Giudice di Eyre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Secondo le leggi inglesi, il Giudice di Eyre (in inglese: Justices in Eyre) erano i più alti magistrati nell'ambito di legislatura sulla Foresta reale, e presiedevano la court of justice-seat, un tribunale triennale convocato per punire quanti avessero violato la foresta reale e le sue leggi o i suoi ufficiali. (Eyre, significa "circuito", riferito al movimento del tribunale tra le differenti foreste reali inglesi.)

Tecnicamente, i due giudici erano definiti coi termini latini citra e ultra Trent (cioè a sud o a nord del fiume Trent), ma solitamente si utilizzavano i termini geografici nord e sud. I detentori della carica venivano indicati sovente come "giudici della foresta" sino al regno di Enrico VIII d'Inghilterra, quando ottennero il titolo di "justice in eyre", ad eccezione del periodo 1311–1397, quando ottennero il titolo di "warden of the forest" (guardiani della foresta).

Col decadimento delle leggi sulle foreste reali venne siglato anche il crollo dei tribunali ad esse annessi ed il posto divenne un sinecure. Uno statuto del 1817 abolì ufficialmente la carica dopo la decorrenza dell'ultimo detentore.[1]

I primi giudici[modifica | modifica sorgente]

Precedentemente al 1236 vi era un'unica carica di Giudice di Eyre.

Giudici di Eyre a nord del Trent[modifica | modifica sorgente]

Giudici di Eyre a sud del Trent[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 57 Geo. III, c. 61
  2. ^ Arthur Hogue, Origins of the Common Law p. 154-58 (1985).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]