HMS Marlborough (1912)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
HMS Marlborough
HMS Marlborough (1912).jpg
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo Nave da battaglia
Classe Iron Duke
Proprietà Naval Ensign of the United Kingdom.svg Royal Navy
Ordinata 1911
Costruttori Devonport Dockyard
Impostata 25 gennaio 1912
Varata 24 ottobre 1913
Entrata in servizio 10 novembre 1914
Radiata 1932
Destino finale Venduta per la demolizione il 27 gennaio 1932
Caratteristiche generali
Dislocamento 25.000 tonnellate
Stazza lorda 29.500 tsl
Lunghezza 189,81 m
Larghezza 27,4 m
Pescaggio 10,0 m
Propulsione 18 caldaie Babcock & Wilcox o Yarrow
4 Turbine Parsons
Quattro assi
Quattro eliche
29.000 Hp
Velocità 21,25 nodi  (39,36 km/h)
Autonomia 14.000 mn a 10 nodi (25.930 km a 19 km/h)
Equipaggio 925
Armamento
Armamento
  • 10 cannoni da 342,9 mm in torrette binate[1]
  • 12 cannoni da 152,4 mm in casematte singole[1]
  • 2 cannoni da 76 mm antiaerei singoli
  • 4 tubi lanciasiluri da 533 mm sommersi[1]
Corazzatura
  • Cintura:
    da 200 a 300 mm (inferiore);
    230 mm (mediana);
    200 mm (superiore);
    da 100 a 150 mm (estremità)
  • Ponte:
    25 mm (sovrastrutture);
    da 30 a 50 mm (coperta);
    25 mm (intermedio a mezza nave);
    da 40 a 60 mm (intermedio a poppa);
    da 25 a 60 mm (inferiore)
  • Paratie: da 100 a 200 mm
  • Casematte: 150 mm
  • Barbette: da 180 a 250 mm
  • Torrette: 280 mm
  • Torre di comando: 280 mm;
    da 75 a 100 mm (copertura);
    da 75 a 150 mm (base);
    150 mm (controllo siluri)

[senza fonte]

voci di navi da battaglia presenti su Wikipedia

La HMS Marlborough, quinta[1] nave da guerra della Royal Navy britannica a portare questo nome in onore di John Churchill, I duca di Marlborough, è stata una nave da battaglia classe Iron Duke. Costruita nei cantieri di Devonport, venne impostata il 25 gennaio 1912, varata il 24 ottobre dello stesso anno ed entrò in servizio nel giugno 1914.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Durante la Prima guerra mondiale fece parte della Grand Fleet con base a Scapa Flow, nel 1º Squadrone da Battaglia, del quale fu nave ammiraglia fino al febbraio 1917.

Combatté nella battaglia dello Jutland del 31 maggio 1916 dove, dopo aver sparato 162 colpi da 342,9 mm, fu colpita da un siluro; dovette essere rimorchiata in porto[2] per le riparazioni, al termine delle quali il 29 luglio 1916 tornò alla Grand Fleet.[3]

Nel 1919, durante la guerra civile russa, la Marlborough era in servizio nel Mar Nero e su ordine del re Giorgio V salvò sua zia, l'Imperatrice vedova Marija Fëdorovna Romanova, ed altri membri della famiglia imperiale russa, incluso il granduca Nikolaj Nikolaevič ed il principe Feliks Jusupov.[4]

Dopo la guerra la Marlborough rimase nella Royal Navy, in base ai termini del trattato navale di Washington, fino al 27 giugno 1932 quando fu venduta come rottame.[2] alla Metal Industries di Rosyth per la demolizione[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Colledge, op. cit. p. 249.
  2. ^ a b Marlborough
  3. ^ Iron Duke class
  4. ^ King, Greg, The Man Who Killed Rasputin, Carol Publishing Group, 1995, p. 209.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Colledge JJ, Ships of the Royal Navy. The complete record of all fighting ships of the Royal Navy from 15th century to the present, a cura di Ben Warlow, Philadelphia & Newbury, Casemate, 2010, ISBN 978-1-935149-07-1.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]