Guglielmo I di Guascogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guglielmo Sánchez (950 circa – 997) fu duca di Guascogna.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Figlio illegittimo del duca Sancho IV.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 961, alla morte del fratello Sancho V gli subentrò nel titolo di duca di Guascogna.

Partì alla volta della Navarra per partecipare alla "Reconquista". Per l'occasione lasciò il governo della Guascogna al fratello Gombaldo, vescovo di Guascogna, che gli garantiva l'incondizionato appoggio del clero. Gombaldo in seguito divenne arcivescovo di Bordeaux e continuò a garantire alla famiglia di Guglielmo l'appoggio delle alte gerarchie della chiesa di Guascogna.

Verso il 970 Guglielmo usava il titolo di conte, che poco dopo tramutò in duca.

In quegli anni ereditò la contea di Bordeaux, che entrò a far parte integrante del ducato, togliendola all'influenza del re di Francia. La ereditò da cugino, conte di Bordeaux, Guglielmo il Buono, figlio del conte Raimondo di Bordeaux e di Andregota, sorella di suo padre il duca Sancho IV. Il monaco dell'abbazia di Fleury, Aimone (ca. 960-ca. 1010), cronista Franco del X secolo, nella narrazione della vita del monaco Abbone di Fleury nominò Guglielmo come conte dei Bordolesi e duca di tutti i Guasconi "Burdegalensium comes et ac totius Guasconiae dux".

Nel 972 sposò Urraca di Navarra, vedova del conte Fernán González (910-970), figlia del re di Navarra García I.

Nel 977 ingrandì il ducato acquisendo i territori di Agenais e Bazadais.

Quando rientrò in Guascogna dalla Navarra trovò che i Normanni avevano aumentato le loro scorrerie ed avevano stabilito una base permanente lungo il fiume Ardour. Guglielmo li affrontò e li sconfisse nel 982 nella battaglia di Taller (oggi nel dipartimento delle Landes), ponendo termine alle loro scorrerie ed eliminando la loro base sull'Ardour.

Il regno di Guglielmo unitamente a quelli dei suoi figli fu l'apogeo della casa di Guascogna, toccò il massimo dell'espansione e della potenza del ducato.

Nel 997 morì e gli successe il figlio Bernardo.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Guglielmo Sánchez in spagnolo è detto Guillermo Sánchez; in basco Gilen Antso; in francese Guillaume Sanche; in guascone Guilhem Sans; ed in latino Willelmus Sancio.

Secondo alcuni documenti il nonno di Guglielmo, García II "le Courbé" proveniva dalla Spagna, quindi la dinastia di Guascogna non sarebbe di origine franca.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Guglielmo ed Urraca ebbero cinque figli:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duca di Guascogna Successore BlasonGASCOGNE.PNG
Sancho V 961–997 Bernardo I

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Louis Alphen, Francia: Gli ultimi Carolingi e l'ascesa di Ugo Capeto (888-987), in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 636-661