Il bacio della pantera (film 1982)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il bacio della pantera
Baciodellapantera-1982-Kinski.png
Nastassja Kinski in una scena del film
Titolo originale Cat People
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1982
Durata 118 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere orrore, fantastico, erotico, romantico
Regia Paul Schrader
Soggetto DeWitt Bodeen (autore della sceneggiatura dell'omonimo film di Tourneur)
Sceneggiatura Alan Ormsby, Paul Schrader (non accreditato)
Produttore Charles W. Fries
Produttore esecutivo Jerry Bruckheimer
Casa di produzione Universal, RKO Pictures
Fotografia John Bailey
Montaggio Jacqueline Cambas, Jere Huggins, Ned Humphreys, Bud S. Smith
Effetti speciali Albert Whitlock
Musiche Giorgio Moroder
Tema musicale Putting Out the Fire (musica di Giorgio Moroder, testi di David Bowie)
Scenografia Ferdinando Scarfiotti, Edward Richardson
Costumi Daniel Paredes
Trucco Leonard Engelman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il bacio della pantera (Cat People) è un film del 1982 diretto da Paul Schrader. È il remake dell'omonimo film del 1942 diretto da Jacques Tourneur.

Trama[modifica | modifica sorgente]

A New Orleans la giovanissima e vergine Irena Gallier incontra suo fratello maggiore Paul, un pastore protestante, mai conosciuto prima perché, dopo la morte dei genitori, entrambi addestratori di animali, lei fu mandata in orfanotrofio.

La governante di casa Gallier aiuta Irena a stabilirsi nella casa del fratello, ma questi scompare misteriosamente. In un motel, intanto, una prostituta trova al posto di un cliente una pantera, che la ferisce lievemente. L'animale viene poi catturato dalla polizia e da una squadra di zoologi: Oliver Yates, Alice Perrin e Joe Creigh.

Il giorno dopo Irena si presenta nello zoo dove è rinchiusa la pantera e nel frattempo stringe amicizia con Oliver, trovando poi lavoro in un negozio di souvenir nelle vicinanze. Poco dopo la pantera uccide Joe strappandogli un braccio, per poi fuggire dallo zoo. Presto Irena incontra Paul, e quest'ultimo gli rivela che i loro rispettivi genitori erano in realtà fratello e sorella; rivela inoltre che entrambi erano delle mostruose pantere che si trasformavano solo dopo aver consumato un rapporto sessuale, ma non diventano pantere solo quando hanno rapporti sessuali incestuosi. Infine spiega che per ridiventare umani gli uomini-pantera devono uccidere un essere umano.

Irena, terrorizzata dal fratello, decide di fuggire e intreccia una storia d'amore non ricambiata con Oliver, in quanto è terrorizzata da ciò che potrebbe accadere se consuma un rapporto con lui. Nel frattempo Paul irrompe sotto forma di pantera nella casa di Oliver, allo scopo di prendere con sé Irena, ma viene ucciso da Alice. Durante un'autopsia Oliver trova, all'interno del cadavere della pantera, il corpo umano di Paul.

Irena scopre con orrore che se si innamora di un umano dovrà uccidere per ridiventare umana e alla fine arriva al punto di andare a letto con Oliver. A questo punto Irena si trasforma in pantera sotto gli occhi di Oliver, ma la bestia lo risparmia e fugge. Subito la polizia si mette sulle sue tracce, bloccando la pantera su di un ponte. Sulla scena giunge Oliver, ma Irena si tuffa dal ponte e fugge nuovamente.

Oliver si dirige in una casa abbandonata e trova Irena sotto forma umana dopo aver ucciso il custode dell'abitazione, Yeatman. Irena dichiara di non voler uccidere Oliver perché lo ama e gli implora di ucciderla. Oliver rifiuta e capisce che non può vivere senza di lei, così gli lega le mani e i piedi di Irena sul letto e fa l'amore con lei, sapendo quello che accadrà.

Allo zoo Oliver è fidanzato con Alice e, camminando, trova una gabbia con dentro una pantera, che si presume essere Irena. Lui gli offre del cibo e la accarezza dolcemente il pelo. Durante i titoli di coda si sente la colonna sonora Putting Out Fire, composta da Giorgio Moroder e cantata da David Bowie.

Critica[modifica | modifica sorgente]

« Incoraggiata, forse, dal revival del fantahorror classico sancito dal successo commerciale di An American Werewolf in London, la Universal commissiona al regista Paul Schrader l'impegnativo compito di rileggere in chiave contemporanea il celebre The Cat People firmato da Tourner e sceneggiato da DeWitt Bodeen nel 1942. L'operazione promette bene per il cast impiegato e per il budget consistente, ma l'esito è discutibile.

Il film non regge il confronto con la raffinata pellicola che lo ispira: la sceneggiatura di Alan Ormsby - a tratti confusa - aggiunge personaggi superflui senza riuscire a caratterizzarli nello spessore psicologico e, piegandosi gratuitamente alle regole dello spettacolo, punta esplicitamente sull'impostazione erotica e scabrosa. Le interpretazioni non sono impeccabili (ma innegabile è la presenza scenica della Kinski). I meriti principali dell'opera vanno cercati in qualche originale intuizione (in particolare, le scene di apertura e il finale) e nella qualità degli effetti speciali e della fotografia. »

(Fantafilm[1])

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Cat People: Original Soundtrack
Artista Giorgio Moroder
Tipo album Colonna sonora
Pubblicazione 1982
Durata 35:06
Dischi 1
Tracce 10
Genere Colonna sonora
Musica elettronica
Ambient
Synth pop
Etichetta Backstreet/MCA
Produttore Giorgio Moroder

La colonna sonora del film è stata composta da Giorgio Moroder. Il tema musicale, Cat People (Putting Out Fire), interpretato da David Bowie, è stato scritto da Moroder (musica) e dallo stesso Bowie (testi). Sia l'una che l'altro sono stati candidati ai Golden Globe 1983.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  • Tutti i brani sono opera di Moroder, il testo di Cat People (Putting Out Fire) è di David Bowie.
Side 1
  1. Cat People (Putting Out Fire) – 6:43
  2. The Autopsy – 1:31
  3. Irena's Theme – 4:20
  4. Night Rabbit – 1:58
  5. Leopard Tree Dream – 4:01
Side 2
  1. Paul's Theme (Jogging Chase) – 3:51
  2. The Myth – 5:11
  3. To the Bridge – 2:50
  4. Transformation Seduction – 2:44
  5. Bring the Prod – 1:57

Formazione[modifica | modifica sorgente]

  • Bob Badami – editore musicale
  • Brian Banks – tastiere aggiuntive, Synclavier II
  • Steve Bates – assistente mixaggio
  • David Bowie – voce in Cat People (Putting Out Fire) & bisbiglio in The Myth
  • Alexandra Brown – cori
  • Keith Forsey – batteria, percussioni
  • Brian Gardner – masterizzazione
  • Craig Huntley – blaster beam
  • Charles Judge – Prophet 5 e Jupiter 8
  • Laurie Kanner – coordinatore di produzione
  • Michael Landau – chitarra
  • Sylvester Levai – tastiere, arrangiamento
  • Paulette MacWilliams – coro
  • Tim May – chitarra
  • Giorgio Moroder – produzione, chitarra, basso, mixaggio
  • Brian Reeves – ingegnere del suono, mixaggio
  • Lee Sklar – basso
  • Stephanie Spruill – coro
  • Allen Zentz – masterizzazione (voce di Bowie)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis, Il bacio della pantera in Fantafilm. URL consultato il 31 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema