halo 2, il Capo (chiamato così dai Marine che lo incontrarono), la cambia con l'armatura Mark VI a causa dei gravi danni subiti dalla precedente.

John-117 Espresse il desiderio di provare una corazza sei volte superiore quando 343 Guilty Spark gli rivelò che la MJOLNIR Mark V raggiungeva solo un livello 2 rispetto alle Combact Skin, dei precursori, e che non era adatta al combattimento contro i Flood.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Master Chief, come sottolineato dalla Dott. Halsey non era né il più veloce né il più forte degli SPARTAN, ma era in realtà il più fortunato.
  • Master Chief aveva 41 o 42 anni solari durante gli ultimi mesi della guerra Umani-Covenant; tuttavia, la sua età biologica potrebbe essere notevolmente inferiore a causa degli spostamenti nell'iperspazio e i periodi in Crio-Conservazione.
  • La dottoressa Halsey dice a Cortana, in uno dei trailer di Halo: Reach, che probabilmente Noble Six, l'ultima aggiunta alla squadra, è l'individuo più adatto per la missione che dovrà essere portata a termine di lì a breve, e che solo un altro Spartan fino ad allora ha avuto quel voto. Questo è un possibile riferimento a Master Chief, in quanto uno dei migliori spartan ed anche probabilmente il più fortunato degli Spartan-II.
  • Master Chief è l'unico essere umano conosciuto per essere sopravvissuto e rimasto quasi totalmente indenne all'attacco di una forma infettiva Flood.
  • Detiene il record per velocità massima in corsa per uno Spartan; nonostante questo, lui stesso ritiene Kelly-087 la miglior Spartan-II in quanto a velocità, agilità e capacità di movimento.
  • Anche se non è mai stato visto il suo volto, in un fumetto di Halo è possibile vedere come era da bambino, aspetto tuttavia non corrispondente a quello descritto nei libri. Inoltre, in questi ultimi, ci sono descrizioni dettagliate del suo aspetto, soprattutto in Halo: La caduta di Reach.

Apparizioni[modifica | modifica sorgente]

Giochi[modifica | modifica sorgente]

Libri[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]