Exodus (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Exodus
Gli Exodus in concerto. Da sinistra: Rob Dukes, Jack Gibson e Gary Holt
Gli Exodus in concerto. Da sinistra: Rob Dukes, Jack Gibson e Gary Holt
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Thrash metal
Speed metal
Periodo di attività 1980-1993
1997-1998
2001-in attività
Etichetta Torrid Records
Capitol Records
Century Media Records
Nuclear Blast
Album pubblicati 13
Studio 8
Live 4
Raccolte 1
Sito web
Exodus Logo.jpg

Gli Exodus sono un gruppo thrash metal formato nel 1980 a San Francisco in California e sono ritenuti come uno dei più significativi del genere. L'unico membro presente in tutte le produzioni è il chitarrista Gary Holt il quale, entrato poco dopo la formazione della band, ha sempre cercato di mantenere in vita il gruppo californiano.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi (1980-1984)[modifica | modifica sorgente]

La storia degli Exodus iniziò con l'incontro del batterista Tom Hunting, dei chitarristi Tim Agnello e Kirk Hammett e del bassista Geoff Andrews. Agnello lasciò subito il gruppo per il futuro leader Gary Holt. Non riuscendo a trovare un cantante, Hunting decise di ricoprire anche questo ruolo.

Dopo aver pubblicato una demo nel 1982, l'anno seguente Kirk Hammett lasciò la band per entrare a far parte dei Metallica e venne rimpiazzato da Rick Hunolt; in seguito Rob McKillop venne preso come bassista al posto di Andrews e Paul Baloff venne scelto come cantante.

Il successo (1985-1989)[modifica | modifica sorgente]

Gary Holt con gli Exodus nel 2009.

Con questa formazione fu possibile pubblicare Bonded by Blood nel 1985, un disco considerato storico per il thrash metal. Nello stesso anno, gli Exodus parteciparono al Combat Tour in compagnia di Slayer e Venom. Da questo tour fu estratto anche un VHS attualmente fuori catalogo chiamato Ultimate Revenge. Terminata la tournée, Baloff venne licenziato dal gruppo per abuso di stupefacenti e venne rimpiazzato da Steve Souza dei Legacy che in seguito cambiarono nome in Testament.

Con Souza, nel 1987, venne pubblicato Pleasures Of The Flesh che ebbe un buon successo commerciale. Fabulous Disaster (1988) mostra sonorità ancor più incisive dei precedenti album.

Il declino e lo scioglimento (1990-1992)[modifica | modifica sorgente]

Con l'avvento degli anni novanta, gli Exodus conobbero un periodo di forte instabilità, dovuta al continuo cambio di formazione e soprattutto a causa del periodo poco favorevole per il thrash a causa dell'arrivo del grunge sulla scena musicale. In seguito, gli Exodus pubblicarono Impact is Imminent e il loro primo disco dal vivo intitolato Good Friendly Violent Fun nel 1991.

Nel 1992 il gruppo pubblicò Force of Habit, album che mostrò alcuni tentativi di seguire le mode di quel tempo, presentando sonorità groove metal e brani di enorme durata come ad esempio Architect of Pain che con i suoi 10 minuti è uno dei pezzi più lunghi mai composti dalla band. Tuttavia, l'accoglienza da parte del pubblico si dimostrò piuttosto fredda e dopo questo disco, la band decretò lo scioglimento.

Le reunion (1996-2002)[modifica | modifica sorgente]

Nel 1996, gli Exodus si riunirono con la formazione di Bonded by Blood fatta eccezione per il nuovo bassista Jack Gibson. Dopo la riunione venne messo sul mercato un nuovo disco dal vivo Another Lesson in Violence (1997). Non appena tornati assieme, gli Exodus si sciolsero di nuovo, in parte dovuto al fatto di liti per motivi finanziari con la loro casa discografica, la Century Media, che non pubblicò un loro concerto per queste ragioni.

Nel 2001, gli Exodus tornarono assieme per suonare al Thrash of the Titans, concerto di beneficenza in onore di Chuck Billy, il cantante dei Testament, a quel tempo sotto trattamento medico per un tumore. Dopo questo concerto, la band continuò a fare concerti nella Bay Area della California, lasciando trasparire anche voci riguardanti un possibile nuovo disco in studio. Tutto ciò non avvenne perché, il 2 febbraio 2002, un attacco cardiaco stroncò il cantante Paul Baloff. Sembrò che la sua morte li avrebbe condotti ad un nuovo scioglimento, ma il chitarrista Gary Holt decise di proseguire e richiamò in formazione Steve Souza.

Il ritorno (2004-oggi)[modifica | modifica sorgente]

Gli Exodus dal vivo.

Nel 2004, dopo 12 anni di inattività creativa venne realizzato in studio Tempo of the Damned, che ebbe un buon successo. Dopo la pubblicazione del disco, la stabilità del gruppo tornò ad essere minata dall'uscita di Rick Hunolt che ufficialmente dichiarò di volersi dedicare alla sua famiglia e venne sostituito dal chitarrista degli Heathen, Lee Altus. Anche Tom Hunting e Steve Souza lasciarono la band, rispettivamente sostituiti da Paul Bostaph e Rob Dukes.

Con questa formazione, nel 2005 uscì Shovel Headed Kill Machine, album dal sound violento come il precedente. Tom Hunting rientra in formazione all'inizio del 2007, svincolando Paul Bostaph dalla band. In ottobre dello stesso anno venne pubblicato il disco The Atrocity Exhibition... Exhibit A, titolo che fa presagire ad un immediato seguito. Nel 2008 la band pubblica Let There Be Blood, ovvero una riedizione dell'album Bonded by Blood interamente rieseguito dalla band con la nuova formazione, anche se in origine era circolata la notizia che ogni canzone avrebbe avuto un cantante diverso, tra i quali le maggiori personalità del thrash.

Nel 2010 è stato pubblicato il loro decimo album registrato in studio: Exhibit B: The Human Condition. Il disco ha riscosso un ottimo successo sia da parte dei fan che da parte della critica.

L'8 giugno 2014 il chitarrista Gary Holt ha annunciato la dipartita del cantante Rob Dukes e il ritorno di Steve Souza, con il quale è stato registrato l'undicesimo album in studio Blood In, Blood Out, previsto per il 14 ottobre dello stesso anno.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex-componenti[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album in studio[modifica | modifica sorgente]

Album dal vivo[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal