Halo: La caduta di Reach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Halo: La caduta di Reach
Titolo originale Halo: The Fall of Reach
Autore Eric Nylund
1ª ed. originale 2001
1ª ed. italiana 2007
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese
Protagonisti Master Chief
Serie Halo
Seguito da Halo: Flood

Halo: La caduta di Reach (in inglese Halo: The Fall of Reach) è uno dei libri riferiti alla saga di Halo ed è il primo tradotto in italiano. La trama percorre gli eventi che precedono il primo videogame, narrando le vicende del progetto SPARTAN-II e l'incontro tra gli umani e i Covenant. Contrariamente a quanto si possa pensare, Halo: Reach non è una trasposizione videoludica del romanzo.

« La caduta di Reach è un buon esempio di quel nuovo genere letterario che si ispira al mondo dei videogame. Un romanzo che narra le vicende precedenti alla trilogia di Halo, uno dei migliori sparatutto in circolazione. Segno di un'inversione di tendenza. O meglio dell'importanza che i giochi elettronici hanno ormai acquisito nella cultura contemporanea. »
(Jaime D'Alessandro, La Repubblica XL[1])

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Dottoressa Halsey: È una dei protagonisti del progetto SPARTAN-II. Lei infatti non solo ha eseguito i miglioramenti genetici su ogni singolo supersoldato, ma ne ha seguito lo sviluppo fisico, mentale e tattico. Dimostrerà interesse per uno Spartan in particolare: Master Chief.

Jacob Keyes: Il capitano Keyes è un noto ufficiale dell'UNSC (United Nations Space Command) che durante la vicenda vivrà numerose avventure che gli procureranno fama in tutto l'esercito spaziale.

Spartan 117: È uno dei soldati che sviluppa meglio il carattere da Leader. Per questo verrà soprannominato dai superiori e dai compagni "Master Chief", che tradotto vuol dire "Il capo".

Deja: È un'intelligenza artificiale con prestazioni "limitate". È l'aiutante virtuale della dottoressa Halsey e sarà la "maestra" degli Spartan.

Cortana: Un frutto delle migliori tecnologie dell'ONI (Office of Naval Intelligence). A differenza di Deja è capace di realizzare veri e propri ragionamenti che a volte sembrano addirittura sentimenti. Comparirà negli ultimi capitoli e verrà inizialmente posizionata sulla nave spaziale Pillar of Autumn ed in seguito sarà inserita all'interno dei circuiti della tuta Mjolnir di Master Chief.

Capo Mendez: È l'ufficiale incaricato di addestrare gli Spartan al combattimento e alla collaborazione in gruppo.

Altri Spartan: Nel corso del libro verranno messi in luce altri Spartan, che fungeranno da aiuto-protagonisti e la cui esistenza influirà su alcuni dei protagonisti.

Covenant: Sono alieni intenzionati (come si può capire dalla trilogia) a distruggere gli esseri umani. Nel libro si intuiscono i tipi di alieni e la loro gerarchia. Compariranno soltanto negli ultimi capitoli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il libro di 321 pagine è suddiviso in 37 capitoli, oltre al prologo e l'epilogo. Inoltre esistono dei raggruppamenti di capitoli elencati qui di seguito:

  • Prologo
  • Prima parte - Sveglia: dal capitolo uno al capitolo tre
  • Seconda parte - Addestramento: dal capitolo quattro al capitolo quattordici
  • Terza parte - Sigma Otanus: dal capitolo quindici al capitolo ventiquattro
  • Quarta parte - MJolnir: dal capitolo venticinque al capitolo ventinove
  • Quinta parte - Reach: dal capitolo trenta al capitolo trentasette
  • Epilogo

Nel Prologo i protagonisti sono Master Chief ed altri Spartan impegnati in una missione contro un campo militare di Grunt. La vera storia inizia dal capitolo primo dove sono presenti due personaggi, la dottoressa Halsey ed il capitano Keyes, in una navicella diretta verso un pianeta del sistema Eridanus, Eridanus II. Giunti alla capitale visitano un parco giochi cittadino nel quale osservano e scrivono dati sul soggetto "117", uno dei bambini geneticamente potenziati fin da piccoli per partecipare al progetto Spartan. Il numero 117, ovvero il futuro Master Chief, viene ora semplicemente chiamato "John", e dimostra all'incirca 5 anni più della sua età. Nella seconda parte l'ambiente cambia e tutti i futuri supersoldati come John si ritrovano nel pianeta Reach, dove vivranno la gioventù, verranno educati ed addestrati. John non conosce nessun altro all'infuori della dottoressa Halsey, che qualche volta viene a visitare i ragazzini. Durante l'addestramento vengono insegnati concetti fondamentali agli Spartan, tra cui la collaborazione con i compagni e l'aiuto reciproco. Nel frattempo in un sistema di colonie esterne alcune navi vengono a contatto con una nave di stirpi aliene chiamate Covenant, e da qui l'ONI scopre che questo popolo è guidato da guide religioso-spirituali conosciute come "Profeti", al comando di diverse specie di alieni: i Grunt, piccoli alieni che vengono utilizzati come fanteria, i Jakal, che somigliano a dinosauri e sono dotati di uno scudo, i Brute, enormi gorilla rozzi e spietati, e gli Elite, i migliori componenti dell'esercito, che sono anche le guardie del corpo dei Profeti. Alla conclusione dell'addestramento, a ogni supersoldato viene dato in dotazione un esoscheletro di fabbricazione MJOLNIR, che gli consente di essere protetto utilizzando uno scudo simile a quello degli Elite. Dopo molti decenni di ritirate causate dalla guerra contro i Covenant, la flotta stellare tenta di lanciare un'offensiva nel tentativo di difendere il pianeta militare di Reach, nel sistema di Epsilon Eridani; inizia la battaglia: è devastante per entrambi i fronti, ma i cannoni mac orbitali riescono a proteggere la flotta mentre retrocede. Gli Spartan, che sorvegliano i generatori dei cannoni sulla superficie del pianeta, ad un certo punto scoprono che è iniziata l'invasione a terra e quindi mantengono le armi fino all'ultimo, per poi scappare insieme alle astronavi sopravvissute. Durante la ritirata viene segnalato sui radar un enorme oggetto a forma di anello.

« "Se è artificiale chi diavolo l'ha costruito? E cosa sarebbe per l'amor di Dio?".

Cortana elaborò la domanda per tre lunghi secondi, e alla fine rispose: "Non lo so, signore". Il capitano Keyes estrasse la sua pipa, l'accese e tirò una boccata. Esaminò pensoso le spirali di fumo che si disperdevano nel ponte. "Sarà meglio scoprirlo". »

(La caduta di Reach, finale del libro)

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copertina posteriore del libro.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]