Gerolamo Mengozzi-Colonna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gerolamo Mengozzi-Colonna (Ferrara, 1688Verona, 27 ottobre 1774) è stato un pittore italiano.

Allievo dei pittori prospettici Antonio Felice Ferrari e Francesco Scala, la sua formazione risentì molto degli influssi del quadraturismo attivo in Emilia Romagna, e la sua fiorente attività svolta accanto ai decoratori del suo tempo ne è una valida testimonianza.

Soggiornò a Venezia gran parte della propria vita. Qui strinse forti legami di amicizia col pittore Giambattista Tiepolo, con cui collaborò in diverse occasioni.

Il Mengozzi-Colonna estrinsecò il suo stile prospettico con dipinti su volte e pareti di palazzi veneziani composizioni rigorosamente prospettiche.

Fra i lavori operati insieme al Tiepolo, va ricordato a Venezia, intorno al 1720, l'Apoteosi di Santa Teresa per la Chiesa di Santa Maria degli Scalzi (in seguito ne curò anche la decorazione del soffitto).

Il capolavoro dell'artista rimane la decorazione di Palazzo Labia a Venezia, dove svolse anche attività di scenografo per i teatri di San Samuele e di San Giovanni Grisostomo, creando composizioni vicine al gusto della famiglia Galli da Bibbiena.

Dal 1724 fu consociato dell'Accademia di San Luca.