Gale Gillingham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gale Gillingham
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Offensive guard
Ritirato 1976
Carriera
Giovanili
Stemma Minnesota Golden Gophers Minnesota Golden Gophers
Squadre di club
1966 - 1976 Stemma Green Bay Packers Green Bay Packers
Statistiche aggiornate al 20/02/2013

Gale Herbert Gillingham (Madison, 3 febbraio 1944Little Falls, 20 ottobre 2011) è stato un giocatore di football americano statunitense che ha giocato nel ruolo di offensive guard tutta la carriera con i Green Bay Packers della National Football League (NFL).

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Gillingham fu scelto nel primo giro, 13° assolutoi, del Draft NFL 1966 dai Green Bay Packers[1]. Nella sua stagione da rookie si alternò come guardia sinistra titolare col veterano Fuzzy Thurston. Durante la stagione successiva Gale subentrò definitivamente a Thurston come titolare, giocandoa fianco della guardia All-Pro Jerry Kramer. Partì come titolare nel Super Bowl II, vincendolo, nell'ultima gara della carriera di Vince Lombardi dopo 9 stagioni alla guida dei Packers>[2].

Gillingham fu ultimo membro dell'era Lombardi ai Packers a rimanere attivo nella franchigia. All'epoca del ritiro, Bart Starr, per il quale aveva bloccato quando Starr aveva guidato i Packers alle vittorie nei primi due Super Bowl, era diventato l'allenatore della squadra. Gillingham fu convocato per cinque Pro Bowl (1969, '70, '71, 73 e '74) e fu inserito sei volte nella formazione ideale della stagione All-Pro, due delle quali nel First-team (1969 e '70). Fu indotto nella Green Bay Packers Hall of Fame nel 1982.

L'unica stagione in cui non giocò nella formazione offensiva fu nel 1972 quando il capo-allenatore Dan Devine lo spostò inspiegabilmente nella linea difensiva malgrado Gillingham fosse il miglior giocatore della linea offensiva della squadra. In quell'annata, i successi dei Packers si basavano fortemente sul gioco nelle corse guidato da MacArthur Lane e John Brockington. La mossa di Devine, che fallì dopo che nella seconda partita Gillingham si ruppe un ginocchio concludendo la sua stagione, fu criticata perché abbassò drasticamente la pericolosità dei Packers nei playoff.

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 128

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Pro Football Draft History: 1966, Pro Football Hall of Fame. URL consultato l'8 aprile 2013.
  2. ^ (EN) Super Bowl II Game Recap, NFL.com. URL consultato il 17 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]