Giacomo Castellano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giacomo Castellano
Nazionalità Italia Italia
Genere Fusion
Hard rock
Strumento chitarra
Album pubblicati 1
Studio 1
Sito web

Giacomo Castellano (Firenze, 10 aprile 1969) è un chitarrista, musicista, scrittore e insegnante di musica italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia a studiare chitarra a 14 anni e frequenta varie scuole musicali fiorentine[1].

Nel 1987 fonda il gruppo "Time Escape" con Alessio Riccio e Guido Melis[2], l'anno dopo decide di trasferirsi a Hollywood dove si iscrive al Musicians Institute[1].

Nel 1988 inizia a collaborare con Giovanni Unterberger, e nel 1989 inizia l'attività di insegnante di musica; tra le varie accademie in cui ha insegnato ricordiamo la "Lizard" di Fiesole, dove insegna dal 1989 fino al 2000[2], la "Modern Academy" di Firenze, dove insegna dal 1991 al 1994[2], la "Music Academy2000" di Bologna (ora MA 2000), dove insegna dal 2002 e presso la quale è divenuto capo dipartimento dei corsi di chitarre[2][3], la "JAM-Centro Musica Moderna" (facente capo al "Music Academy Network"[2]), nel corso del 2005 e dal 2011 alla Rock Factory di Siena dove impartisce lezioni private professionali.

Castellano svolge anche l'attività di autore scrivendo due libri, entrambi editi per le "Edizioni musicali Bèrben". Il primo seppur scritto nel 1992, viene pubblicato l'anno successivo: si tratta di Metodo per Chitarra Heavy Metal; nel 1994 seguirà il libro La Chitarra Ritmica Rock-Metal che sarà poi rifatto in versione VHS[4]

All'inizio degli anni '90 comincia a suonare come turnista e dal vivo collaborando negli anni con noti artisti italiani[1] come Claudio Simonetti, Paolo Vallesi, Raf, Irene Grandi, Gianluca Grignani, Marco Masini, Gianna Nannini, Elisa, Vasco Rossi e Adriano Celentano; con quest'ultimo lavorerà anche nel programma tv Rockpolitik.

Inoltre lavora in Spagna con Mónica Naranjo e Rosana Arbelo e pure nelle versioni locali di Rock In Rio (Rock In Rio Madrid, 2008) e del musical We Will Rock You (2007)[1]. Nel febbraio 2004 pubblica il suo primo album solista Cutting Bridges[1].

Attualmente scrive saltuariamente articoli sulle riviste specializzate "Axe" e "Chitarre". Il 4 maggio 2010 viene pubblicato l'album di Stiv Quel triangolo delle Meduse che contiene il duetto con Castellano nel brano Black porpora[5]; mentre il 27 maggio viene pubblicata la compilation Grand Hotel des Guitars in cui Castellano ha partecipato con il brano Lanois[6].

Negli ultimi anni ha collaborato con le nuove realtà del mondo musicale quali Noemi e Alessandra Amoroso. Attualmente è il chitarrista nel tour di Noemi RossoNoemi tour; per la cantante aveva svolto precedentemente l'attività di chitarrista live nel Noemi tour e di chitarrista studio nella registrazione dell'album Sulla mia pelle. In ambito rock; vanta diverse collaborazioni con Thomas Lang, batterista austriaco di progressive metal[1], e ha collaborato alla realizzazione dell' Ep dal titolo "777" della band di rock italiano, Dr.U (suona su due brani) e sempre in qualità di guest appare sull'album di prossima pubblicazione dell'omonima band dal titolo "Alieni Alienati", prodotto da Joe Marlett (Foo Fighters, Blink 182, Queen of the Stone Age), suonando sul brano intitolato "Sono in volo".

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

  • 2004 - Cutting Bridges
  • 2014 - Racer Café (Con Gianni Rojatti)

Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

Come chitarrista[modifica | modifica sorgente]

Con Claudio Simonetti[modifica | modifica sorgente]

Con Paolo Vallesi[modifica | modifica sorgente]

Con Raf[modifica | modifica sorgente]

Con Irene Grandi[modifica | modifica sorgente]

Con Marco Masini[modifica | modifica sorgente]

Con David DeMaría[modifica | modifica sorgente]

  • 2002 - Sin miedo a perder

Con Paolo Valli[modifica | modifica sorgente]

Con Lou Garx[modifica | modifica sorgente]

  • 2003 - Caminando (album)

Con Vasco Rossi[modifica | modifica sorgente]

Con Alessio Riccio[modifica | modifica sorgente]

  • 2004 - Hallucinated memories (album)

Con Rosana[modifica | modifica sorgente]

Con Stiv[modifica | modifica sorgente]

  • 2005 - Parola di vongola (album)

Con Mónica Naranjo[modifica | modifica sorgente]

Con Carlos Domenech[modifica | modifica sorgente]

  • 2008 - Como aire (album)

Con Fiorella Mannoia[modifica | modifica sorgente]

Con Noemi[modifica | modifica sorgente]

Con Dr.U[modifica | modifica sorgente]

Videografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

Come chitarrista[modifica | modifica sorgente]

Tour[modifica | modifica sorgente]

Tour propri[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono riportati i tour propri di Giacomo Castellano[7]:

  • 2013 - Open Clinic Tour 2013
  • 2012 - Open Clinic Tour 2012
  • 2011 - Clinic tour 2011
  • 2009 - Clinic tour 2009
  • 2004 - Clinics tour 2004
  • 2004 - Cutting Bridges promo tour

Come chitarrista[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono riportati i principali tour in cui Giacomo Castellano ha svolto l'attività di turnista[7]:

  • 2014 Identikit Tour di Piero Pelù

Musical[modifica | modifica sorgente]

Didattica[modifica | modifica sorgente]

Libri[modifica | modifica sorgente]

Autore[modifica | modifica sorgente]

Contributi[modifica | modifica sorgente]

  • Scuola di chitarra elettrica Hard Rock e Heavy Metal.Primo Volume (libro+cd) Lizard Unterberger Produzioni Didattiche, BMG-Ricordi,1997;
  • Scuola di chitarra elettrica Rock e Blues. Secondo Volume (libro+cd) Lizard Unterberger Produzioni Didattiche, BMG-Ricordi,1997.

Video[modifica | modifica sorgente]

  • La chitarra ritmica Rock-Heavy Metal (versione VHS dell'omonimo metodo), Playgame Music,1995.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f (EN) Biografia dal sito ufficiale.
  2. ^ a b c d e Informazioni su Giacomo Castellano.
  3. ^ Guitarlist.it: dedicato ai grandi chitarristi: Giacomo Castellano.
  4. ^ (EN) I libri di Giacomo Castellano.
  5. ^ Quel triangolo delle Meduse.
  6. ^ Grand Hotel des Guitars.
  7. ^ a b Tour in cui Giacomo Castellano ha svolto l'attività di chitarrista.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]