Gymnotiformes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gymnotiformes
Black Ghost Knifefish 400.jpg
Apteronotus albifrons
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Gymnotiformes

I Gimnotiformi (Gymnotiformes) sono un ordine di pesci attinopterigi, che comprende circa 150 specie distribuite in cinque famiglie. Si tratta di pesci d'acqua dolce, dalla forma tipicamente stretta e allungata (per questo motivo spesso chiamati comunemente "pesci coltello", soprattutto nei paesi anglosassoni) e dotati di pinne anali lunghe e a forma di vela, che vengono usate per la locomozione tramite sinuosi movimenti ondulatori.

Hanno per lo più abitudini notturne, e sono capaci di generare campi elettrici grazie ad appositi organi modificati; la maggior parte delle specie sono elettrofori deboli, e utilizzano questi campi per l'orientamento e la ricerca del cibo, ma alcune (come la nota anguilla elettrica sudamericana) possono generare differenze di potenziale dell'ordine di alcune centinaia di volt, in grado di stordire o uccidere e usate perciò per l'attacco o la difesa.

Alcune specie, come Apteronotus albifrons, Eigenmannia virescens e Gymnotus carapo sono apprezzate dagli acquariofili come pesci d'acquario.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Con l'eccezione dell'anguilla elettrica (Electrophorus electricus), tutte le specie note di Gimnotiformi possiedono corpi dalla tipica forma allunguata e schiacciata lateralmente, con una coda molto stretta. Non possiedono né pinne dorsalipinne pelviche; in compenso mostrano una pinna anale di grande dimensioni, a forma di vela, che decorre per tutto il margine inferiore del corpo fin quasi alla testa, e che viene usata per la locomozione tramite movimenti ondulatori, mentre il resto del corpo rimane fermo[1][2].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

I Gimnotiformi sono pesci d'acqua dolce che abitano le acque delle zone neotropicali, e sono distribuiti dai fiumi del Guatemala al nord dell'Argentina.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

L'ordine dei Gimnotiformi comprende circa 150 specie conosciute, ma ne esistono almeno un'altra cinquantina in via di classificazione ufficiale[3]. Quest'ordine è considerato essere il sister group dei Siluriformi, dal quale si è distaccato nel Cretaceo, circa 120 milioni di anni fa[4]. Le specie che vi appartengono sono distribuite in due sottordini e in cinque famiglie:

Ordine Gymnotiformes

Sottordine Gymnotoidei
Famiglia Gymnotidae
Sottordine Sternopygoidei
Superfamiglia Rhamphichthyoidea
Famiglia Rhamphichthyidae
Famiglia Hypopomidae
Superfamiglia Apteronotoidea
Famiglia Sternopygidae
Famiglia Apteronotidae

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ferraris, Carl J. in Paxton, J.R. & Eschmeyer, W.N. (a cura di), Encyclopedia of Fishes, San Diego, Academic Press, 1998, pp. 111–112. ISBN 0-12-547665-5.
  2. ^ Albert, J.S. 2001. Species diversity and phylogenetic systematics of American knifefishes (Gymnotiformes, Teleostei). Misc. Publ. Mus. Zool. University of Michigan, 190:1-127.
  3. ^ Albert, J.S., and W.G.R. Crampton. 2005. Electroreception and electrogenesis. Pp. 431-472 in The Physiology of Fishes, 3rd Edition. D.H. Evans and J.B. Claiborne (eds.). CRC Press.
  4. ^ Fink and Fink, 1996

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci