Hanoi Rocks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hanoi Rocks
Gli Hanoi Rocks in un concerto del settembre 2005.
Gli Hanoi Rocks in un concerto del settembre 2005.
Paese d'origine Finlandia Finlandia
Genere Hard rock[1]
Sleaze metal[2][3]
Heavy metal[1]
Pop metal[1]
Hair metal[1]
Glam punk
Periodo di attività 1979- 1985
2002 -2008
Etichetta Liquor and Poker
Album pubblicati 16
Studio 7
Live 2
Raccolte 7
Sito web

Gli Hanoi Rocks sono stati una band rock formata in Finlandia nel 1979.

Nonostante si siano riformati nel 2002, la band era principalmente attiva nella prima metà degli anni ottanta. Il loro genere, molto particolare, si ispira a gruppi come New York Dolls, The Stooges e Rolling Stones. La loro musica fonde elemenenti hard rock, punk rock, garage rock e glam rock. La band non riscosse molto successo, a causa del prematuro scioglimento della stessa, ma furono considerati importanti dagli appassionati di glam rock/metal, anche per aver ispirato lo sleaze glam, un sottogenere del glam metal che verrà a svilupparsi qualche anno dopo. Vennero citati come influenti da diverse band come i Guns N' Roses, Faster Pussycat, Shotgun Messiah, Skid Row, Jetboy e molte altre band sleaze glam e glam metal.

In Finlandia, sono conosciuti come tra le più grandi band nazionali, e furono tra i primi ad ottenere successo anche all'estero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Hanoi Rocks si formarono a Helsinki nel 1979. La prima formazione includeva il cantante e sassofonista Michael Monroe (Matti Fagerholm), il chitarrista Nasty Suicide (Jan Stenfors), il chitarrista Stefan Piesnack, il bassista Peki Sirola e il batterista Nedo[4]. Poco dopo Piesnack, Sirola e Nedo vennero sostituiti dal chitarrista Andy McCoy (Antti Hulkko), il bassista Sam Yaffa (Sami Takamäki) e il batterista Gyp Casino (Jesper Sporre). Nel 1981 la band si spostò a Stoccolma e pubblicano il loro primo album, "Bangkok Shocks, Saigon Shakes, Hanoi Rocks". Nel 1982 migrano a Londra in cerca di successo. Nello stesso anno incidono "Oriental Beat". L'anno dopo pubblicano "Self Destruction Blues", poco dopo il batterista Casino viene cacciato, e sostituito con Razzle (Nicholas Dingley).

Nel 1983 la band firmò per la CBS Records, e venne quindi facilitata ad ottenere successo e pubblicano "Back to Mystery City". Registrarono il loro quinto album, "Two Steps from the Move" nel gennaio 1984 col produttore Bob Ezrin, nella sua città natale, Toronto. L'album uscì poco prima della tragica morte del batterista Razzle nel dicembre 1984, deceduto in un incidente stradale causato da Vince Neil (cantante dei Motley Crue), il quale viaggiava in stato di ubriachezza e insieme a Razzle. Venne sostituito da Terry Chimes, ex batterista dei Clash che aveva registrato il loro primo album. Sam Yaffa lasciò il gruppo nel 1985, e venne sostituito da René Berg. Poco dopo, anche Michael Monroe lasciò il gruppo, intraprendendo la carriera solista. La band così si sciolse definitivamente.

Dopo lo scioglimento[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo lo scioglimento nel 1985, i chitarristi Andy McCoy e Nasty Suicide fondarono il gruppo sleaze Cherry Bombz, composto anche dal batterista Terry Chimes (Ex Clash e Generation X), entrato negli Hanoi Rocks poco prima dello scioglimento, dal bassista Timo Caltio e Anita Chellemah alla voce. Più tardi il bassista Caltio viene sostituito da Dave Tregunna, ex membro della storica band punk inglese/Oi! degli Sham 69, e della band Post-punk, Lords of the New Church. Il gruppo pubblicò un unico album nel 1987 intitolato "Coming Down Slow" preceduto dall EP "Hot Girls In Love" (1985). La band si sciolse quando la cantante Chellemah intraprese una carriera televisiva, e Chimes e Tregunna fondarono il gruppo di breve durata "Wylde Things". Chimes suono anche in alcuni tour dei Black Sabbath in Sud Africa e in Europa nei tardi anni 80. Tregunna entrò nella sleaze band britannica dei Kill City Dragons.

Nel 1987, Yaffa suonò qualche concerto con Johnny Thunders. Poco dopo si unì ai Jetboy, un gruppo sleaze glam, che risiedeva tra San Francisco e Los Angeles. Anche gli altri membri, un paio di anni dopo, cominciarono a spostarsi a Los Angeles in cerca di successo. Nel 1990, Yaffa lascia i Jetboy per tornare a suonare con Michael Monroe in alcuni progetti. Collaborerà poi negli anni, con molte altre band. I membri del gruppo intrapresero dei progetti separati, Monroe collaborò con Iggy Pop, Stiv Bators (Dead Boys) e Guns N' Roses, ma senza ottenere molto successo. Suicide, dopo aver lavorato nel progetto solista di Monroe, si riunisce col bassista Timo Caltio (già membro degli Hanoi Rocks) nella band Cheap and Nasty nei primi anni 90. Nel 1992 Monroe e Yaffa fondano il gruppo Jerusalem Slim, band dalle sonorità punk rock che pubblicherà un unico omonimo prima di sciogliersi. Nel 1994, Michael Monroe, Jay Hening (degli Star Star), Sam Yaffa e il batterista Jimmy Clark formano la sleaze band Demolition 23, che pubblicò solo un album omonimo nel 1995. Hening lasciò poi il posto a Nasty Suicide, ma la band ebbe breve vita e si sciolse nello stesso anno.

Reunion[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002, Monroe e McCoy riformano la band, con due membri degli Electric Boys, Costello Hautamäki e Andy "A.C." Christell, e il batterista Lacu, che aveva già partecipato al progetto solista di Monroe. Con la nuova formazione pubblicano nello stesso anno "Twelve Shots on the Rocks". Nel 2004, il chitarrista Hautamäki viene sostituito da Conny Bloom, e un anno dopo pubblicano "Another Hostile Takeover".

Nel 2005 Nasty Suicide lavora come farmacista. Sam Yaffa è invece entrato nella formazione della riunione dei New York Dolls, la storica glam rock band. Suicide e Yaffa sono apparsi a qualche concerto degli Hanoi Rocks, ma mai insieme.

Scioglimento[modifica | modifica wikitesto]

Gli Hanoi Rocks dichiarano di aver deciso di sciogliersi entro la fine del 2008 con questa dichiarazione: "Michael Monroe e Andy McCoy sentono di aver portato la band il più lontano possibile e ora desiderano proseguire ognuno per la propria strada".

Lineup[modifica | modifica wikitesto]

attuale[modifica | modifica wikitesto]

Membri passati[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

In Studio[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d allmusic.com - Hanoi Rocks
  2. ^ Colin Larkin. The encyclopedia of popular music. Macmillan, 1998. ISBN 1-56159-237-4. p. 1694
  3. ^ Luca Signorelli. Heavy metal: i Classici. Giunti Editore, 2000. ISBN 978-88-09-05383-0. pag. 127.
  4. ^ musicmight.com - Hanoi Rocks bio

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]