Bernardo I di Guascogna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bernardo I
Duca di Guascogna
In carica circa 9961009
Predecessore Guglielmo I
Successore Sancho VI
Morte 25 dicembre 1009[1]oppure 1003/4[2]
Padre Guglielmo I
Madre Urraca di Navarra

Bernardo Guglielmo in spagnolo Bernardo Guillén; in basco Bernart Gilen; in francese Bernard Guillaume; in guascone Bernat Guilhem; ed in latino Bernardus Willielmus. (... – 25 dicembre 1009[1]oppure 1003/4[2]) è stato un duca franco,fu duca di Guascogna e conte di Bordeaux, dal 996 al 1009.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la Historia monasterii S. Severi, tome II, era il figlio primogenito del duca di Guascogna Guglielmo I] e della moglie, Urraca di Navarra[3], che, secondo le Europäische Stammtafeln[4], vol III, pag. 563 (non consultate) era figlia del re di Navarra García I e della seconda moglie Teresa di León, figlia del re di León, Ramiro II e della sua prima moglie Adosinda Gutiérrez[5].
Guglielmo I di Guascogna era il figlio terzogenito del duca di Guascogna Sancho IV e della moglie[6] di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti[7][8].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sua madre era al suo secondo matrimonio; in prime nozze aveva sposato il conte di Castiglia, Fernán González (910-970), come ci conferma il documento n° 67 del Cartulario de san Millan de la Cogolla, vol. I, datato novembre 955 (non consultato), che la cita come contessa Urraca (Comite Fredinando Gondessalvez et cometessa domna Urraca)[9], di cui era rimasta vedova.

Alla fine del 996, alla morte del padre, Bernardo, essendo il primogenito, gli subentrò come di duca di Guascogna e conte di Bordeaux[1].
Proseguì nella politica paterna di fondazione e mantenimento di istituti monastici, in particolare il monastero di San Severo: infatti la Historia monasterii S. Severi, tome II parla diffusamente delle attività del conte Bernardo nel capitolo VII[10].

Secondo la Histoire de Béarn Bernardo era ancora in vita nel 1009, quando redasse l'atto di donazione della chiesa di San Severo, che, con altri, fu controfirmato dalla madre Urraca[11].

Secondo la Historiarum libri tres del monaco e storico francese, Ademaro di Chabannes, Bernardo morì, sempre nel 1009, in circostanze sospette, forse per avvelenamento (Bernardo, insidiis muliebribus, maleficis artibus corpore fatescente, vitae privato)[12].
Secondo la Histoire de Béarn, che riprende la descrizione di Ademaro di Chabannes, Bernardo morì il 24 dicembre[11], mentre per la Historia monasterii S. Severi, tome II, morì il 25 dicembre[13].
Bernardo morì senza eredi e, sempre secondo Ademaro di Chabannes, gli succedette il fratello Sancho VI (Santius, frater eius, Wasconiæ dux Vasconum extitit)[12].

La morte di Bernardo viene confermata da un documento della Ex Historia Abbatiæ Condomensis, del 1012, in cui si prega in suffragio della anime dei defunti della famiglia comitale di Guascogna[14].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Bernardo, secondo la Histoire de Béarn, aveva una moglie (la contesse Garcia....la femme du duc Bernard)[11], ma, di Bernardo, non si conosce nessuna discendenza[1][2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duca di Guascogna Successore BlasonGASCOGNE.PNG
Guglielmo I 9971009 Sancho VI