Huangshan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima città, vedi Huangshan (città).
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
La posizione geografica dei monti all'interno della Cina
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Monti Huangshan
(EN) Mount Huangshan
Huang shan resa huangshan6.jpg
Tipo Misti
Criterio (ii) (vii) (x)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1990
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda
La catena montuosa chiamata Huangshan

I Monti Huangshan (in cinese:黄山, Huáng Shān, che letteralmente significa "Montagna Gialla") sono una catena montuosa che si trova nella provincia di Anhui, nella Cina orientale. L'area è famosa per le sue bellezze paesaggistiche: vi si trovano infatti picchi granitici, i pini dello Huangshan (alberi tipici della regione dalle forme modellate dalle intemperie) e vi si possono inoltre ammirare le formazioni nuvolose dall'alto. Questi monti sono spesso stati usati come sfondo per dipinti e storie della letteratura cinese. Nel 1990 sono stati inseriti nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Delle numerose vette della catena montuosa, 77 superano i 1.000 metri d'altezza. I picchi più alti sono il Lian Hua Feng (1.864 metri), il Guang Ming Ding (1.840 metri) e il Tian Du Feng (1.829 metri). L'area del patrimonio dell'umanità si estende su di una superficie di 154 chilometri quadrati, all'esterno della quale si trova una zona cuscinetto di altri 142 chilometri quadrati.

I monti si formarono circa 100 milioni di anni fa, nel Mesozoico, quando un antico mare scomparve a causa del sollevamento terrestre. Più tardi, durante il Quaternario, il paesaggio venne modellato da numerosi ghiacciai.

A partire dall'epoca della Dinastia Qin la catena montuosa era conosciuta col nome di Yi Shan; il nome attuale entrò in uso dopo che il poeta Li Bai lo utilizzò in uno dei suoi componimenti nel 747.

La vegetazione presente nell'area varia a seconda dell'altitudine: al di sotto dei 1.100 metri si trova la foresta equatoriale, fra i 1.100 e i 1.800 metri si trova la foresta temperata a latifoglie decidue, oltre i 1.800 metri non crescono più alberi e si trovano solo praterie di tipo alpino. Qui sono presenti un terzo di tutte le specie cinesi di briofite e oltre la metà di tutte le felci.

Poiché le vette dei monti si trovano spesso al di sopra delle nuvole, da qui si possono ammirare interessanti effetti ottici: il cosiddetto "mare di nuvole" (in cinese 雲海, Yun Hai) e la "luce di Buddha" (in cinese 佛光, Fo Guang), la cui presenza attrae numerosi turisti. In media, la "luce di Buddha" è visibile solo un paio di volte al mese.

Nell'area della catena montuosa si trovano anche alcune fonti termali, con acqua che sgorga a 45 °C tutto l'anno, e numerosi sorgenti d'acqua dolce.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Queste montagne sono state d'ispirazione per la creazione del mondo di Pandora, l'ambientazione immaginaria del film Avatar[1].

Galleria di immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James Cameron en Chine pour faire la publicité de son film «Avatar»

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]