Herb Brooks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Herb Brooks
Herb Brooks 1983.JPG
Dati biografici
Nome Herbert Paul Brooks, Jr.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1971 - giocatore
Hall of Fame Hockey Hall of Fame (2006)
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
1956-1959 Minnesota Gophers Minnesota Gophers
Squadre di club0
1959-1960 Stati Uniti Stati Uniti  ? 0 0 0
1962-1963 Rochester Mustangs Rochester Mustangs  ? 17 16 33
1964-1971 Stati Uniti Stati Uniti  ? 0 0 0
Nazionale
1964-1968 Stati Uniti Stati Uniti 14 1 4 5
Allenatore
1970-1979 Minnesota Gophers Minnesota Gophers Head Coach
1979-1980 Stati Uniti Stati Uniti Head Coach
1980-1981 Davos Davos Head Coach
1981-1985 NY Rangers NY Rangers Head Coach
1986-1987 St. Cloud State Huskies St. Cloud State Huskies Head Coach
1987-1988 Minnesota North Stars Minnesota North Stars Head Coach
1991-1992 Utica Devils Utica Devils Head Coach
1992-1993 New Jersey Devils New Jersey Devils Head Coach
1997-1998 Francia Francia Head Coach
1999-2000 Pittsburgh Penguins Pittsburgh Penguins Head Coach
2001-2002 Stati Uniti Stati Uniti Head Coach
Palmarès
Giochi olimpici invernali 1 1 0
Campionato mondiale 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 settembre 2013

Herbert Paul Brooks (St. Paul, 5 agosto 1937Forest Lake, 11 agosto 2003) è stato un allenatore di hockey su ghiaccio e hockeista su ghiaccio statunitense. È conosciuto per aver portato la nazionale di hockey su ghiaccio statunitense ad una medaglia d'oro olimpica ai XIII Giochi olimpici invernali nel 1980, in un evento spesso chiamato il miracolo sul ghiaccio.

Carriera da giocatore[modifica | modifica wikitesto]

In gioventù giocò per la squadra della Johnson Senior High School vincendo nel 1955 il titolo statale. In estate giocava anche nella squadra di baseball del Town Team Baseball. Più avanti fu nella squadra di hockey della University of Minnesota e fu membro della squadra olimpica nel 1964 e 1968. Aveva avuto in precedenza la possibilità di partecipare anche nel 1960, ma fu tagliato una settimana prima dell'avvio dei Giochi.

Carriera da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò ad allenare alla Università del Minnesota con i Golden Gophers e vi rimase per 7 anni vincendo tre titoli NCAA (1974, 1976, e 1979). Nel 1980 vinse quindi l'oro olimpico, abbattendo il predominio sovietico che durava ormai da 12 anni: condusse una selezione americana di giovani giocatori dilettanti alla vittoria in quello che fu definito il miracolo sul ghiaccio.

Dopo un'esperienza in Svizzera con l'Hc Davos In seguito approdò alla National Hockey League: è stato l'allenatore dei New York Rangers per 4 stagioni, stabilendo un record di velocità nella storia della franchigia nel vincere 100 partite. Ha allenato poi una sola stagione per i Minnesota North Stars, New Jersey Devils e Pittsburgh Penguins. Per questi ultimi ha ricoperto poi il ruolo di capo-scout fino al momento della sua morte.

A metà anni '80 allenò brevemente anche la St. Cloud State University.

Dopo un'esperienza con la nazionale francese ai giochi olimpici del 1998, nel 2002 condusse sorprendentemente la nazionale americana, formata da seconde scelte e giocatori a fine carriera, al secondo posto ai giochi olimpici del 2002. Una vera sorpresa considerando che la squadra era in gran parte formata dagli stessi giocatori che nel 1998 aveva concluso all'8º posto.

Nel 2003 è scomparso in un incidente stradale. Nel 2006 è stato postumo inserito nella Hockey Hall of Fame.[1] Già nel 1990 era stato inserito nella United States Hockey Hall of Fame.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roy tops 2006 Hall of Fame class, CBC.ca/Sports Online, 28 giugno 2006. URL consultato l'11 luglio 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 35979102